Black Book, film del 2006 di Paul Verhoeven

Black Book, film del 2006 di Paul Verhoeven

Black Book di Paul Verhoeven

Un film del 2006 che ha come protagonisti Carice van Houten, Sebastian Koch, Thom Hoffman, Halina Reijn e Derek de Lint

Black Book, 2006, Paul Verhoeven, Carice van Houten, finestra
Una scena di Black Book che ha come protagonista Carice van Houten
Sei qui: Home » Black Book, film del 2006 di Paul Verhoeven

Black Book è uscito nelle sale italiane il 2 febbraio del 2006. Il film diretto da Paul Verhoeven è stata la più costosa produzione olandese realizzata fin ad allora. Mai nessuna pellicola prima era costata oltre 20 milioni di euro. Paul Verhoeven del resto è uno dei registi olandesi più famosi di sempre con all’attivo film come RoboCop, Atto di forza, Basic Instinct e Starship Troopers.

È il primo film che Verhoeven ha girato nei Paesi Bassi dopo Il quarto uomo, realizzato nel 1983 prima di trasferirsi negli Stati Uniti. Il film, basato su diversi eventi e personaggi veri, parla di una giovane donna ebrea nei Paesi Bassi che diventa una spia per la resistenza. Black Book è stato presentato in anteprima mondiale il 1 settembre 2006 alla Mostra del Cinema di Venezia.

Trama di Black Book

Durante la Seconda guerra mondiale a bellissima ed esuberante cantante ebrea Rachel Steinn (Carice van Houten) fugge dalla Germania nazista per rifugiarsi in Olanda. Grazie all’aiuto di esponenti della resistenza capeggiati da Gerben Kuipers (Derek De Lint), Rachel riesce tra mille peripezie a sfuggire a un eccidio che coinvolge la sua stessa famiglia, massacrata sotto i suoi occhi dai soldati nazisti del comandante Günther Franken (Waldemar Kobus).

Rachel per vendicarsi di chi, tradendo, ha favorito la carneficina assume una nuova identità che le consente di infiltrarsi tra gli alti ufficiali tedeschi. Avvalendosi del suo aspetto e delle sue capacità canore, la resistenza le dà l’incarico di sedurre Ludwig Müntze, il capo dei servizi di sicurezza delle SS, per carpirgli le prossime mosse dell’esercito tedesco. Diventa così Ellis de Vries una seducente e impudente spia capace di superare tutti i check point.

Lei deve cercare di scoprire dove si trova il figlio di Gerben Kuipers catturato dai nazisti. Rachel Steinn però si innamora di Ludwig Müntze, diverso dai suoi camerati, crudeli e spietati. La situazione precipita quando viene smascherata dalle SS e fatta sembrare una traditrice ai partigiani. Il malvagio Günther Franken, scoperta la sua vera identità, riuscirà con un tranello a persuadere Kuipers e i partigiani della responsabilità di Ellis nel fallimento del piano di fuga dei prigionieri e della loro morte.

Black Book, 2006, Paul Verhoeven, Carice van Houten
Una scena di Black Book che ha come protagonista Carice van Houten

Black Book, film drammatico ambientato durante la seconda guerra mondiale

Paul Verhoeven nel 2006 dirige una pellicola ambientata durante la seconda guerra mondiale. Grazie a Black Book, Paul Verhoeven torna a dirigere in patria, nei Paesi Bassi, dopo 20 anni di regia negli Stati Uniti. Lo stesso regista Paul Verhoeven ha dichiarato che un film del genere poteva girarlo solo in Europa.

Il mio intento era di fare un film politicamente scorretto, per evidenziare cose che normalmente i libri di storia tacciono. Come i trattamenti riservati ai nostri prigionieri dagli alleati nel 1945, oppure la scena, storicamente reale, in cui i canadesi permettono ai nazisti di fucilare un loro ufficiale traditore.

Gli attori di Black Book

Bravi tutti gli attori della pellicola, ma una menzione a parte la merita Carice van Houten nel ruolo di Rachel Steinn e della seducente Ellis de Vries. Carice van Houten offre una grande performance e riesce a dare al suo personaggio carisma e una grande sensualità.

Sebastian Koch interpreta Ludwig Müntze, invece Thom Hoffman veste i panni di Hans Akkermans. Tra gli altri attori Halina Reijn, interpreta Ronnie, mentre Waldemar Kobus ha il ruolo di Günther Franken. Derek de Lint infine interpreta Gerben Kuipers.

La genesi di Black Book

La storia è stata scritta da Paul Verhoeven e dallo sceneggiatore Gerard Soeteman, con il quale il regista aveva realizzato film di successo come Fiore di carne (1973) e Soldato d’Orange (1977). I due uomini avevano lavorato alla sceneggiatura di Black Book per quindici anni, ma hanno scritto la storia definitiva negli anni 2000 cambiando il personaggio principale da maschio a femmina. Secondo Verhoeven, Black Book può essere visto come un supplemento del suo precedente film sul Soldato d’Orange. Paul Verhoeven ha sottolineato che la trama di Black Book non mostra un evidente contrasto morale tra i personaggi.

In questo film, tutto ha una sfumatura di grigio. Non ci sono persone che sono completamente buone e non ci sono persone che sono completamente cattive. È come la vita. Non è molto hollywoodiano.

Black Book, 2006, Paul Verhoeven, Carice van Houten, macchina
Una scena di Black Book che ha come protagonista Carice van Houten
Perché vedere Black Book?

In Black Book non ci sono veri buoni, ognuno mente per salvarsi la pelle o per semplice vantaggio personale. Il cattivo per eccellenza è il viscidissimo nazista Günther Franken, ma nessuno degli altri è davvero buono. Lo stesso Verhoeven non dà un giudizio morale sui suoi personaggi ma si milita a raccontare una storia.

Ludwig Müntze ad esempio non è il classico nazista rappresentato nei film americani, è una persona che si pone delle domande e non obbedisce ciecamente agli ordini. Sa che i soldati dell’Armata Rossa sono quasi alle porte di Berlino e che la Germania è prossima a crollare sotto i colpi dell’Unione sovietica e dei suoi alleati. Anche nella resistenza non son tutti personaggi completamente positivi, c’è ad esempio chi non vuole un’ebrea tra le loro fila, temendo che possa vendersi al nemico per soldi.

Black Book ha una buona scheggiatura, è coerente e senza punti deboli. Una pellicola con moltissimi colpi di scena, soprattutto nella seconda parte e senza momenti morti. Come vi dicevo prima Black Book, può contare su buoni attori, una su tutti la bellissima e bravissima Carice van Houten. Black Book anche se dura 2 ore e 25 non annoia mai lo spettatore, che rimane incollato al video grazie al buon ritmo e alla trama interessante. Sicuramente Black Book è un film da vedere.

Dati tecnici di Black Book

Titolo: originale Zwartboek
Lingua originale: olandese, inglese, tedesco, ebraico
Paese di produzione: Paesi Bassi, Belgio, Regno Unito, Germania
Anno: 2006
Durata: 145 min

Genere: thriller, guerra
Regia: Paul Verhoeven
Soggetto: Gerard Soeteman, Paul Verhoeven
Fotografia: Karl Walter Lindenlaub

Montaggio: Job ter Burg, James Herbert
Musiche: Anne Dudley
Scenografia: Wilbert Van Dorp
Costumi: Yan Tax
Interpreti: Carice van Houten, Sebastian Koch, Thom Hoffman, Halina Reijn, Derek de Lint

Black Book, 2006, Paul Verhoeven, Carice van Houten 2
Una scena di Black Book che ha come protagonista Carice van Houten
Curiosità su Black Book
I fatti narrati in Black Book

Black Book non è tratto da una storia vera, a differenza di Soldato d’Orange, ma Paul Verhoeven afferma che molti degli eventi sono veri. Come in Black Book, il quartier generale tedesco era all’Aia. Nel 1944 molti ebrei che tentarono andare nel sud dei Paesi Bassi già liberato furono catturati dai poliziotti olandesi. Gli eventi sono inoltre legati alla vita di Verhoeven, nato nel 1938 e cresciuto all’Aia durante la seconda guerra mondiale.

Dove si sono svolte le riprese di Black Book

Le riprese di Black Book sono iniziate in ritardo rispetto al previsto, a causa di problemi finanziari e legati alla salute di Paul Verhoeven. Le riprese principali si sono svolte dal 24 agosto al 19 dicembre del 2005 nei Paesi Bassi e in Israele. Tra le città dove si son svolte le riprese di Black Book ci sono Hardenberg, Giethoorn, L’Aia, Delft e Dordrecht.

Nella scena iniziale venne fatta esplodere una vera fattoria prebellica nel comune di Hardenberg. Il podere era già stato comunque dichiarato inagibile e pronto per essere demolito. Alcune esplosioni subacquee si sono svolte invece in un lago vicino a Giethoorn. L’ex edificio della facoltà di chimica della “Delft University of Technology” è stato utilizzato per filmare scene nella prigione.

Le lingue in cui si parla in Black Book

La maggior parte degli attori di Black Book parla più di una lingua nel film. Carice van Houten parla correntemente quattro lingue: l’ebraico nelle scene in Israele, il tedesco con i soldati nazisti, l’inglese con il personale dell’esercito canadese e l’olandese per la maggior parte del film.

Il romanzo tratto da Black Book

La sceneggiatura di Paul Verhoeven e Gerard Soeteman è stata trasformata in un romanzo thriller dallo scrittore olandese Laurens Abbink Spaink. Il libro è stato pubblicato nel settembre 2006 da Uitgeverij Podium e contiene foto e una postfazione di Verhoeven e Soeteman.

Spaink ha detto di aver scritto un thriller simile al tipico romanzo americano, che descrive ciò che la telecamera non vede. Il romanzo secondo lui aggiunge qualcosa al film. Ha dato ad esempio a Rachel Stein un passato, dei ricordi e una casa. Nel film non aveva invece una parte dedicata al suo passato.

Le scene di nudo di Carice van Houten in Black Book

Carice van Houten appare nuda in molte scene di Black Book. Quando in una intervista a Deadline le è stato chiesto se si fosse mai sentita a disagio a girare scene di nudo in Game of Thrones nei panni di di Melisandre di Asshai, Carice van Houten ha ricordato la sua precedente esperienza in Black Book. Carice van Houten ha rivelato di avere un rapporto contrastante con la nudità sul set.

Sì e no. Non era affatto la cosa che preferissi fare. Ma sì, in Black Book sono apparsa nuda. Gli olandesi hanno una mentalità abbastanza aperta, non ci crea molti problemi. Ma non ti senti mai a tuo agio quando sei l’unica persona senza vestiti sul set.

Le scene di nudo di Carice van Houten son molte, ma quella più famosa di tutte è quella nei panni di Melisandre di Asshai nel Trono di spade. Carice van Houten ha spiegato però che dopo essere diventata mamma è più difficile giare scene completamente nuda e ha deciso di dire addio, non si sa se temporaneamente o definitivamente, alle scene senza veli.

Adesso che ho avuto un figlio mi sentirei più a disagio. I tempi sono molto cambiati. All’epoca, in un certo senso, le cose ti travolgevano. Nessuno mi ha costretta a fare nulla. Ma a ripensarci, avrei potuto essere un po’ più cauta.

Una scena simile a quelle di Basic Instinct

Rachel per diventare Ellis si tinge i capelli di biondo e per essere più coerente lo fa anche coi peli più in basso. Paul Verhoeven fa un bel primo piano anche sui peli pubici che si sta tingendo di biondo. Un genere di scene che piacciono al buon Paul Verhoeven, pesate a cosa aveva fatto in Basic Instinct. Parlo di questa sequenza in questo articolo: scena di Basic Instinct in cui Sharon Stone accavalla le gambe.

Premi

Il film ha ricevuto nel 2006 una nomination Leone d’oro alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Nel 2007 ha ricevuto una nomination ai BAFTA Film Award come miglior film in lingua inglese.

Altre curiosità su Black Book
  • Carice van Houten e Michiel Huisman sono apparsi entrambi nella serie televisiva della HBO Game of Thrones.
  • Gli attori Carice van Houten e Sebastian Koch hanno avuto una relazione nella vita reale per diversi anni dopo il film.
  • Il Black Book originale, conservato fino alla fine della guerra da un avvocato olandese, ucciso due giorni dopo la liberazione, conteneva i nomi di traditori e collaboratori, non è mai stato ritrovato.
  • E’ il primo film di Paul Verhoeven in 23 anni a presentare nudità maschile integrale.
  • Gli ufficiali delle SS tedesche Franken e Müntze sono basati sui personaggi storici Frank e Mund.
Colonna sonora di Black Book

La colonna sonora di Black Book è stata pubblicata il 2 ottobre 2006 dalla Milan Records. L’album contiene quattro canzoni degli anni ’30 e ’40 cantate dalla stessa Carice van Houten mentre lei interpretava nei panni di Rachel Stein nel film.

Tre sono in tedesco, una in inglese. Gli altri brani sono scritti da Anne Dudley. L’album è stato registrato a Londra e prodotto da Roger Dudley.

Tutti i brani della colonna sonora di Black Book
  1. “A Hundred Years from Today”, cantata da Carice van Houten 2:15
  2. “Ich bin die fesche Lola”, cantata da Carice van Houten 0:56
  3. “Ja, das ist meine Melodie”, cantata da Carice van Houten 3:22
  4. “Ich tanze mit dir in den Himmel hinein”, cantata da Carice van Houten 3:30
  5. “Rachel’s Theme” Anne Dudley 1:28
  6. “The Black Book” Anne Dudley 2:18
  7. “Escape Through The Marshes” Anne Dudley 2:42
  8. “In Pursuit” Anne Dudley 3:03
  9. “Rachel’s Plan” Anne Dudley 1:38
  10. “In Too Deep” Anne Dudley 1:56
  11. “Shot At Dawn” Anne Dudley 2:00
  12. “Sleeping With The Enemy” Anne Dudley 3:01
  13. “Escape Plans” Anne Dudley 3:01
  14. “The Insider” Anne Dudley 1:57
  15. “Falling Into The Trap” Anne Dudley 1:45
  16. “Confessions Of The Night” Anne Dudley 3:13
  17. “Escape By Sea” Anne Dudley 1:33
  18. “A Hero Of The Resistance” Anne Dudley 3:19
  19. “Intelligence Gathering” Anne Dudley 2:05
  20. “Rumours Of Liberation” Anne Dudley 2:16
  21. “Victims Of The Occupation” Anne Dudley 1:34
  22. “Rachel’s Retribution” Anne Dudley 4:40
  23. “The Endless River” Anne Dudley 2:04
    Lunghezza totale: 55:36
Frasi, citazioni e dialoghi tratti da Black Book
Frasi tratte da Black Book

Validità fino al 1941… è scaduta da un pezzo questa roba. Che cosa preferisci, un martello sterilizzato? O stringi i denti con un po’ di gin?

Hans Akkermans

Uccideremo quella ragazza! Ovunque, in qualsiasi momento.

Gerben Kuipers
Dialoghi tratti da Black Book

Generale Käutner: apri la tua cassaforte.
Günther Franken: certo. Quali file vorresti vedere?
Generale Käutner: nessuno. Sei sospettato di aver ucciso ebrei ricchi. Non c’è niente di sbagliato in questo. Ma hai depredato i corpi e tenuto gli oggetti di valore per te. La mancata consegna delle proprietà ebraiche al Reich è punibile con la morte. Apri la cassaforte.
Günther Franken: Come desideri.

Dopo

Rachel Stein: Stanno lavorando su una lista. Di ebrei con soldi. Li uccidono.
Derek de Lint: Come fai a sapere tutto questo?”
Rachel Stein: Perché sono stato incastrato io stesso. Perché ho visto tutta la mia famiglia massacrata.

Dopo

Derek de Lint: Puoi restare qui. Ma devi lavorare.
Rachel Stein: Più è difficile, meglio è.

Dopo

Derek de Lint: Hai incontrato quel Muntze sul treno, vero? E gli piaci?
Thom Hoffman: Le piaceva? Si è innamorato di lei.
Rachel Stein: Mi ha appena mostrato la sua collezione di francobolli
Derek de Lint: Quanto andresti lontano con lui? Per Tim e gli altri?
Rachel Stein: Quanto lontano? Intendi andare a letto con lui? Voglio che le cose siano chiare, è questo che intendi?
Derek de Lint: Quanto andresti lontano?
Rachel Stein: Dove Muntze vuole arrivare. Va bene?

Trailer di Black Book

Ecco il trailer in lingua originale di Black Book in streaming su YouTube: Link

Ecco il trailer in italiano di Black Book in streaming su YouTube: Link

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuta la recensione di Black Book, trovate questa ed altre schede dei film in questa sezione: Recensione.

Luca Miglietta

Buono Regalo Amazon – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.