Crea sito

Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia?

Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia?

E’ vero questo aneddoto o è la classica leggenda nata e condivisa sui social?

Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia? Luci della città
Una scena di Luci della città di Charlie Chaplin

Negli ultimi anni è girata in rete una buffa storia secondo la quale Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia. E’ davvero accaduto o si tratta di una leggenda metropolitana? C’è davvero stato questo concorso per sosia o è una bufala?

Questo buffo e curioso aneddoto risale a più di cent’anni fa, più precisamente al luglio 1920. Il quotidiano inglese Sheffield Evening Telegraph infatti aveva pubblicato un articolo intitolato “Come Charlie Chaplin fallì“.

Questo articolo raccontava di un concorso, in cui si eleggeva il miglior imitatore della camminata di Charlie Chaplin, che si era svolto negli Stati Uniti. La fonte di questo articolo era un certo Lord Desborough, che raccontava che il vero Charlie Chaplin vi partecipò in incognito e arrivò solo ventesimo.

La notizia aveva poi fatto il giro del mondo ed era stata riportata su altre testate giornalistiche internazionali. A volte l’aneddoto era riproposto in maniera quasi identica all’originale, altre volte subiva dei cambiamenti e veniva stravolto.

Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia? Quali sono le fonti che hanno riportato l’accaduto? Sono attendibili?

In atri articoli si era addirittura parlato di come Lord Desborough venne a conoscenza dell’episodio in cui Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia.

Era stata Lady Desborough a raccontare al marito l’attore perse questa curiosa gara. E sapete come lei aveva saputo questo particolare? Gliene aveva parlato addirittura Mary Pickford, una delle attrici più famose dell’epoca.

Chi era Mary Pickford?

L’attrice canadese era un personaggio molto importante, tra i pionieri del cinema americano e di Hollywood.
Mary Pickford era inoltre la cofondatrice della United Artists e uno dei trentasei fondatori dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

L’attrice era sicuramente un personaggio ben informato, ma non è sicuro che abbia mai detto questo, perché la testimonianza non è diretta, ma avviene da persone meno autorevoli di lei. Probabilmente Mary Pickford e Lady Desborough non avevano questa confidenza o forse non si son neppure mai conosciute.

Non esiste alcuna testimonianza diretta che Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia, non ci sono neppure articoli firmati da persone presenti sul posto al momento dell’evento.

Se fosse vero perché Charlie Chaplin non ne ha mai parlato?

Inoltre è davvero strano che Charlie Chaplin non abbia mai citato la gara di sosia in nessuna intervista. Era infatti un aneddoto perfetto per essere raccontato dall’attore, era divertente e poteva far colpo sul pubblico. Non ne parla neppure in un paragrafo della sua autobiografia.

Non si parla di questo episodio neppure nella biografia di Charlie Chaplin scritta da Peter Ackroyd. Nel suo libro dedicata al grande regista infatti si parla di molti inediti retroscena della vita privata di Charlie Chaplin, ma non di questo.

Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia?
Una scena che ha come protagonista Charlie Chaplin

Anche si divertono ad alimentare la leggenda che Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia.

Anche Hollywood di è divertita a tramandare questa buffa leggenda, perché Mr Goodkat, personaggio interpretato da Bruce Willis ne parla in Slevin – Patto Criminale.

Charlie Chaplin partecipò a un concorso per sosia di Charlie Chaplin a Montecarlo e arrivò terzo. Quella è una storia assurda.

Che conclusione possiamo trarre analizzando tutte queste fonti?

Non posso darvi nessuna certezza sul fatto che davvero Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia. Rimane solo poco plausibile che manchino quasi completamente le fonti attendibili che testimonino l’episodio.

Charlie Chaplin agli inizi del ventesimo secolo godeva di così grande popolarità e fama che erano stati organizzati concorsi dedicati ai suoi sosia, con lo scopo di scoprire se esisteva anche nella realtà il personaggio del vagabondo che lui aveva portato sul grande schermo. Tutto è possibile Charlie Chaplin all’insaputa della giuria avrebbe potuto partecipò a una di queste competizioni e non arrivare neppure in finale. Ma perché Charlie Chaplin non avrebbe dovuto poi raccontare un fatto così divertente?


Cosa ne pensate voi di questo episodio, secondo voi è andata davvero come ha scritto il Sheffield Evening Telegraph? Oppure è tutto frutto dell’invenzione di un fantasioso giornalista?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie su film e serie TV, potete seguire il blog sui canali Facebook, Instagram e Twitter.

Se vi è piaciuto l’articolo “Charlie Chaplin perse un concorso dedicato ai suoi sosia?” lasciate un commento o condividetelo sui social.

Luca Miglietta