“Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech” racconta Banfi

“Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech” racconta Banfi

“Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech” ha raccontato Lino Banfi

L’attore pugliese poi aggiunge “all’inizio ero rigido poi un elettricista mi disse che non stavo cambiando una lampadina”

"Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech" racconta Banfi. Zucchero, miele e peperoncino, 1980, Sergio Martino, Edwige Fenech
Una scena di Zucchero, miele e peperoncino che ha come protagonisti Lino Banfi e Edwige Fenech
Sei qui: Home » “Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech” racconta Banfi

«Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech. Ero un po’ rigido. Un elettricista si spazientì: “Guarda che non stai a cambià una lampadina”». E’ un aneddoto divertente raccontato da Lino Banfi in una intervista del 2017 al Messaggero. L’attore pugliese si riferiva ad una scena che dovevano girare in Zucchero, miele e peperoncino. Approfondisco il tema in questo articolo: Lino Banfi imbarazzato con Edwige Fenech.

Lino Banfi sulle pagine del Messaggero si era lasciato andare ai ricordi. Ha parlato ad esempio delle scene bollenti delle varie commedie sexy all’italiana girate con la bellissima Edwige Fenech. L’attore pugliese ha raccontato: “Edwige Fenech diceva che ero virile e le altre compagne di lavoro mi invitavano a non buttarmi giù”. Lui spiega che le varie attrici gli dicevano: “sai che in fondo in fondo, non sei male?”. Lino Banfi aggiunge: “È quell’in fondo in fondo che mi rompe il chezzo. Sono sempre stato felice della mia fedeltà”.

Banfi poi parla di quando incontrò con la mogli Benedetto XVI: “Quando incontrò me e mia moglie, si sorprese anche Papa Ratzinger”. Il Papa disse loro “è molto raro nel mondo dello spettacolo, la fa ridere vero signora?”. La moglie rispose “ogni tanto è tristarello”. E Banfi disse al Papa “solo quando sono incavolèto”.

“Dovevo toccare il seno di Edwige Fenech e un elettricista mi prese in giro” ricorda Banfi

Lino Banfi nelle varie commedie doveva recitava spesso con delle attrici di una bellezze inarrivabile, come Edwige FenechBarbara BouchetGloria GuidaNadia Cassini e Anna Maria Rizzoli. Ne parlo in questo articolo: “Eravamo naturali io Edwige Fenech e Gloria Guida”, dice la Rizzoli.
Tra le varie attrici ha deciso di parlare dell’episodio in cui doveva toccare il seno di Edwige Fenech.

Lino Banfi con la Fenech ha recitato in più di un film e i due sono molto amici. Banfi nell’intervista al quotidiano romano ha anche spiegato che è sempre andato d’accordo con i compagni di set. “mai litigato con un regista, ma neanche con un’attrice”. Poi Lino Banfi aggiunge: “in un mondo dominato dalla bellezza dei Giuliano Gemma e dei Fabio Testi, che per le attrici con cui recitavo avrebbero dato una gamba, anche se avessi voluto insidiarle, che possibilità avrei avuto?”.

Alte curiosità su Lino Banfi

Lino Banfi racconta un episodio del passato “dovevo toccare il seno di Edwige Fenech”? Vi è piaciuta la battuta dell’elettricista? Dopo aver letto l’articolo su Lino Banfi che imbarazzato doveva toccare il seno di Edwige Fenech, potete leggere anche questi interessanti articoli sull’attore:

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Vi è piaciuto questo articolo in cui Lino Banfi confessa “dovevo toccare il seno di Edwige Fenech e un elettricista mi prese in giro? Trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Fire TV Stick Lite con telecomando vocale Alexa – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.