Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon

Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon

Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon

Il Black Lives Matter ha colpito anche la popolare serie dopo censure ad altri prodotti audiovisivi, come Little Britain e una serie di cartoni della Disney e della Looney Tunes

Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon
Nella foto Tom Wopat, John Schneider e Catherine Bach
Sei qui: Home » Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon

Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon. The Dukes of Hazzard era una delle serie comiche più popolari degli anni Ottanta, ma potrebbe presto essere rimosso dal servizio di streaming TV di Amazon su IMDb.  I dirigenti di Amazon stanno ora valutando se rimuovere Hazzard da IMDb TV. I motivi sono la bandiera della Confederazione che si trova sul tettuccio della celebre auto dei protagonisti che, tra l’altro, si chiama Generale Lee (The General Lee).

Oltre alla la bandiera sudista sul tettuccio, la iconica Dodge Charger 196 dal colore arancione fiammante aveva due enormi numeri 01 sulle fiancate.

Le gesta dei fratelli Lucas K. “Luke” e Duke Beauregard “Bo” Duke e della bella cugina Daisy Duke sono ispirate ad una storia vera. L’ideatore e produttore della serie, Gy Waldron, ha infatti preso spunto dalle vicende realmente accadute al contrabbandiere Jerry Eliah Rushing, che, con la complicità del fratello e della cugina, trasportava illegalmente alcool.
I tre personaggi sono interpretati da Tom Wopat, John Schneider e Catherine Bach.

Nessuna decisione è stata presa per ora, ma se i dirigenti di Amazon decidessero di eliminare la serie, le sette stagioni dello show verrebbero rimosse dalla piattaforma streaming. Una decisione che arriverebbe in un contesto in cui le grandi aziende stanno ripensando alle loro politiche sui contenuti, dopo la tragica morte di George Floyd e le successive proteste in tutto il paese.

Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon a causa della bandiera della Confederazione che si trova sul tettuccio della celebre auto The General Lee

Ad inzio settimana la Warner Bros. ha temporaneamente rimosso Via col vento (Gone With the Wind) dal suo servizio di streaming HBO Max a causa della sua rappresentazione degli Stati Confederati. La Warner ha dichiarato che avrebbe reinserito il film su HBO Max, “con una discussione sul suo contesto storico”.

Sempre in settimana la NASCAR ha annunciato che avrebbe vietato a chiunque di esibire la bandiera confederata durante le gare, affermando “è in contrasto con il nostro impegno a fornire un ambiente accogliente e inclusivo per tutti i fan, i nostri concorrenti e il nostro settore”.

Se Amazon decidesse eliminare Hazzard, non sarebbe la prima volta che questo accade alla popolare serie tv. Nel 2015, la Warner Bros. dichiarò che avrebbe smesso di autorizzare le repliche di Hazzard a causa della bandiera confederata.

Hazzard non è disponibile sul servizio di streaming principale Amazon Prime Video, ma solo su IMDb TV, una piattaforma di streaming supportata dalla pubblicità con contenuti generalmente meno recenti.

Luca Miglietta

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terninator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

6 Risposte a “Hazzard rischia la cancellazione dal catalogo Amazon”

  1. Non c’è una singola battuta razzista in tutto il telefilm e, tra le persone che Bo e Duke aiutano in ogni episodio, ci sono anche molti neri. Assurdo solo per una bandiera e il nome della macchina. Comincio ad aver paura della censura

  2. Secondo lo stesso metro di giudio visto che qui non c’è niente di razzista ma una semplice bandiera, allora censuriamo anche:
    Pretty Woman è istigazione alla prostituzione
    Trainspotting è un inno a drogarsi
    Rambo è un inno al militarismo

  3. quante volte ho sognato le gambe lunghissime e sey di Daisy Duke interpretata dalla mozzafiato Catherine Bach. Non cancellate la mia adolescenza

  4. Gli americani storicamente hanno un approccio capitalista che ha portato ogni singolo aspetto della loro società ad un mero calcolo costi/benefici. Avranno calcolato ad Amazon che così faranno più soldi con un’immagine più legata alla moda del momento ed al movimento Black Lives Matter

I commenti sono chiusi.

Link Utili
Contatti blog Chi sono Note legali

Informazioni utili

----- Telegram: Canale su Telegram su cui trovare gli aggiornamenti del blog -----

----- WhatsApp: Canale e gruppo WhatsApp su cui trovare gli aggiornamenti del blog ----

Ecco invece gli account Instagram, Twitter e Facebook dove seguire le ultime notizie sul cinema, le serie Tv, la musica ed i videogiochi. Inoltre troverete tutti gli aggiornamenti del blog e gli ultimi articoli sulle curiosità collegate a film e serie ed approfondimenti su interessanti argomenti. Ovviamente non mancherà uno sguardo alle ultime uscite nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme streaming Amazon Prime Video, Netflix, Disney+ e Now TV.

Avvertenze

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dellintrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta.
Non mi resta che augurarvi una buona navigazione e permanenza sul sito non son solo film ed ovviamente una buona lettura!