Crea sito

I fantasmi nei film, le loro caratteristiche ricorrenti

I fantasmi nei film

Nel corso degli anni ne sono apparsi moltissimi nelle varie pellicole e spesso seguono una serie di regole non scritte

I fantasmi nei film, le loro caratteristiche ricorrenti
Una scena di , che ha come protagonisti Ghostbusters, che ha come protagonisti Bill Murray, Dan Aykroyd e Harold Ramis – I fantasmi nei film
Sei qui: Home » I fantasmi nei film, le loro caratteristiche ricorrenti

Avete presenti i fantasmi nei film? Sono moltissimi le pellicole nelle quali sono presenti i fantasmi, per citarne alcuni basti pensare a Ghostbusters, Ghostbusters II, Ghost, Sospesi nel tempo, The Others, Beetlejuice, The Fog, Poltergeist, Casper o Always – Per sempre.
Gli spettri non appartengono ad un vero e proprio genere cinematografico ma li attraversano un po’ tutti, basti pensare ai film sopracitati, si passa dalla commedia, il fantasy e l’horror, al film drammatico e a quello sentimentale. Nessuno ha mai visto o sa esistono nel mondo reale, ma nel cinema, i fantasmi seguono una serie di regole non scritte che si sono consolidate ne tempo. Ci sono cose che i fantasmi possono fare e altre che non sono nelle loro corde.

Possono camminare per strada, salire sulla metropolitana o sull’ascensore, ma non possono appoggiarsi ai muri, perché rischierebbero di attraversarli. Sono in grado di lasciare un edificio per lo più attraverso porte e muri, e solo in pochi fortunati attraverso il pavimento o il soffitto. Sono in grado di sedersi su divani e poltrone, ma non sono mai in grado di toccare le persone sedute accanto a loro.

I fantasmi nei film, le loro caratteristiche ricorrenti
Una scena di , che ha come protagonisti Ghostbusters, che ha come protagonisti Bill Murray, Dan Aykroyd e Harold Ramis – I fantasmi nei film

I fantasmi nei film hanno delle caratteristiche ricorrenti che si sono consolidate nel corso del tempo

Sono capaci di viaggiare in macchina, in autobus o in treno, ma non riescono a fermare i mezzi in movimento, perché questi li attraverserebbero da parte a parte. Possono inoltre comunicare solo con qualche essere umano, che è nato con questa capacità o l’ha sviluppata, spesso dopo un trauma. Queste persone con questo dono spesso vengono scambiate per pazze e lasciate ai margini della società.

Un classico sono poi i fantasmi che svegliano con la propria voce il malcapitato umano, che dorme tranquillo.
Questa analisi l’ho fatta prendendo in considerazione la maggior parte dei film sui fantasmi, ovviamente in alcuni casi possono esservi alcune incongruenze con quanto scritto, questo grazie ad alcuni registi che hanno saputo introdurre elementi nuovi rispetto alla tradizione.

I fantasmi nei film, le loro caratteristiche ricorrenti
Una scena di Beetlejuice – Spiritello porcello, che ha come protagonista Winona Ryder . I fantasmi nei film
I fantasmi non son comparsi solo nei film ma anche in molte serie tv, ma le dinamiche son le stesse

Da non dimenticare che i fantasmi sono apparsi anche in molte serie tv e fiction come ad esempio l’italianissima La porta rossa, prodotta da Rai Fiction ed ideata da Carlo Lucarelli e Giampiero Rigosi. Serie che ha come protagonisti, Gabriella Pession, Lino Guanciale, Antonio Gerardi, Valentina Romani, Fausto Sciarappa, Elena Radonicich e Gaetano Bruno.

Luca Miglietta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dell’intrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta. Buona lettura e permanenza sul sito.