Crea sito

Jennifer Lawrence contro Donald Trump

Jennifer Lawrence contro Donald Trump: “non rappresenta i miei valori come americana e come essere umano”

L’attrice in una lunga intervista a su V Magazine ha annunciato che voterà Joe Biden e, come altri suoi colleghi, ha invitato i concittadini ad andare a votare per le presidenziali americane di novembre.

Jennifer Lawrence contro Donald Trump: "non rappresenta i miei valori come americana e come essere umano"
Una scena di Passengers, che ha come protagonisti Jennifer Lawrence e Chris Pratt

Jennifer Lawrence contro Donald Trump in una intervista a V Magazine. L’attrice, criticando il presidente degli Stati Uniti e il razzismo che continua ad essere forte nel paese, ha annunciando che voterà per Joe Biden. Donald Trump infatti non la rappresenta “né come americana né come essere umano”.

Jennifer Lawrence, come molti altri attori in queste ultime settimane, ha invitato le persone ad andare a votare per le presidenziali americane. Lei infatti ritiene il voto del prossimo novembre fondamentale per il futuro del suo paese.

Il voto è il fondamento della nostra democrazia e della nostra libertà. Considero queste prossime elezioni le più importanti della nostra vita. Voterò per Joe Biden e Kamala Harris quest’anno perché Donald Trump ha sempre messo e continuerà a mettere se stesso davanti alla sicurezza e al benessere dell’America. Non rappresenta i miei valori come americana e, soprattutto, come essere umano.

Jennifer Lawrence è da molti attiva dal punto di vista politico, qualche giorno fa, assieme a Leonardo DiCaprio, aveva silenziato Facebook e Instagram per protesta contro Mark Zuckerberg il presidente e amministratore delegato di Facebook Inc. Uno stop di 24 ore per fermare le campagne d’odio veicolate sui social media e protestare contro la loro politica leggera verso fenomeni di intolleranza.

Nell’intervista non solo Jennifer Lawrence contro Donald Trump, l’attrice ha anche parlato della sua esperienza come membro del consiglio di Represent Us

Jennifer Lawrence ha anche parlato della sua esperienza come membro del consiglio di Represent Us, che si occupa di corruzione negli USA e delle ingiustizie sociali verso la comunità nera americana.

Sono un membro del consiglio di Represent Us da poco più di tre anni. È un incredibile movimento apartitico e un’organizzazione anti-corruzione che lavora per smantellare il sistema politico distrutto dell’America e riportare il potere nelle mani del popolo americano. Ad oggi, il movimento ha approvato 114 atti e risoluzioni anti-corruzione nelle città e negli stati di tutto il paese: si tratta di enormi vittorie per lottare contro le frodi e fermare la corruzione politica. La speranza è di rendere gli americani consapevoli della corruzione nel nostro governo….

L’attrice di Hunger Games ha poi parlato di una persona che ha molto influito sulla sua vita: la scrittrice, giornalista e attivista Gloria Steinem. Un’importante leader del femminismo degli anni sessanta e settanta.

Gloria Steinem è sempre stata una mia eroina personale. Ha passato una vita a dire la verità, a combattere per la libertà e a trasformare la rabbia in un progresso significativo ed utile. Tamika Mallory sta facendo un ottimo lavoro per la comunità nera con la sua organizzazione Until Freedom. E ce ne sono tanti altri che combattono instancabilmente. In quanto bianca americana, ascolto, imparo e cerco di mostrarmi come un loro alleato. La comunità nera non è sicura o trattata allo stesso modo e tutto questo deve cambiare.

Jennifer Lawrence ha anche parlato delle tristi vicende riguardanti George Floyd e Breonna Taylor

L’attrice non poteva non fare un riferimento alla drammatiche vicende che hanno coinvolto George Floyd e Breonna Taylor. Jennifer Lawrence ha detto che c’è la necessita di cambiare le cose, perché questo non deve più accadere.

La cosa più importante è rimanere concentrati sui modi in cui possiamo trovare la soluzione. Dopo la morte di George Floyd e Breonna Taylor e innumerevoli altri, sono ispirata dalle tante persone in ogni parte del mondo mondo che si sono unite per dire finalmente ‘Basta’. Dal loro dolore collettivo è cresciuta un’enorme voglia di cambiamento: le persone sono appassionate, coinvolte e richiedono cambiamenti politici. E sta funzionando. Dall’approvazione della legge di Breonna a Louisville, alle riforme della polizia a Minneapolis. La voce collettiva del popolo sta portando a un vero cambiamento e questo mi dà speranza.

Voi cosa ne pensate di questo appello? Secondo voi chi vincerà le prossime elezioni negli Stati Uniti? Dite la vostra nei commenti.

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie su film e serie TV, potete seguire il blog sui canali Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo “Jennifer Lawrence contro Donald Trump” lasciate un commento o condividetelo.

Luca Miglietta