Michael J Fox sul Parkinson con cui convive da anni

Michael J Fox sul Parkinson con cui convive da anni

Michael J Fox sul Parkinson

Una malattia con cui l’attore convive da anni

Michael J Fox sul Parkinson. Ritorno al futuro, 1985, Robert Zemeckis, Michael J. Fox, Marty McFly, videocamera JVC
Una scena di Ritorno al futuro che ha come protagonista Michael J. Fox nel ruolo di Marty McFly
Sei qui: Home » Michael J Fox sul Parkinson con cui convive da anni

Michael J Fox si è pronunciato molte volte sul morbo di Parkinson, una malattia con cui l’attore convive da anni. Nato il 9 giugno 1961 a Edmonton, capoluogo della provincia canadese dell’Alberta, si è affermato a livello internazionale vestendo i panni di Marty McFly, il protagonista della saga di Ritorno al futuro. Tra le sue pellicole anche Voglia di vincere, Il segreto del mio successo, Insieme per forza, Sospesi nel tempo, Vittime di guerra e Mars Attacks!

Nel 1991, a soli 30 anni, gli viene diagnosticata la malattia di Parkinson, una diagnosi che qualche anno dopo lo costringerà a ritirarsi quasi definitivamente dalle scene. Negli anni 2000 farà qualche comparsata nelle serie tv come ad esempio la partecipazione agli episodi 3×12 e 3×13 di Scrubs – Medici ai primi ferri nel 2004. Ancora oggi Michael J Fox si spende in prima fila per la ricerca sul Parkinson.

Cosa dice Michael J Fox sul Parkinson

Prima della malattia ero Mike l’attore di Ritorno al futuro, poi sono diventato Mike l’attore col Parkinson. Adesso sono solo Mike col Parkinson. La malattia ha consumato la mia carriera e in certo senso è diventata la mia carriera. Ho dovuto ricostruirmi una nuova vita quando ero già molto felice di quella vecchia.

Non guardo alla vita come a una battaglia o una lotta. So accettare. Ma accettazione non significa rassegnazione, significa capire che ogni cosa è quello che è e che ci deve essere sempre un modo per passarci in mezzo. A volte mi dà fastidio quando non riesco a fare quello che voglio, ma non me ne frega niente di apparire.

Nonostante tutto credo che la malattia mi abbia salvato. Prima vivevo a 100 all’ora e bevevo, ora mi sono avvicinato alla mia famiglia. Ho iniziato a fare caso a tutte le cose di cui essere grato e ho capito che la gratitudine porta ottimismo. In questo momento non è importante cosa io faccia. Mi piace essere vivo. Mi piace la possibilità di fare cose. Ecco cos’è veramente la felicità.

La diagnosi

Michael J Fox si batte per la ricerca sul Parkinson da anni, malattia che purtroppo conosce molto bene. Nel 1991 gli venne diagnosticata una grave forma di malattia di Parkinson giovanile. Rese però pubblica la notizia nel 1998, sette anni più tardi. Il Parkinson lo costrinse a ritirarsi quasi del tutto dalle scene dal 2000. Dopo l’abbandono della carriera da attore Michael J Fox si concentrò sul divulgare le maggiori informazioni possibili sul Parkinson. Lottò in prima fila per la ricerca sperimentale sulle cellule staminali.

L’attore nel maggio del 2000, poco dopo aver annunciato il suo ritiro dalla serie TV Spin City trasmessa della rete ABC creò la “La Fondazione Michael J Fox per la ricerca sul Morbo di Parkinson“. La Fondazione si dedica alla ricerca di una cura per la malattia di Parkinson. Uno dei suoi fini è quello di cercare di tradurre in cure le scoperte scientifiche fatte sul campo. La Fondazione, in quindici anni, ha finanziato la ricerca con 450.000.000 di dollari. Una grossa somma che in futuro potrà aiutare molte persone!

La laurea honoris causa

Per l’impegno di Michael J Fox nella ricerca di cure contro il Parkinson il 5 marzo 2010 l’Istituto Karolinska gli ha conferito una laurea honoris causa. Si stima che circa 6 milioni di persone oggi convivano con questa malattia in tutto il mondo. Tra le altre personalità famose colpite dal Parkinson ci sono il pugile Muhammad Ali, papa Giovanni Paolo II, Alex Band, Peter Hofmann, Bruno Lauzi e il giornalista della Rai Vincenzo Mollica.

Avevate mai letto cosa diceva Michael J Fox sul Parkinson? Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Vi è piaciuto questo articolo su cosa dice Michael J Fox sul Parkinson? Trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Il futuro è stato bellissimo. Considerazioni di un ottimista sulla mortalità – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.