Migliori frasi di Fantozzi

Migliori frasi di Fantozzi

Migliori frasi di Ugo Fantozzi

E’ il protagonista indiscusso di questa famosa saga cinematografica

Sei qui: Home » Migliori frasi di Fantozzi

Ecco le migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi. In questa saga cinematografica è Paolo Villaggio ad interpretare Ugo Fantozzi.

Fanno parte della saga i seguenti film:

  1. Fantozzi di Luciano Salce (1975)
  2. Il secondo tragico Fantozzi di Luciano Salce (1976)
  3. Fantozzi contro tutti di Neri Parenti e Paolo Villaggio (1980)
  4. Fantozzi subisce ancora di Neri Parenti (1983)
  5. Superfantozzi di Neri Parenti (1986)
  6. Fantozzi va in pensione di Neri Parenti (1988)
  7. Fantozzi alla riscossa di Neri Parenti (1990)
  8. Fantozzi in paradiso di Neri Parenti (1993)
  9. Fantozzi – Il ritorno di Neri Parenti (1996)
  10. Fantozzi 2000 – La clonazione di Domenico Saverni (1999)
Migliori frasi di Fantozzi. Fantozzi, 1975, Luciano Salce, Paolo Villaggio, Ugo Fantozzi, Autobianchi Bianchina
Una scena di Fantozzi che ha come protagonista Paolo Villaggio – Migliori frasi di Fantozzi

Le migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Fantozzi – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

E adesso rinterzo ad effetto con birillo centrale […] Calcio a cinque sponde e undici punti […] Colpo partita: triplo filotto reale ritornato con pallino.

Comunque, a tutti Loro, i miei più servili auguri per un distinto Natale e uno spettabile Anno Nuovo. Andiamo, tesoro. (dopo che i Mega Direttori Galattici prendono in giro la figlia Mariangela, paragonandola alla scimmia Cita)

Il secondo tragico Fantozzi – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Pronto! Buonanotte… ehm, buongiorno, signora Duca Conte Margherita Semenzara! Come “come facevo a sapere che era lei”? No, non lo sapevo – glielo giuro – che era lei. L’ho subito riconosciuta dalla sua nobile voce. Desidera parlare con il suo nobile signor marito? È in riunione permanente da ieri sera nel Gran Consiglio dei dieci assenti e io ho istruzioni precise di non passare nessuna chiamata, ma… m-ma se lei proprio insiste… Ah, lei non insiste, lei ordina proprio… Allora attenda, le… le passo il-il Consiglio. Attenda un attimo signora. (poi fa finta di parlare con qualcuno) Pronto? Il Consiglio degli Assenti. È per il Conte Semenzara, da parte della signora Duche… Il Duca Conte. Attenda, attenda… Attenda, signora, le passo s-suo marito, attenda.

Niente. Ha solo leggerissimamente accelerato perché doveva scappare a votare. Ha detto di dormire tranquillo… tranquilla… Va bene. Buonanotte… Buon-buongiorno… Ehm, insomma, arrivederla, signora Duca Conte.

Avevo una valigia bella grande, piena di roba… ma non… non le porto alle stazioni io perché… perché le rubano. Però ho tutto sotto io! Ho cinque camicie, dodici paia di mutande e sedici calzini… Sedici.

Io non ho la cabina, io mi sono permesso, per non gravare sul bilancio della società, di prendere un biglietto di seconda. La terza, come sa, l’hanno purtroppo abolita.

Io non mi permetterei mai di giocare, si figuri se mi permetterei di vincere, sire.

Fantozzi contro tutti – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Scodazzi isis bu!

In sella, alla bersagliera!

Pina, aiutami che non arrivo alla maniglia… ho qualcosa che non va alle articolazioni elementari.

Il Megapresidente è uno stronzo, è! Certe volte mi verrebbe voglia di scriverlo in cielo, così… (subito dopo l’insulto compare per davvero in cielo)

Io, Pina, ho una caratteristica: loro non lo sanno, ma io sono indistruttibile, e sai perché? Perché sono il più grande “perditore” di tutti i tempi. Ho perso sempre tutto: due guerre mondiali, un impero coloniale, otto – dico otto! – campionati mondiali di calcio consecutivi, capacità d’acquisto della lira, fiducia in chi mi governa… e la testa, per un mostr… per una donna come te.

M-mi scusino signori, ma allora a Olbia hanno istituito un nuovo centro di raccolta?

Il secondo tragico Fantozzi, 1976, Luciano Salce, Paolo Villaggio, Gigi Reder
Una scena di Il secondo tragico Fantozzi che ha come protagonisti Paolo Villaggio e Gigi Reder – Migliori frasi di Fantozzi

Fantozzi subisce ancora – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Pina, stammi a sentire: se io sbaglio il voto questa volta va a finire che non mangiamo e non mangiate per una decina d’anni!

Piano piano, tra tante contraddizioni e campane discordanti, Fantozzi maturò una sua personalissima decisione politica!

Hai visto come gioca con tutti i suoi tenta… braccia. (parlando della creatura di Mariangela)

Superfantozzi – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Grazie per avermi creato a Tua immagine e somiglianza!

Va’ a giocare al pampano provenzale, e torna a sera… a sera!

Ho passato una mattinata vomitevole, mi hanno picchiato in quindicimila, erano dei Persiani.

Win the best. (ai tifosi scozzesi)

Fantozzi va in pensione – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Mi scusi, le spiace se mi sago, mi sidio, mi sagghio..

Pina! Pina! Ho due di pressione come una formica!

Fantozzi alla riscossa – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Ma che mi sta succedendo? Sto diventando un maniaco sessuale… ittico! (Dopo aver copulato con una piovra)

Pina, guarda.. Ma cosa dici, il cervellone non può sbagliare, è che… È che per me non c’è speranza, no! Volevo dire che.. Io non posso trovare di meglio, nonono, è che tu… Un momento.. È che tu sei indubbiamente l’unica, la migliore per me.

Fantozzi in paradiso – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Io mi pento solo… di non essermi goduto… la vita!

Fantozzi – Il ritorno – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Ma come, è tornato lei? C’è stato un altro ribaltone? Prima c’era quello coi… non c’è più quello? (a Silvio Berlusconi)

Ah, e quindi ha sempre le mani in pasta dappertutto, eh? (a Silvio Berlusconi)

Eccola, eccola finalmente… La grande luce, la grande luce… (si interrompe per una sequenza pubblicitaria). Ma hanno interrotto la grande luce!

Meno male, allora dura solo 62 secondi.

Tutta… tutta l’eternit… Come sono beato io!

Migliori frasi di Fantozzi. Fantozzi, 1975, Luciano Salce, Paolo Villaggio, Ugo Fantozzi, Gigi Reder, ragionier Filini
Una scena di Fantozzi che ha come protagonisti Paolo Villaggio e Gigi Reder – Migliori frasi di Fantozzi

Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi – I dialoghi

Fantozzi – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Fantozzi: Allora, prenderò l’autobus al volo!
Pina: No, Ugo! L’autobus al volo no!
Mariangela: No, papà!
Fantozzi: Sì, saltando dal terrazzino. Guadagnerò almeno due minuti!
Pina: No, Ugo! Non l’hai mai fatto. Non hai il fisico adatto.
Fantozzi: Non l’ho mai fatto… ma l’ho sempre sognato!

Dopo

Filini: Veglione di San Silvestro, orchestra Mario Canello, canta Pasquale Coppola, è un’organizzazione Filini! Lei logicamente dev’essere dei nostri! Solo cinquemila lire…
Fantozzi: Ma veramente quest’anno sarei invitato da mio cognato.
Filini: L’ho già iscritta io!
Fantozzi: Ah, bene.
Filini: Sì! Cinquemila lei e tremila la signora!
Fantozzi: Bene!
Filini: Ah! La bertuccia, ehm… Albertuccia… Albertina… La bambina!
Fantozzi: Ah! Mariangela, mia figlia.
Filini: Eh, sì, è gratis logicamente! Arrivederci!

Dopo al campo da tennis

Filini: Allora, ragioniere, che fa? Batti?
Fantozzi: Ma… mi dà del tu?
Filini: No, no! Dicevo: batti lei?
Fantozzi: Ah, congiuntivo!
Filini: Sì!

Dopo

Fantozzi: Io sono stato azzurro di sci!
Calboni e Signorina Silvani: Eh?
Fantozzi: Io sono stato nella nazionale di sci!
Signorina Silvani: E lo dice così?!? Mah! Ha sentito Calboni? Eh… che bravo!
Calboni: Sì, vedremo… Ce lo dimostrerà!
Fantozzi: Veramente… sono dieci anni che non scio…
Calboni: Eh?
Signorina Silvani: Come?
Fantozzi: Dicevo che saranno vent’anni che non scio…
Calboni: Cosa?
Signorina Silvani: Parli forte, non si capisce!
Fantozzi: Sto dicendo che saranno trenta, trentacinque anni che non vedo un paio di sci!

Dopo che Fantozzi ha insultato la statua della madre del direttore Catellani

Dir. Catellani: Quando diceva “puttana” e “vecchia stronza” lei alludeva a sua moglie vero?!
Fantozzi: S-sì! Come ha fatto a indovinare?
Ragioniere Filini: Sì, è vero, signor direttore, lui ogni giorno, quando entra ed esce in ufficio lui dice sempre a sua moglie: vecchia stronza e…
Fantozzi: Puttana!

Dopo

Signorina Silvani: Cos’è quel picco lassù?
Calboni: Quale?
Signorina Silvani: Quello lassù!
Calboni: Ah, quello lì? Quella… è… quella è… il dente del giudizio, sì!
Signorina Silvani: Ah! Non lo riconoscevo!

Dopo

Fantozzi: Ma in merito a tutte queste rivendicazioni e a tutte le ingiustizie che ci sono, lei che cosa consiglierebbe di fare, Maestà?
Mega Direttore Galattico: Ecco, bisognerebbe che per ogni problema nuovo tutti gli uomini di buona volontà, come me e come lei, caro Fantozzi, cominciassero a incontrarsi senza violenze in una serie di civili e democratiche riunioni, fino a che non saremo tutti d’accordo.
Fantozzi: Ma, mi scusi, Santità, ma in questo modo ci vorranno almeno mille anni!
Mega Direttore Galattico: Posso aspettare, io.
Fantozzi: Grazie.

Dopo

Pina: Mi tradisci?
Fantozzi: Sì, è la vita.

Il secondo tragico Fantozzi – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Fantozzi: Signora, io vorrei sdebitarmi: bevi?
Signorina Silvani: No, grazie. Piuttosto, in cambio mi facci un piacere: venghi, venghi.
Fantozzi: Sì. Dovi?

Dopo

Fantozzi: Signor Duca Conte, se lei mi permette io vorrei avere l’onore di presentarle…
Duca Conte Semenzara parlando di Pina e Mariangela: Ma chi sono quelle due facce da menagramo? Ma chi mi vuole presentare lei?
Fantozzi: Niente! Volevo solo presentarle le mie umili scuse, se per caso prima, inavvertitamente, l’ho sfiorata con un gomito!
Duca Conte Semenzara: Ah, allora non ha rapporti con quelle due cose lì?
Fantozzi: No, mai viste né conosciute in vita mia!
Duca Conte Semenzara: E non le guardi, cribbio! E si tocchi anche lei!

Dopo

Duca Conte Semenzara: Ua, Ui, Ue | La fortuna viene a me. | Ui, Ue, Ua | La fortuna viene quà.
Fantozzi: A, Ue, Ui | La fortuna non va lì.

Dopo a caccia nel bosco

Filini: Che peccato che non abbia portato la sua bertuccia.
Fantozzi: Come la bertuccia?
Filini: Ah, voglio dire, Albertina, la babbuina, ehm…
Fantozzi: Albertina?
Filini: Insomma, la sua bambina, eh, eh, eh!
Fantozzi: Ah, mia figlia, Mariangela.
Filini: Sì, certo. E sa come si sarebbe divertita a saltare di albero in albero?
Fantozzi: Come di albero in albero?
Filini: Ehm… vo… voglio dire di prato in prato.

Durante la festa nella villa in collina dei conti Serbelloni Mazzanti Viendalmare

Contessa Viendalmare: Impiegato.
Fantozzi: Fantozzi!
Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare: Impiegato!

Dopo

Contessa Viendalmare: Impiegato, lei conosce il nostro ambasciatore di Germania, il conte Otto von Über Steiner?
Fantozzi facendo il saluto nazista: Heil Hitler! Oh, scusi.
Conte Otto von Über Steiber: Può chiamare me solo Otto.
Fantozzi: No, no. Almeno nove.
Filini: Dieci.
Fantozzi: Undici.
Filini: Dodici.
Narratore: Alla fine la spuntò Fantozzi.
Fantozzi: Trenta e lode. Tiè! (Facendo il gesto dell’ombrello lancia un uovo nell’occhio di un’aristocratica)

Dopo

Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare: Ma non ha sete, impiegato?
Fantozzi: Ho la salivazione leggerissimamente azzerata.
Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare: E allora beva!

Dopo

Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare: Che giorno è oggi?
Arcivescovo De Vetanza e Fantozzi in coro: Domenica!
Fantozzi: Facciamo Flic e Floc: mi dia il mignolo! (ma l’arcivescovo non ce l’ha più perché gliel’aveva tagliato la contessa)

Dopo

Riccardelli: Le piace il cinema espressionista tedesco?
Fantozzi: Io… io… è il grande amore della mia vita, e voglio in questa sede ricordare i grandi maestri Murnau e Robert Wiene, di cui tutti noi non possiamo fare a meno dell’irrinunciabile capolavoro Das Cabinet der Doktor Caligarissssss!
Riccardelli: Ca-li-ga-ri!
Fantozzi: Caligari… Caligari.
Riccardelli: E chi è David-Llewelyn-Wark Grft?
Fantozzi: Non…
Riccardelli: Grft!
Fantozzi: Non s… non sento.
Riccardelli: Grft!
Fantozzi: Griffith! Griffith… è il padre del cinema americano. Io lo adoro, è come se fosse mio padre, sa, dottore?
Riccardelli: Bene, giovanotto. Lei è dei nostri!

Dopo

Pina: Ugo, credo che non potrai vedere la tua partita questa sera.
Fantozzi: Come?
Pina: Dobbiamo uscire.
Fantozzi: Chi?
Pina: Il dottor Riccardelli.
Fantozzi: No!
Pina: Mi ha detto il ragionier Filini che dobbiamo immediatamente andare a vedere un film cecoslovacco.
Fantozzi: No!
Pina: Ma con sottotitoli in tedesco!

Durante il dibatti dopo la proiezione de La corazzata Kotiomkin

Fantozzi: Scusi, posso dire una parola io?
Riccardelli: Ah, la nostra merdaccia! Venga, venga, Fantocci, si accomodi! Finalmente ha trovato le parole! Chissà quale profondo giudizio estetico avrà maturato in tutti questi anni! Dica, dica! Allora?
Fantozzi: Per me… La corazzata Kotiomkin… è una cagata pazzesca!
Primo dipendente: Bravo! Bravo!
Narratore: Novantadue minuti di applausi!
Fantozzi: Hai capito, eh? Merdaccia!

Dopo al night club

Calboni: Volete bere?
Filini: Ah, sì! Be’, noi abbiamo portato la Prunella Ballor.
Calboni: Ma che dite? Che ci portiamo i cibi cotti da casa? Ci porti tre scotcs, grazie!
Fantozzi: Cos’è che beviamo, Calboni?
Calboni: Tre scotcs!

Dopo il tradimento di Calboni

Signorina Silvani: Mi licenzio, mi faccio liquidare, e scappo con il primo venuto!
Fantozzi: Perché zazzezzù… zuto?
Signorina Silvani: Che ha detto?
Fantozzi: Eh… Perché scappa con il primo venuto? Signorina… Anch’io sono stanco di questa vita, anche io mi posso far liquidare dalla ditta, anch’io sono abbastanza giovane e piacente… Ah, be’, non molto… Signorina, basta che lei dica una parola sola. Anzi, non la dica neppure, perché chi tace acconsente. Signorina, io la abbraccio! Oh! (va verso di lei per abbracciarla, ma cade dalla finestra e finisce su un autobus in corsa).

Dopo prima di scappare con la signorina Silvani

Fantozzi: Be’, io vado… a comperare le sigarette.
Pina: Sì, Ugo.
Fantozzi: No, lascia. Torno, torno subito.
Pina: Sì.
Mariangela: Sigarette? Ma papà non ha mai fumato.
Pina: Ha deciso di provare, speriamo che smetta presto.

Dopo a Capri

Fattorino: Le valigie, prego.
Fantozzi: Chi è? Lasci! La… Metta! Metta giù quelle manacce! Masc… Ma mascalzone! Ladro! Le mie valigie! Molli quelle valigie!
Fattorino: Prego, lasci le valigie!
Fantozzi: Scusi. Mi… mi scusi.
Signorina Silvani: Com’è violento coi sottoposti, Fantozzi.

Dopo

Fantozzi: Ho dormito sul… sul letto matrimoniale?
Signorina Silvani: Sì, sì.
Fantozzi: Come?
Signorina Silvani: Sì. Sì, Fantozzi.
Fantozzi: E cos’ho fatto?
Signorina Silvani: Tutto.
Fantozzi: Come?
Signorina Silvani: Tutto, Fantozzi.
Fantozzi: Signorina, io sento come un volo di angeli.
Signorina Silvani: Lei è il solito poeta, Fantozzi.
Fantozzi: Però, signorina, io di questa notte non mi ricordo quasi più niente.
Signorina Silvani: Meglio, Fantozzi.

Dopo

Balabam al telefono: Caro Fantozzi, prima di tutto Buon Natale. Ho qui davanti la sua domanda di riassunzione e tutto il suo dossier. Mi scusi se turbo l’intimità della sua casa in questa santa notte, ma io la passo qui, nel mio ufficio, perché per me il lavoro è preghiera. Avrei bisogno di parlarle un momento. Dunque mi ascolti e si metta comodo. (Fantozzi corre subito dal direttore) Allora, caro Fantozzi, accetta?
Fantozzi: Sì!
Balabam: Fantozzi, già qui?
Fantozzi: Accetto tutto!
Balabam: Ma come? Non ha neanche sentito quello che le ho detto.
Fantozzi: Accetterei comunque. Io mi arrendo senza condizioni.
Balabam: E allora venga, caro Fantozzi. Ma che cos’ha? Ha paura? Noi le vogliamo così bene.
Fantozzi: È appunto per questo che io ho paura.
Balabam: Ma su, su, venga. Uccidiamo il vitello grasso!
Fantozzi: Io?
Balabam: Ma no, non lei. Lei è il figliuol prodigo, la pecorella smarrita che ritorna al nostro ovile. E noi le diciamo: “Bentornato”.

Subito dopo

Fantozzi: Grazie. Così, mi riassumete?
Balabam: Certo.
Fantozzi: Riavrò il mio posto?
Balabam: No. Proprio il suo posto no. Ma le diamo qualcosa di più.
Fantozzi: E cioè?
Balabam: E cioè, oltre al nostro perdono, le offriamo anche la gioia purificatrice di meritarselo. Lei ricomincerà da capo, Fantozzi: dal gradino più basso della carriera. Noi la riassumiamo come parafulmine. Fantozzi! Fantozzi! Le auguro buon lavoro, caro ragioniere! E mi raccomando, non sia così triste. Rida! Rida! Il lavoro è gioia! Il lavoro è allegria! Ecco, bravo! Così! E adesso, all’opera! Bravo! Buona fortuna, Fantozzi!

Fantozzi contro tutti – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Visconte Cobram: Alla Milano-San Remo del 1931, arrivò terzo Piemontesi, secondo Guerra, e primo?
Fantozzi: Bè primo… Carnera…

Dopo

Fantozzi: Vorrei far dire una messa.
Prete: Pro o contro qualcuno?
Fantozzi: Contro.
Prete: Contro costa il triplo, trentamila. Cantata cinquantamila.
Fantozzi: Cantata!
Prete: Lo odi molto, figliolo!

Dopo sul passo della Coppa Cobram

Fantozzi: Ragioniere, che fa? Va in fuga?
Filini: No, freni rotti!

Dopo

Direttore Calabar: Scriva quell’ignobile frase.
Fantozzi: Non ho le mani.
Impiegato: E queste che cosa sono ?
Fantozzi: Queste sono paralizzate.
Direttore Calabar: Non facci il buffone, scriva.

Dopo

Megapresidente Arcangelo: Lei è convinto di quello che ha scritto di me?
Fantozzi: Io non l’ho scritto, io l’ho solo pensato!
Megapresidente Arcangelo: Lei non deve pensare, Fantozzi, questo è il suo errore. Venga con me, avanti, su, cancelli.

Dopo

Visconte Cobram: Cos’è la punzonatura?
Fantozzi: Eh, la punzonatura… Eh, dunque… Eh-ehm, dicesi punzonatura un… Quando… L’acqua… Non me lo ridordo più…
Visconte Cobram: Non se lo ricorda più!
Fantozzi: No, eh, sì… Mi sembra, insomma… Forse si potrebbe ipotizzare che la punzonatura è un… è una cattiva azione, cioè quando si dice “gli ha dato una gran punzonatura”… Ah, sì è quando uno sciame d’api che… No, è un piatto regionale abruzzese…
Visconte Cobram: Un piatto regionale abruzzese! Le cose cambieranno qua! Voi non avete idea di cosa vi aspetta, maledetti smidollati! Fuori!

Dopo

Fantozzi: Lei mi deve rendere conto
Cecco: Dei conti se n’occupa mi’ zio Antunello

Migliori frasi di Fantozzi. Fantozzi contro tutti, 1980, Neri Parenti, Paolo Villaggio, Silvano Spadaccino, dottor Birkermaier, polpette
Una scena di Fantozzi contro tutti che ha come protagonisti Paolo Villaggio e Silvano Spadaccino – Migliori frasi di Fantozzi

Fantozzi subisce ancora – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Pina: Dai un colpo di clacson, avvertilo, Ugo!
Fantozzi: Ma sei pazza, Pina?! Se ci risponde, siamo fottuti, siamo! Adesso.. adesso appena posso, passo in coda, passo…

Dopo

Fantozzi: Prendimi!
Sig.na Silvani: Ma io la prendo a spazzolate sulla testa! Fuori dal mio camper! Fuori dal mio camper!!

Dopo

Fantozzi: Pina scusami, ma tu per me, che cos’è, che cos’è che senti eh?
Pina: Io Ugo per te provo solo…
Fantozzi: Eh lo so, lo so, provi solo un po’, un po’ di tenerezza…
Pina: No, Ugo, solo un po’ di pena.

Dopo

Pina: Non è per te, è per Mariangela. Le si è fermato il ciclo!
Fantozzi: Eh, va be’, le si è rotta la bicicletta, che stiamo a farne una tragedia!
Pina: Non ce l’ha più!
Fantozzi: Gliel’hanno rubata! Ma porca puttana! Ma quante volte…
Pina: Le mestruazioni! Le si sono fermate!
Fantozzi: Chi ha parlato? Come le me… mestr… ma scusami ma anche Mariangela ha proprio tutto come…?
Pina: Ma Ugo! È una bambina come tutte le altre!
Fantozzi: Be’, insomma…
Pina: Vedi questo cerchietto colorato qua? Qua! Eh! Significa che Mariangela aspetta un bambino…
Fantozzi: Aspetta un bambino? Ma, alle otto e mezza? Ma io ho fame!
Pina: Ugo!!! È incinta!!
Fantozzi: E allora me l’hai già detto… Eh… Di… di chi siamo incinti?

Dopo

Loris Batacchi: Questa cos’è? Mo se l’è brutta!
Fantozzi: È un tipo!
Loris Batacchi: Un tipo? Un tipo di scimmia, un tipo, il tipo più brutto d’Europa!

Dopo

Loris Batacchi: Mariangela Fantossi…
Fantozzi: Fantozzi!
Loris Batacchi: Eh, cosa vuole… Fantossi…
Fantozzi: Fantozzi!
Loris Batacchi: Sì, Fantossi, con la seta, ho capito, non son mica siemo!

Dopo

Fantozzi: Ma per una gravidanza ci vogliono solo nove mesi…
Dottor Grandi: Ah sì?
Fantozzi: Ma scusi, ma lei non lo sa?
Dottor Grandi: Ma gliel’ho detto che sono ortopedico!

Superfantozzi – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Filini: Si ricorda l’indirizzo?
Fantozzi: No…
Filini: Via Crucis 8!

Dopo

Dio: Fantozzi hai disobbedito! Non c’è più posto per te nel paradiso terrestre!
Fantozzi: Ma puttana Eva!

Dopo

Fantozzi: E-escalabar… Escansaba… Eschitsbu… Escantsva…
Mago del Lago: Excalibur, imbecille!
Fantozzi: Grazie…

Subito dopo

Fantozzi: De Cubitus… Ehm, Trumbulus… Descambidi…
Mago del Lago: Excalibur, imbecille!
Fantozzi vedendo Excalibur: E va be’, ma non mi tratti così d-di fronte alla spada..

Dopo

Robin Hood: Io sono Robin Hood, e rubo ai ricchi per dare ai poveri!
Fantozzi: Siamo ricchi! (torna Robin Hood e gli prende il sacchetto ripetendo le stesse parole di prima)

Dopo

Fantozzi: Ha mica l’ora per favore?
Filini: Certo, mezzogiorno in punto!

Fantozzi va in pensione – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Fantozzi: Ma dove cazzo è il mio cartellino?!?
Impiegato: Ma che sei diventato scemo? Sei andato in pensione ieri, il tuo cartellino non c’è più!

Dopo

Pina davanti ad un cinema a luci rosse: Le casalingue… Ugo ma c’è un errore di ortografia…
Fantozzi: Ehm, ma no scusami perché, perché è plurale, son più di una no? Cioè, singolare casalinga, plurale casalinghe!…gue!
Pina: Ah certo!
Fantozzi: Eh poi scusami, è il film che fa per te adesso che mi sei diventata femminista, no? è il problema di due casalinghe… lingue…

Dopo

Pina: Ugo ma non dai un bacio alla bambina?
Fantozzi: È una formalità? Irrinunciabile?

Dopo

Fantozzi: Che cosa c’è?
Ughina: Ho sete.
Fantozzi: Va bene adesso ti abbever… ehm… adesso ti… ti… eh ti do da bere…

Dopo sentendo un urlo nelle grotte di Postumia

Fantozzi: Ma… ma sono urla umane!
Filini: Noooo!
Fantozzi: Ma… disumane!

Dopo all’interno delle grotte di Postumia

Fantozzi: Fantozzi!
Eco: Merdaccia! Merdaccia! Merdaccia!
Fantozzi: Ma cosa ha detto?
Filini: Merdaccia! Chiarissimo!
Pina: Prova con il nome Ugo, però digli anche che sei ragioniere.
Filini: Eh Sì!
Fantozzi: Momento eh… Fantozzi Ragionier Ugo!
Eco: Stramerdaccia! Stramerdaccia! Stramerdaccia!
Fantozzi: Stronzo!
Eco: Fantozzi! Fantozzi! Fantozzi!

Dopo

Sig.na Silvani: Oh! Me lo dii la prego!
Fantozzi: Così non piace! No! Mi molli!
Sig.na Silvani: La prego, non se ne vada.
Fantozzi: Ma cosa vuole che le dii!
Sig.na Silvani: Me lo dii! Me la prenda, Fantozzi!

Dopo

Fantozzi: Pina! Eccolo! L’infarto! Eccolo!
Pina: Sì, Ugo, va bene.

Dopo

Pina: Ugo! Ma sei ancora sveglio?
Ugo: Si ti ho aspettata! Ho messo un po’ di ordine di la…
Pina: Ho visto, grazie! Ma perché mi hai aspettata? Domani mattina hai la sveglia alle 6:00 per lavorare…
Ugo: No, mi sono licenziato…
Pina: Perché??? Che cosa è successo???
Ugo: Ma niente… era un lavoro senza prospettive, e così preferisco rimanere a casa, a non fare niente…
Pina: Ma non hai paura di annoiarti?
Ugo: No! Purché rimanga tu in casa, a farmi compagnia però…
Pina: Certo Ugo!
Ugo: Pina io, so che ti chiedo un grande sacrificio, quando ti chiedo di rinunciare, alla tua amicizia… Ma io ho capito che nella vita, non occorre sbattere tanto sai, per essere felici… Basta accettarla così, come viene…

Subito dopo

Pina: Che gioia sentirti dire queste parole Ugo! Ma come è successo?
Ugo: Gli anni, a qualcosa servono! Spegni la luce…
Pina: Ugo, posso dirti una cosa?
Ugo: Certo!
Pina: Io ti stimo moltissimo! Sono contenta di invecchiare a fianco ad un uomo come te!

Dopo

Fantozzi: Ma allora questo sarebbe una specie di… lavoro… lavoro nero.
Duca Conte: Preferiamo chiamarlo grigio, come i suoi capelli, Fantozzi!

Fantozzi alla riscossa – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Duca conte Barambani: Quindi alle corde, cosa è lei Fantocci? Lo dica a questi ragazzi!
Fantozzi: Ehm… sì lo dico… ma cosa dico…?
Duca conte Barambani: Lei è una me…
Fantozzi: Ehm… Ehm… una medusa no, eh?
Duca conte Barambani: Lei è una mer…
Fantozzi: Me..Meringa…
Duca conte Barambani: Non mi faccia arrabbiare! Dichiari il suo stato! LEI È UNA MER… LEI È UNA MEEER…
Fantozzi: Una MERDACCIA!

Dopo

Giudice Pettoruta: Io ieri sera sono stata violentata.
Fantozzi: Come violentata?
Giudice Pettoruta: Certo, apposta ho accettato questo incarico.
Fantozzi: Ah…
Giudice Pettoruta: Che mi violentino pure, una volta, due volte, tre volte, quattro volte, cinque volte, sei volte, sette volte, otto volte, nove volte, dieci volte!
Fantozzi: Mi scusi signora, ma non ha mai pensato di prendersi ogni tanto qualche piccola… so… sosta?
Giudice Pettoruta: Mi spezzo, ma non mi piego!

Dopo

Psicologo: …ma lei non ha nessun complesso di inferiorità!
Fantozzi: Davvero?
Psicologo: Lei È inferiore…

Dopo

Hooligan: Che schifo!
Fantozzi: Ehmm, chi fa schifo?
Hooligan: Tu fa schifo!
Fantozzi: Io? Ah, eh, sì.. sì..
Hooligan: Tuo vestito fa schifo! Leva giacca di ragioniere! Horrible! Via colletto bianco con cravatta che impicca! Horrible! Tu nudo ancora più schifo!

Dopo

Hooligan: Tu adesso entra in negozio e ruba stereo, ruba, ruba bello grande portatile: il mio si è rotto.
Fantozzi: Il suo si è rotto, lei non ne può fare a meno.
Hooligan: Tu paura, bevi ‘na birra, che ti da carica, bevo una anch’io, ok.

Dopo

Hooligan: Tu ora lancia biglia di acciaio contro lampadario.
Fantozzi: Ma… ma non c’è nessun motivo.
Hooligan: Meglio!

Dopo

Sig.na Silvani: E noi dove andremo ad abitare, Fantozzi?
Fantozzi: Be’, adesso io.. proprio per… Si andrebbe ad abitare… tu.. tutti dal geometra Filini. Sa, Filini quello simpatico con gli occhiali…
Sig.na Silvani: Che cosa? Ma allora perché veni a rompere i cojoni co’ ‘ste serenate de merda? E io dovrei venire a vivere co’ te e con quer mezzo cecato de Filini? Ma vadi a fare in culo!

Fantozzi in paradiso – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Filini: Ma come faranno a comprarsi le Porsche e a vivere da signorini senza lavorare?
Fantozzi: Cosa fa prende in giro? Eh? Droga, strupi…
Filini: Uh?
Fantozzi: Stru-stru-stripi-rapine… Io per questa gente qua riprimisti…
Filini: Uh?
Fantozzi: Ripritimist… riprimist… farei tornare la pena di morte.

Dopo

Sig.na Silvani: Ma che ha fatto Fantozzi?
Fantozzi: No, è tutto… perfetto.
Sig.na Silvani: E allora.. bevi!
Fantozzi: Signorina… mi dà del tu?
Sig.na Silvani: No, è congiuntivo!

Dopo

Fantozzi: Ma Pina ma quelli sì… si … accoppiano… sì… accoppiano!
Pina: Ma come si accoppiano Ugo… fanno l’amore Ugo.

Dopo

Don Fantocci: Uomo fortunato! Che conosci la data della tua dipartita, usa il tempo che ti rimane a preparare la strada per il paradiso! Indossa il cilicio! Chiedi perdono! Pentiti!
Fantozzi: Ma io mi pento solo… di non essermi goduto… la vita!

Dopo

Sig.na Silvani: Mi corteggi, mi conquisti, mi seduchi! Ecco, mi colghi una stella alpina.
Fantozzi: Io le faccio un mazzo così! Cioè…

Fantozzi – Il ritorno – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Studente: ‘A nonno, che c’avresti qualche millante pe’ la benza??
Fantozzi: Ma come cavolo parli!? Via ignorante! Vadi, impara l’italiano, si istruischi!

Dopo

Fantozzi: Eccomi! Eccomi! Mi sedio qua, mi sedio, c’ho una fame paurosa che… Ma cos’è sta roba?
Pina: Doppio cheesburger con patatine e chechup!
Fantozzi: Ma io avevo ordinato i vermicelli col tonno!
Pina: Lo so, ma non possiamo imporre a Ughina le nostre abitudini!

Dopo

Pina: Ecco, sono i rapitori: hanno fissato la cifra del riscatto!
Fantozzi: Tre milioni, sei e cinquanta più IVA?!? Lasciami passare!
Pina: Ma che fai, non chiamerai mica la polizia? È una cifra onesta, Ugo, e siamo in grado di pagarla.
Fantozzi: Sto chiamando il commercialista. Gli voglio domandare se l’IVA sui sequestri si può detrarre dalle tasse!
Pina: Ugo! Il problema è che abbiamo il conto in banca congelato!
Fantozzi: Ah… Ma chi se ne frega! I soldi li ritiriamo lo stesso!

Dopo

Sig.na Silvani: La vede questa? Ebbene qua dentro c’è suo figlio.
Fantozzi: Mio figlio? Signorina, lei con questa rivelazione mi ha spiazzato completamente. Però non mi parli così, come se io le fossi saltato addosso, come se l’avessi strupratra… stupara… sturbat… sturata.
Sig.na Silvani: Ma che cazzo stai a di’?
Fantozzi: E va be’, ma l’italiano è una lingua maledetta!

Dopo

Fantozzi: Uga è stata rapita, vi faremo sapere le condizioni per il pagamento del riscatto. Per dimostrarvi che non scherziamo troverete un pezzo di Uga nella noce di cocco!
Pina: Oh, no!
Fantozzi: Le hanno tagliato la coda!
Pina: Ma che dici, è la sua treccina, ma come ti viene in mente!

Migliori frasi di Fantozzi. Il secondo tragico Fantozzi, 1976, Luciano Salce, Ugo Fantozzi, Paolo Villaggio
Una scena di Il secondo tragico Fantozzi che ha come protagonista Paolo Villaggio – Migliori frasi di Fantozzi
Altre informazioni sulla saga presenti sul blog – Migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi

Recensione: N.P.

Curiosità sulla serie: N.P.


Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie, potete seguire il blog sui canali Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo sulle migliori frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi, trovate articoli simili in questa sezione: Frasi e citazioni Frasi e citazioni.

Se conoscete altre frasi di Ugo Fantozzi in Fantozzi che vi hanno colpito da consigliare scrivetelo nei commenti!

Luca Miglietta

Maglietta – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.