Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro – Parte II

Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro – Parte II

Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro – Parte II

Ritorno al Futuro – Parte II è da qualche giorno sul catalogo Netflix negli Stati Uniti, ma i fan sono rimasti delusi da un taglio di una scena.

Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro - Parte II
Sei qui: Home » Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro – Parte II

Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro – Parte II. Si tratta della sequenza in cui Marty McFly, tentando di tornare in possesso dell’Almanacco Sportivo, scopre che in realtà, la rivista che ha in mano, ha solo la sovra-copertina dell’Almanacco. All’interno, invece che l’Almanacco Sportivo, c’è la rivista per adulti chiamata Oh Là Là.

La scena mostra immagini senza alcuna carica erotica o che in qualche modo possano sconvolgere i più piccoli. Marty sfoglia semplicemente qualche pagina di una rivista per adulti anni cinquanta. Quindi potete capire come una cosa del genere possa turbare la visione al pubblico. Facendo questa operazione esclama con disperazione “Oh là là”.

In un mondo dove la tv ha raggiunto livelli di volgarità mai visti, come si può censurare una rivista dei pudici anni cinquanta? Come potrebbero essere ritenute troppo osé le modelle di Oh Là Là?  Bisogna ricordare inoltre che Ritorno al Futuro – Parte II era uscito in America nel 1989 senza alcun tipo di limitazione di età. La pellicola era infatti classificata dalla Motion Picture Association of America come “Not Rated”, cioè “per tutti”

Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro - Parte II, rivista osé

Netflix censura una scena di Ritorno al Futuro – Parte II, anche Disney+ aveva fatto la stessa cosa con il film Splash- Una Sirena a Manhattan

Non è un problema che riguarda solamente Netflix, anche le piattaforme streaming concorrenti, hanno censurato pellicole. Poche settimane fa ad esempio si era scatenata una polemica perchè la Disney+ aveva censurato il fondoschiena di Daryl Hannah in Splash – Una sirena a Manhattan. Le erano stati infatti allungati digitalmente i capelli per nascondere il sedere. Operazione svolta pure in maniera grossolana, tanto che si vede che i capelli non son naturali.

Su Reddit fanno notare che il taglio nel montaggio operato da Netflix sembra davvero grossolano. Non c’è nessuna cura per gli effetti audio in sottofondo e sembra che l’inquadratura duri troppo poco, rendendo il taglio piuttosto evidente agli occhi di chi guarda. Quindi questa inutile censura provoca anche una pessima visione della scena. Sui social è già partita una campagna perchè venga rimossa questa assurda censura, vedremo cosa succederà. La censura riguarda comunque solamente il Netlix fruibile agli utenti americani.

Ecco la scena originale tagliata:

Ecco il taglio mostrato da un utente Twitter:

Luca Miglietta

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terninator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Link Utili
Contatti blog Chi sono Note legali

Informazioni utili

----- Telegram: Canale su Telegram su cui trovare gli aggiornamenti del blog -----

----- WhatsApp: Canale e gruppo WhatsApp su cui trovare gli aggiornamenti del blog ----

Ecco invece gli account Instagram, Twitter e Facebook dove seguire le ultime notizie sul cinema, le serie Tv, la musica ed i videogiochi. Inoltre troverete tutti gli aggiornamenti del blog e gli ultimi articoli sulle curiosità collegate a film e serie ed approfondimenti su interessanti argomenti. Ovviamente non mancherà uno sguardo alle ultime uscite nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme streaming Amazon Prime Video, Netflix, Disney+ e Now TV.

Avvertenze

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dellintrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta.
Non mi resta che augurarvi una buona navigazione e permanenza sul sito non son solo film ed ovviamente una buona lettura!