Le pause del commissario Maigret, l’aneddoto

Le pause del commissario Maigret, l’aneddoto

Le pause del commissario Maigret

Gino Cervi era l’interprete della serie con protagonista il personaggio ispirato ai romanzi dello scrittore belga Georges Simenon

Le pause del commissario Maigret. Maigret a Pigalle, 1967, Mario Landi, Gino Cervi, Lila Kedrova
Una scena di Maigret a Pigalle che ha come protagonisti Gino Cervi e Lila Kedrova
Sei qui: Home » Le pause del commissario Maigret, l’aneddoto

Quello che sto per raccontarvi sulle pause del commissario Maigret è incredibile. Oggi sarebbe stato il compleanno di Gino Cervi, nato a Bologna il 3 maggio del 1901 e vi parlerò di un aneddoto su un suo personaggio. Era un attore, doppiatore e conduttore radiofonico dotato di una notevole presenza scenica e di una grande capacità recitativa. Ha spaziato tra cinema, teatro, radio e televisione, ma è famoso soprattutto grazie all’indimenticabile duetto con Fernandel in Peppone e Don Camillo.

Il grande scrittore, sceneggiatore, regista teatrale e drammaturgo Andrea Camilleri aveva raccontato un aneddoto sulle pause del commissario Maigret.

Gino Cervi non studiava mai la parte. Tutte quelle stupende pause del commissario Maigret che carica la pipa in realtà gli servivano per leggere i gobbi.

Vi chiederete come sapeva questo dettaglio, vero? Andrea Camilleri conosceva questo dettaglio perché all’epoca era il delegato di produzione della serie Le inchieste del commissario Maigret.

Le pause del commissario Maigret sono caratteristiche del personaggio

Le inchieste del commissario Maigret è una serie di sedici sceneggiati, tratti dai romanzi e racconti dello scrittore francese Georges Simenon. Il protagonista della serie è il Commissario Maigret interpretato da un bravissimo Gino Cervi. Gli episodi andarono in onda sul Programma Nazionale (unico canale rai dell’epoca) dal 1964 al 1972 ed a curare la regia c’era Mario Landi. Il regista appare anche in diversi episodi della serie per pochi secondi per imitare di quanto faceva Alfred Hitchcock nei suoi film.

Dopo l’enorme successo dello sceneggiato televisivo Maigret sbarca sul grande schermo. Nel 1967 Mario Landi diresse un film a colori intitolato Maigret a Pigalle. Era una produzione italo-francese sempre con Gino Cervi nel ruolo del protagonista ed un cast formato da alcuni attori comparsi anche nella serie RAI, come ad esempio Mario Feliciani, Antonio Battistella, Diego Michelotti e Elena de Merik. Tra i protagonisti c’era anche l’attrice francese di origine russa Lila Kedrova.

Maigret a Pigalle

Il soggetto di Maigret a Pigalle è tratto dal romanzo Maigret al night-club di Georges Simenon. Girarono gli esterni del film a Parigi, mentre gli interni negli stabilimenti Incir-De Paolis a Roma.

Sapevate questo aneddoto sulle pause del commissario Maigret? Curioso vero?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Se vi è piaciuto questo articolo sulle pause del commissario Maigret, trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle Frasi e citazioni.

Luca Miglietta

I Maigret: 13 – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.