Perché non funziona come nei film?

Perché non funziona come nei film?

Perché non funziona come nei film?

Si tratta di una interessante domanda che pone David Grossman nel suo romanzo “Qualcuno con cui correre”

Perché non funziona tutto come nei film? David Grossman
David Grossman
Sei qui: Home » Perché non funziona come nei film?

Perché non funziona tutto come nei film? Si tratta di un pensiero preso dal romanzo “Qualcuno con cui correre“, scritto nel 2000 da David Grossman. Il libro racconta la storia di Tamar, il cui destino sarà legato a quello di Assaf, un giovane sconosciuto. Il regista Oded Davidoff nel 2006 ha diretto poi una pellicola israeliana dal titolo omonimo tratta da romanzo. Molti nella vita si chiedono “perché non funziona come nei film?” O perché queste cose accadono solo nei film? Chi non ha mai sentito una frase simile almeno una volta?

Forse è proprio per questo che esiste il cinema. La vita reale non ha sceneggiatori che scrivono tutto quello che deve accadere in due ore di film. La vita reale ha invece tempi molto più lunghi in cui accadono le cose e certo è molto meno imprevedibile che una pellicola. Quando spiego che la realtà è spesso molto diversa dai film, non sto parlando di film di fantascienza con gli alieni sia chiaro!

In ogni caso non esiste probabilmente miglior film della vita reale, si commettono errori e si impara dai propri sbagli ed inoltre ognuno di noi è artefice del suo destino. Sta poi a noi rendere la vita la miglior pellicola possibile. Dopo questa introduzione vi spiego perché non funziona tutto come nei film secondo il pensiero di David Grossman.

Ecco perché non funziona tutto come nei film secondo David Grossman

Ecco come si apre il pensiero di Grossman: “ma perché non funziona tutto come nei film? Perché gli estranei in metropolitana, invece che limitarsi a guardarti, non attaccano bottone dicendoti che hai un sorriso bellissimo? Perché dopo trent’anni, in un caffè del centro, non rincontri mai la persona per cui hai lottato? Perché le madri fanno fatica a capire i propri figli e i padri ad accettarli? Perché la frase giusta arriva sempre durante il momento sbagliato?”

Poi lo scrittore continua ad interrogarsi sul perché non funziona come nei film: “perché non ti capita mai di correre sotto la pioggia, di arrivare davanti al portone di qualcuno, farlo scendere, scusarti e iniziare a parlare a vanvera per poi trovarti labbra a labbra e sentirti dire: ‘non importa, l’importante è che sei qui’? Perché non vieni mai svegliato durante la notte da una voce al telefono che ti dice: ‘non ti ho mai dimenticato’?”

Poi lo scrittore spiega perché secondo lui non funziona come nei film: “se fossimo più coraggiosi, più irrazionali, più combattivi, più estrosi, più sicuri e se fossimo meno orgogliosi, meno vergognosi, meno fragili, sono sicura che non dovremmo pagare nessun biglietto del cinema per vedere persone che fanno e dicono ciò che non abbiamo il coraggio di esternare, per vedere persone che amano come noi non riusciamo, per vedere persone che ci rappresentano, per vedere persone che, fingendo, riescono ad essere più sincere di noi”.

Altre curiosità su Qualcuno con cui correre e David Grossman

Che ne pensate del perché non funziona come nei film? Dopo aver letto del perché non funziona come nei film, potete leggere anche questi interessanti pezzi sull’attore:

  • curiosità

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Vi è piaciuto questo articolo sul perché non funziona come nei film? Trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Qualcuno con cui correre – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.