Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show

Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show

Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show

L’attrice ha raccontato una serie di aneddoti sul film

The Rocky Horror Picture Show, 1975, Jim Sharman, Susan Sarandon
Una scena di The Rocky Horror Picture Show che ha come protagonista Susan Sarandon
Sei qui: Home » Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show

Susan Sarandon ha raccontato nel febbraio 2021 una serie di curiosità e aneddoti su The Rocky Horror Picture Show. L’attrice in collegamento nel programma Che tempo che fa, condotto da Fabio Fazio ha parlato della sua carriera e delle donne forti e libere che ha interpretato. Susan Sarandon ha detto che ha sempre preferito interpretare persone normali: “ho sempre scelto sulla base di quello che mi veniva offerto. Ciò che mi interessa rappresentare sono persone normali che fanno cose eccezionali”. E poi prosegue: “gli eroi non si sentono eroi quando agiscono”.

Le scelte che si fanno nella vita aiutano a crescere secondo l’attrice: “ad un certo punto della propria vita a, uno arriva ad essere se stesso e deve fare delle scelte difficili. A volte queste scelte continuano ad aprire nuove porte e in questo modo si cresce”. Lei poi fa degli esempi: “quando per esempio in Dead Man Walking ero suor Helen, lei non sapeva di essere un’eroina. Non sapeva di poter diventare davvero un campione ma a volte se uno si rifiuta di dire una bugia automaticamente si aprono delle porte, si apre una sorta di vocazione”.

Susan Sarandon parlando di The Rocky Horror Picture Show ha detto che gli è venuta la polmonite perché girava spesso mezza nuda

Susan Sarandon ha raccontato anche degli aneddoti su The Rocky Horror Picture Show. “Avevo un amico che si occupava della produzione e in questo modo siamo diventati amici di Tim Curry. Ad un certo punto sono andata a salutarlo mentre stava facendo il casting e il regista mi ha chiesto se sapevo cantate. Io ho detto di essere sempre stata terribile con il canto. Mi hanno chiesto di cantare qualcosa, come Tanti auguri a te”.

Susan Sarandon era un po’ imbarazzata, ma ha provato comunque a cantare: “il mio ego mi ha reso così imbarazzata in quel momento che ho pensato che dovevo provarci”. E ha fatto bene perché la produzione l’ha trovata perfetta per la parte nel film! Poi Susan Sarandon ha raccontato un altro aneddoto su The Rocky Horror Picture Show: “tra l’altro mi è venuta la polmonite perché in quel film stavo mezza nuda tutto il tempo… Penso che sia il film che da più anni gira nelle sale cinematografiche, ha avuto un grande successo”.

Il rapporto con Tim Curry

Tim Curry in The Rocky Horror Picture Show interpreta Frank-N-Furter un personaggio che ad un certo punto del film indossa un bustino nero di pizzo e calze a rete. Susan Sarandon veste invece i panni di Janet Weiss. In un’altra intervista Susan Sarandon ha rivelato altre informazioni su The Rocky Horror Picture Show: “non è stata divertente quanto può sembrare”, però “Tim Curry era un mio caro amico”. Le poi continua: “ci spostammo in Inghilterra e lì faceva freddissimo e pioveva e inoltre lavoravamo a un’ora di strada fuori da Londra per giornate molto lunghe”.

Il suo amico Tim Curry ha sempre avuto un rapporto problematico con il film e con il ruolo di Frank. L’attore ha infatti rivelato: “nella vita reale io sono una persona molto modesta. Ma la gente si aspetta di vedere un Alice Cooper. Tuttavia, riescono sempre a separarmi dal ruolo di Frank”. Non è stato facile per Tim Curry interpretare Frank: “ci vuole una certa dose di coraggio per interpretare Frank”. Ha poi rivelato che ha cercato di prendere le distanze da questo personaggio: “sono diventato paffutello anche per allontanarmi visivamente da quel ruolo. Oggi vivo tranquillamente con Frank ma c’è stato un periodo in cui non ci riuscivo”.

Le riprese del film non erano confortevoli

Il set non era l’ideale per lei: “uno dei set non aveva nemmeno un vero e proprio tetto, quindi filtrava la pioggia per tutto il tempo. Forse avrete notato che nel film vado in giro in sottoveste per tutto il tempo quindi mi presi una polmonite, e mi durò per circa un mese e non c’era riscaldamento sul set”. La produzione cercò comunque in qualche modo di rendere più confortevole la vita degli attori: “installarono una specie di calorifero sul soffitto, che però prese fuoco”.

Susan Sarandon era americana e aveva bisogno di un posto dove dormire: “infine, essendo una produzione a budget molto basso, e io venivo dagli Stati Uniti e mi avevano trovato dove dormire solo per alcuni giorni, quindi ho dovuto spostarmi continuamente: una situazione molto dura. Quando ci ripenso, penso che devono essere stati dei bei momenti, anche se a ben pensarci sono stati piuttosto difficili! Non vedo spesso gli altri attori, ma penso che siano tutti molto felici di averlo fatto. Don’t dream it. Be it è un motto molto importante”.

The Rocky Horror Picture Show

The Rocky Horror Picture Show è un film del 1975 diretto da Jim Sharman. La pellicola è tratta dallo spettacolo teatrale “The Rocky Horror Show” del 1973, di Richard O’Brien. Il film racconta le vicende di una giovane coppia di innamorati che cade nelle grinfie di un folle scienziato e del suo bizzarro e imprevedibile gruppo di ospiti. Si ritroveranno così in situazioni ambigue e al limite della follia.

Susan Sarandon ha rifiutato di recitare completamente nuda

C’è un altro aneddoto raccontato da Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show. Lei ha rivelato che i produttori del film le avevano chiesto di esibirsi completamente nuda durante la scena di “Touch-A, Touch-A, Touch Me”, ma lei ha rifiutato categoricamente. Susan Sarandon era apparsa nuda in altri film precedenti, ma non voleva ripetere l’esperienza. 

Conoscevate queste curiosità di Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show? Un film cult che ha fatto la storia del cinema, ma che non è stato una passeggiata per l’attrice.

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Vi è piaciuto questo articolo sugli aneddoti di Susan Sarandon su The Rocky Horror Picture Show? Trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

T-shirt – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.