Scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin

Scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin

Scena di nudo integrale di Scarlett Johansson in Under the Skin

L’attrice si è spogliata per la prima volta davanti alla cinepresa

Scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin, 2013, Jonathan Glazer, Scarlett Johansson, Laura
Una scena di Under the Skin che ha come protagonista Scarlett Johansson
Sei qui: Home » Scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin

Ricordate la scena di nudo integrale di Scarlett Johansson in Under the Skin? Si tratta di una pellicola di fantascienza del 2013, diretta dal regista Jonathan Glazer e basata sull’omonimo romanzo di Michael Faber. Oltre a Scarlett Johansson nel film recitano anche Adam Pearson, Paul Brannigan e Jessica Mance. La Johansson interpreta l’aliena Laura che prende il corpo di un’attraente ragazza e vaga per la Scozia seducendo gli uomini che incontra. Lei li conduce in una sorta di ambiente onirico in cui, immersi in una sostanza scura, vengono intrappolati, senza alcuna pietà.

Prima dell’uscita nelle sale c’era molta attesa per la scena di nudo integrale di Scarlett Johansson in Under the Skin, annunciata dai produttori. Il film però non ha ottenuto i risultati attesi al botteghino incassando solo 5,4 milioni di dollari in tutto il mondo a fronte di un budget di 13 milioni. Questo perché la scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin era già apparsa in rete prima dell’uscita della pellicola e tutti l’avevano già vista. Grazie all’uscita in DVD e sulle piattaforme streaming la scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin è poi diventata un cult.

La scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin aveva agitato molto l’attrice durante le riprese

L’attrice sapeva bene cosa significava giare una sequenza simile, come aveva spiegato durante la conferenza stampa di presentazione del film.

Penso che in un certo senso devi guardare la nudità e in qualche modo supporre che il tuo corpo diventerà lo screenshot di qualcuno, quindi in un certo senso devi valutare il rischio che stai correndo.

Aveva anche aggiunto che fino all’ultimo non aveva avuto idea di cosa sarebbe apparso sullo schermo, perché Glazer ha girato molte più scene di quelle che sono state poi utilizzate nella pellicola. L’attrice nella stessa intervista del 2014 aveva spiegato come si sentiva la prima volta che ha visto il film.

La prima volta che ho visto il film finito ero terrorizzata, perché non sapevo cosa aspettarmi e come sarei apparsa. Poi la paura è presto svanita quando mi sono ritrovata immersa nelle immagini.

Si trattava del primo nudo integrale di Scarlett Johansson davanti alla cinepresa

Il film nonostante gli scarsi incassi è stato acclamato dalla critica di tutto il mondo, in particolare per la regia di Jonathan Glazer. E’ però innegabile che molti fan dell’attrice hanno visto il film proprio per la scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin. Si tratta di un nudo integrale particolare perché l’attrice durante le riprese del film si spogliò per la prima volta davanti alla cinepresa. La componente erotica della sequenza però, nonostante la bellezza dell’attrice, è pari a zero, sembra quasi una sorta di lezione di anatomia con la protagonista intenta a studiare il corpo umano di fronte a uno specchio.

L’attrice nel 2013 non aveva certo bisogno di farsi notare, era una delle star più acclamate di Hollywood. Aveva partecipato a film come Lost in Translation, Match Point, The Prestige, Vicky Cristina Barcellona e The Avengers. La scena di nudo di integrale Scarlett Johansson in Under the Skin per lei poteva addirittura essere un rischio per la carriera. Alla fine però fu la stessa attrice a decidere di girare questa scena in cui era completamente e nuda senza una controfigura.

Cosa pensa Scarlett Johansson della nudità

Scarlett Johansson aveva parlato di cosa aveva significato per lei girare quella scena. Durante la promozione del film spiegò anche cosa significava per lei girare un scena senza nessun vestito.

È una cosa gratuita? Si tratta di vanità? È una parte importante del viaggio di questo personaggio alla scoperta di sé? Insomma, qual è il vantaggio di una scena di nudo?

Come vi accennavo prima la scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin è stata girata senza una controfigura proprio per una scelta dell’attrice. Lei spiegò alla stampa che scelse di farlo perché sentì che era giusto per il personaggio e che valeva il rischio. Parlando di Laura, il suo personaggio disse:

La sua nudità era una questione molto pratica. Avevo anche i capelli neri. Era questa la mia idea. Sapevo che non sarei dovuta apparire come una specie di bionda sexy. Era una scena di nudo ma non c’era nulla di sexy.”

L’intervista a Yahoo!

Si è parlato della scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin in moltissime interviste oltre a quelle che vi ho citato prima. Vi riporto cosa ha detto ad esempio Scarlett Johansson in una intervista del 2014 a Yahoo! E’ interessante perché sembra che spogliarsi per lei sia stato quasi liberatorio e catartico. Lei infatti spiega che girare delle scene nuda l’ha aiutata a riscoprire sé stessa.

Sono una persona molto discreta. Di certo non voglio mettermi in mostra ovunque. Ma penso di aver capito ad un certo punto che fosse necessario lasciarsi andare, per permettere al personaggio di emergere totalmente in quel momento. La cosa mi ha aiutata a riscoprire me stessa, proprio come ha fatto il mio personaggio… Sono riuscita a rendermi conto del modo in cui io mi giudicavo, e di come fossi consapevole di determinate cose. Non si trattava solo della nudità, ma di molte altre situazioni, in cui semplicemente ho dovuto… Non siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo nelle scene finché non mi sono liberata del tutto. La cosa per certi versi è stata molto catartica.

Un film con una lunga gestazione

Oggi noi parliamo della scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin, ma sapete che l’attrice protagonista poteva essere un’altra? Ci vollero infatti circa dieci anni per realizzare il progetto, durante i quali il ruolo fu proposto ad attrici come Eva Green, Gemma Arterton, January Jones, Abbie Cornish e Olivia Wilde.

Il regista Jonathan Glazer decise infatti di adattare il romanzo di Michel Faber subito dopo aver concluso il suo primo film, Sexy Beast – L’ultimo colpo della bestia nel 2000. Non iniziò però a lavorare al progetto fino alla conclusione del suo film successivo, Birth – Io sono Sean nel 2004. E dal 2004 trascorsero molti altri anni prima che Under the Skin venisse alla luce.

Scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin è stata premiata dal sito Mr. Skin

Nell’agosto 2014, il sito Mr. Skin ha inserito la scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin al primo posto nella sua classifica delle “150 migliori scene di nudo di celebrità di tutti i tempi“. Non si sa perché abbia preso questa decisione questo sito, come vi avevo accennato non si tratta di una scena poi così “bollente”.

Lo sceneggiatore e produttore Steven Schneider ha inserito invece il film nel libro “1001 film da vedere prima di morire“. Non si sa se sia solo per la trama o abbia contribuito la scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin.

Avete visto scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin? Cosa ne pensate? Avete apprezzato questa bella pellicola di fantascienza?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Vi è piaciuto questo articolo sulla scena di nudo di Scarlett Johansson in Under the Skin? Trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Buono Regalo Amazon – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.