Crea sito

Torino Film Festival 2020 avrà una giuria al femminile

Torino Film Festival 2020 avrà una giuria al femminile

La trentottesima edizione del Tff sarà sia fisica che virtuale, per contrastare la pandemia di coronavirus. Confermate le 6 masterclass e un evento speciale con il film “The Truffle Hunters”.

Torino Film Festival 2020 avrà una giuria al femminile
Logo del Torino Film Festival

Torino Film Festival 2020 avrà una giuria al femminile. Tra le tante novità della 38/a edizione del Torino Film Festival, che si svolgerà dal 20 al 28 novembre, ci sono la giuria tutta al femminile e un concorso con soli 12 film. La giuria sarà composta da sole donne per dare un segnale sulla tema della varietà e diversità.

Il Torino Film Festival di quest’anno sarà sia presenza che on line, grazie a una sala virtuale di 500 posti, realizzata in collaborazione con MyMovies, Questo per evitare troppi assembramenti e contrastare l’emergenza causata dalla pandemia di coronavirus. Inoltre per far fronte al problema Covid-19, il Tff quest’anno sarà diffuso e dislocato in 12 luoghi della città, tanti quanti le punte della stella della Mole, nuovo logo della manifestazione. Per chi non lo sapesse la Mole Antonelliana è il simbolo di Torino.

Per conoscere i 12 titoli che andranno a comporre il concorso di questa edizione, e il resto del programma, dovremo però attende fine ottobre.

Uno degli eventi speciali di questa edizione del TFF sarà l’anteprima italiana del film “The Truffle Hunters“, il docu-film diretto e prodotto da Michael Dweck e Gregory Kershaw, con la produzione esecutiva di Luca Guadagnino e la sua Frenesy Film Company. Presentato in anteprima mondiale al Sundance Film Festival il 30 gennaio 2020, il film racconta la vita di alcuni anziani cercatori del tartufo d’Alba, dei loro rituali, del loro rapporto con i cani e con il territorio. Il film verrà distribuito in Italia dalla Sony Pictures.

Torino Film Festival 2020 avrà una giuria al femminile, l’annuncio da parte del presidente del Museo Nazionale del Cinema

Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema oggi alla presentazione ha parlato delle novità alla stampa.

Siamo consapevoli che si tratta di un grande cambiamento, che però tiene il passo con i tempi. Il cinema nasce per essere fruito in sala, è quello il suo posto, ma le nuove tecnologie ci permettono di arrivare ovunque, moltiplicando la forza comunicativa della settima arte. È con questo spirito che il TFF sbarca online, senza rinunciare alle sue origini, quando si chiamava ancora Cinema Giovani, trattando molti temi tra cui giustizia sociale e inclusione, visti attraverso l’occhio creativo di giovani cineasti.

Il Torino Film Festival del 2020 avrà 6 masterclass, una serie di incontri con i grandi protagonisti e autori del cinema contemporaneo internazionale. Secondo gli organizzatori sarà una chiacchierata in libertà che non si limita ad una lezione di cinema ma che va oltre, mettendo in luce particolarità meno conosciute dei protagonisti. Le 6 masterclass saranno:

  1. “Imprevedibile Stefania” con Stefania Sandrelli e Andrea Occhipinti, a cura di Massimo Sordella
  2. “Spedizione torinese” con Aleksandr Sokurov e i suoi allievi, a cura di Alena Shumakova
  3. “La natura nel cinema” con Giorgio Diritti e Paolo Pejrone, a cura di Gian Luca Favetto
  4. “Formare le nuove generazioni di filmmaker e attivisti” con Mohsen Makhmalbaf, a cura di Fedra Fateh e Vahid Rastgou
  5. “Cinema e uguaglianza sociale per un mondo più giusto e sostenibile” con Waad Al Kateab e Taghi Amirani, a cura di Fedra Fateh
  6. “Women in film: le voci in evoluzione delle donne nel cinema”, a cura di Fedra Fateh

Si rinnova anche il premio del Torino Film Festival

La stella diventa il nuovo simbolo del Torino Film Festival e con l’istituzione del Premio Stella della Mole. Il Premio Stella della Mole sarà il riconoscimento massimo con cui saranno premiati i vincitori del festival, al pari del Leone di Venezia, la Palma di Cannes, l’Orso di Berlino e del Pardo di Locarno.

Il Premio Stella della Mole avrà una componente tecnologica del tutto unica: grazie alla collaborazione del Politecnico di Torino e con il coinvolgimento di Competence Industry Manifacturing 4.0, polo costituito dai due atenei torinesi insieme a 23 partner industriali per la diffusione di competenze legate all’Industria 4.0. Il riconoscimento che verrà consegnato ai vincitori del festival è realizzato in alluminio attraverso la tecnologia avanzata dell’Additive Manufacturing.

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie, potete seguire il blog sui canali Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo “Torino Film Festival 2020 avrà una giuria al femminile” lasciate un commento o condividetelo. Pensate che la pellicola uscirà nei tempi previsti? Siete in attesa di vedere il terzo capitolo della saga? Continuate a seguire gli aggiornamenti sulla pellicola sul blog.

Luca Miglietta