Il padrino frasi e citazioni

Il padrino frasi e citazioni

Il padrino frasi e citazioni

Un film del 1972, che ha come attori principali Marlon Brando, Al Pacino, James Caan, Robert Duvall, Diane Keaton, John Cazale e Sofia Coppola

Il padrino frasi e citazioni, The Godfather, 1972, Francis Ford Coppola, Marlon Brando, don Vito Corleone, gatto
Una scena del film di Francis Ford Coppola che ha come protagonista Marlon Brando – Il padrino frasi
Sei qui: Home » Il padrino frasi e citazioni

Il padrino frasi e citazioni. Seguono ora alcune frasi e citazioni tratte dalla pellicola di Francis Ford Coppola. Solo una breve introduzione a cui, nella seconda parte dell’articolo, seguiranno anche i dialoghi da non perdere. La seconda sezione è infatti più completa ed esaustiva.

Il padrino frasi

1 Don Vito Corleone (Marlon Brando) – Il padrino frasi

Affidiamo questo incarico a qualche senatore ebreo di un altro distretto.

Perché un uomo che sta troppo poco con la famiglia non sarà mai un vero uomo.

Gli farò un’offerta che non potrà rifiutare. – In lingua originale – “I’m going to make him an offer he can’t refuse”.

Mai dire a una persona estranea alla famiglia quello che c’hai nella testa. (al figlio Sonny)

Chiama Bonasera, ora ho bisogno io di lui.

Ma io sono superstizioso, sapete? E se gli capitasse un incidente, o se si pigliasse una palla nella testa da parte di qualcuno della polizia, o se lo trovassero impiccato nella sua cella, e persino se fosse colpito da un fulmine… qualcuno dei presenti ne sarebbe responsabile… E allora io non perdono. Ma, tolto questo, vi prometto e vi giuro, sulla testa dei miei nipotini, che non sarò io il primo a rompere la pace stipulata oggi. (durante la riunione delle cinque famiglie)

Le donne possono essere imprudenti, ma l’uomo no!

No, no. eh eh. Facciamo un altro gioco: tu vai laggiù. Vai, vai lì.

2 Michael Corleone (Al Pacino) – Il padrino frasi

C’è una soluzione: eliminare Sollozzo.

Fredo, sei il fratello maggiore e io ti voglio bene. Ma non ti azzardare mai più a schierarti contro la famiglia, è chiaro? Mai più.

Barrese è morto. E anche Philip Tattaglia. Moe Greene. Strachi. Cuneo. Oggi sistemo tutte le questioni della famiglia, non dirmi che sei innocente Carlo, confessa quello che hai fatto.

In gamba. Non avere paura, Carlo. Che diamine, non renderei mai vedova mia sorella, e poi sono anche il padrino di tuo figlio no? Ma non venirmi a dire che sei innocente, perché è un insulto alla mia intelligenza e la cosa mi disturba molto.

3 Santino “Sonny” Corleone (James Caan) – Il padrino frasi

La pistola voglio che la metta a posto uno di piena fiducia. Non voglio che mio fratello resti in quel cesso col coso in mano e basta.

Non potrei mai rendere orfano mio nipote prima che nascesse.

Pezzo di merda! Oh, vi levate di mezzo?

4 Pete Clemenza (Richard S. Castellano) – Il padrino frasi

Quello Sonny è uscito pazzo, vuole che ci organizziamo coi materassi a terra, dobbiamo trovare un posto lontano da casa.

‘A pistola lasciala… Pigliami i cannoli.

5 Virgil Sollozzo (Al Lettieri) – Il padrino frasi

A me non me piace la violenza Tom, io sono un uomo d’affari, e il sangue costa troppo caro.

Micheluzzo, tu mi capisci,no? Sei italiano, come tuo padre, come me. Tuo padre sta male, appena starà meglio cerchiamo di fare un meeting e mettiamo tutto a posto. Sto contrasto va a finire, no?

6 Altri personaggi – Il padrino frasi

Don Corleone, sono molto onorato e gratissimo che mi avete voluto invitare allo sposalizio di vostra figlia, e mi auguro che la prima creatura sia masculo e in salute!

Se Don Corleone ha tutti i giudici e i politici di New York, lui non ci può negare la possibilità di servircene. Se abbiamo sete dobbiamo poter bere anche noi l’acqua di quel pozzo. È chiaro che verrà ricompensato per il suo disturbo. Dopo tutto non siamo comunisti…

La droga deve essere controllata come un’industria per mantenerla rispettabile! Non la voglio vicino alle scuole. Non la voglio in mano ai bambini! Questa è un’infamità. Nella mia città limiteremo il traffico ai negri e alla gente di colore. Tanto sono bestie, anche se si dannano peggio per loro.

[Ultime parole] Michele, aspettami lì, che vengo da sola fino da te!

Di a Mike che fu questione d’affari: l’ho sempre ammirato. Ma, Tom, tu puoi aiutarmi? In nome della nostra vecchia amicizia?

Clemenza?

Il padrino, The Godfather, 1972, Francis Ford Coppola, Al Pacino
Una scena del film di Francis Ford Coppola che ha come protagonista Al Pacino – Il padrino frasi

I dialoghi – Il padrino frasi e citazioni

Bonasera: Io credo nell’America. L’America fece la me fortuna. E io crescivo a me figghia come n’americana, e ci retti libertà, ma ci insegnave puru a non disonorare la famigghia. Idda avia un boyfriend non italiano, se ‘nniano o cinema insieme tornava a casa tardi e io non protestavo. Due mesi fa lui l’invitò in machina con n’avutro amico suo. Le fecero bere Whisky e poi cercarono di approfittarsi di lei. Lei resistette, l’onore lo mantenne. E iddi la pestarono, come n’animale. Quann’arrivai o’ospedale a so’ facci faceva paura. A mascidda era rutta. L’aveano cosuta cu’ file e ferro. Nemmeno chiangere poteva tanto era o’ male. E io chiangeve, povera figghia. Idda era a luce dell’occhi mei. Bellissima era! E ora un sarà mai chiù bedda come prima… m’ha a scusare.. andai… andai alla polizia da buon americano. I due furono pigghiati e processati. U’ giudice i condannò ma un aveano precedenti e ci dettero la condizionale: sospensione della pena. Li fecero uscire nello stesso giorno! Io restai dentro quell’aula come un fesso. E chiddi du bastardi mi ridevano in faccia. Allora dissi a mia moglie, per la giustizia dobbiamo andare da Don Corleone.
Vito Corleone: Ma perché andasti alla polizia? Perché non venisti da me subito?
Bonasera: Che cosa vuliti ri mia? Domandatemi tutto, ma faciti chiddu chi m’aspetto da voi.

Subito dopo – Il padrino frasi

Vito Corleone: Sarebbe a dire? Questo non lo chiedere.
Bonasera: Io vi darò tutto quello che volete.
Vito Corleone: Da molti anni ci conosciamo ma questa è la prima volta che vieni da me per consiglio o per aiuto. Nemmeno me la ricordo l’ultima volta che m’invitasti a casa tua a pigliare un caffè, anche se mia moglie fece pure da madrina a tua figlia. Ma diciamoci la verità: la mia amicizia tu non la volevi, avevi paura di trovarti in debito.
Bonasera: Non mi vulia ‘mmischiare na sti cosi.
Vito Corleone: Questo l’ho capito. Trovasti il paradiso tuo in America. Commercio avviato, vita sicura, polizia che ti protegge, giustizia nei tribunali… A che ti serviva un amico come me? Ma ora vieni da me e mi dici: “Don Corleone, fammi giustizia!”. Però non lo domandi con rispetto, tu non offri amicizia, non ti sogni nemmeno di chiamarmi padrino. Invece ti presenti a casa mia il giorno che si marita mia figlia e mi vieni a chiedere un omicidio a pagamento.
Bonasera: Io vi chiedo giustizia.
Vito Corleone: Questa non è giustizia. Tua figlia è ancora viva.

Subito dopo – Il padrino frasi

Bonasera: Anche loro annu a soffrire chiddu ca lei soffre. Dicite o prezzo e io pago.
Vito Corleone: Ma che ti feci, Bonasera? Che ti feci mai per meritare questa mancanza di rispetto? Se venivi da me in amicizia i bastardi che hanno sfigurato tua figlia avrebbero una punizione oggi stesso. E se per questo un onest’uomo come te si trovasse dei nemici, quelli diventerebbero nemici miei e avrebbero paura di te.
Bonasera: Mi volete amico, Padrino?
Vito Corleone: Bravo. Un giorno, e non arrivi mai quel giorno, ti chiederò di ricambiarmi il servizio, ma fino a quel momento consideralo un dono in occasione delle nozze di mia figlia.
Bonasera: Grazie, Padrino.
Vito Corleone: Prego. Ah, questo incarico diamolo a Clemenza, voglio gente di affidamento, uomini che non si fanno prendere la mano. Noi non siamo assassini, anche se quel beccamorto ne sembra convinto.

Dopo – Il padrino frasi

Michael Corleone: Johnny quando era appena agli inizi aveva firmato un impegno di esclusiva con un famoso maestro. Ma dato che la sua carriera andava di bene in meglio se ne voleva liberare, e chiese aiuto a mio padre, che è suo Padrino. Allora mio padre andò a trovare il maestro, e gli offrì diecimila dollari per sciogliere il contratto. La risposta fu no. Il giorno appresso papà andò a trovarlo di nuovo accompagnato da Luca Brasi, e questa volta quello firmò la rinuncia. In cambio di un assegno di cento dollari.
Kay Adams: E come… si era convinto?
Michael Corleone: Papà gli aveva fatto un’offerta che non poteva rifiutare.
Kay Adams: Offerta in che senso?
Michael Corleone: Luca gli puntò una pistola alla testa e mio padre disse che su quel documento ci sarebbe stata la sua firma, oppure il suo cervello. È una storia vera.

Dopo – Il padrino frasi

Michael Corleone: Mio padre non è diverso da qualunque altro uomo di potere…
Kay Adams: Già…
Michael Corleone: Da chiunque abbia la… responsabilità di altri uomini, come un senatore, un presidente.
Kay Adams: Non vedi come è ingenuo quello che dici?
Michael Corleone: Perché?
Kay Adams: Senatori e presidenti non fanno ammazzare la gente.
Michael Corleone: Chi è più ingenuo, Kay?

Dopo – Il padrino frasi

Peter Clemenza: Ehi Paulie, mo’ hai fatto un peto?
Paulie Gatto: No! Sarà stato Rocco.
Peter Clemenza: Eh, già, quello per la paura scorreggia! Fermate, devo fare un po’ d’acqua.

Dopo – Il padrino frasi

Michael Corleone: Devo andare un momento al bagno. Avete niente in contrario?
Mark McCluskey: Beh, quando scappa scappa, no?
Virgil Sollozzo: Aspetta.
Mark McCluskey: L’ho frugato io, è pulito.
Virgil Solozzo: Va’, ma spicciati.
Mark McClauskey: Ne ho frugati migliaia di quei pisciasotto!

Dopo – Il padrino frasi

Fredo: Ma di’, glielo hai detto a Moe Greene?
Michael Corleone: Gli faremo un’offerta che non potrà rifiutare.

Dopo – Il padrino frasi

Vito Corleone: Io ho sempre lavorato e non ho rimorsi, ho avuto cura della mia famiglia e ho sempre rifiutato di fare il pupo attaccato ai fili tenuti in mano da quei pezzi i’ novanta. E non ho rimpianti, era la mia vita, ma pensavo che un giorno finalmente sarebbe toccato a te tenere i fili. Il Senatore Corleone, il Governatore Corleone oppure non so…
Michael Corleone: Un altro pezz’ i’ Novanta…
Vito Corleone: Ah, il tempo non mi è bastato, non ho avuto il tempo.
Michael Corleone: Ci arriveremo papà, ci arriveremo.

Dopo – Il padrino frasi

Sonny: Eh be’? E che minchia è chiss’? – In lingua originale: “What the hell is this?”
Pete Clemenza: È all’uso calabrese. Significa che Luca Brasi dorme coi pesci. – In lingua originale: “It’s a Sicilian message. It means Luca Brasi sleeps with the fishes”.

Il padrino frasi e citazioni, 1972, Francis Ford Coppola, Al Pacino, Michael Corleone, divisa
Una scena del film di Francis Ford Coppola che ha come protagonista Al Pacino – Il padrino frasi

Infine altre informazioni a proposito della pellicola presenti sul blog – Il padrino frasi e citazioni

Colonna sonora film: non ancora presente

Curiosità sul film:

Errori presenti nel film: non ancora presente

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie, potete seguire il blog sui canali Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo “Il padrino frasi e citazioni” lasciate un commento o condividetelo.

Anche questa sezione del blog è in continuo aggiornamento, segnalate se vi sono degli errori. Vi ricordo che anche voi potete segnalare nei commenti le vostre citazioni preferite.

Luca Miglietta

Maglietta – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.