Crea sito

Mel Gibson sul Covid-19: “È la cosa più strana che abbia mai avuto”

Mel Gibson sul Covid-19: “È la cosa più strana che abbia mai avuto”

L’attore ha parlato della sua esperienza durante pandemia di coronavirus ed ha dichiarato che per lui è stata una malattia diversa da qualsiasi altra cosa abbia mai avuto

Mel Gibson sul Covid-19: "È la cosa più strana che abbia mai avuto"
Sei qui: Home » Mel Gibson sul Covid-19: “È la cosa più strana che abbia mai avuto”

Mel Gibson sul Covid-19: “È la cosa più strana che abbia mai avuto”. L’attore, come ricorderete, lo scorso anno nel mese di aprile era stato ricoverato per coronavirus. Mel Gibson dopo tanti mesi ha parlato di questa sua esperienza col Covid-19 che lo aveva debilitato e costretto al ricovero. L’attore e regista in un’intervista a Terri Seymour di Extra ha descritto la sua esperienza con il virus come la più strana che gli sia mai capitata.

Mi sono sentito da schifo per un po’ di tempo . Per fortuna, non è stato necessario utilizzare ventilatori polmonari e tutto è andato bene. Il Covid non sembra nemmeno un virus naturale. La mia degenza è stata stranissima e la malattia diversa da qualsiasi altra cosa abbia mai patito.

Mel Gibson sul Covid-19 si è soffermato parlando delle sue sensazioni

L’attore e regista è stato intervistato assieme a Frank Gillo che ha diviso la scena con lui nel film Quello che non ti uccide. Mel Gibson si è ripreso completamente dopo il ricovero a causa del virus lo scorso aprile in un ospedale di Los Angeles, in California. Ha descritto il Covid-19 come la cosa più strana che gli sia mai capitata. Addirittura arrivando ad affermare che il coronavirus non sia naturale. Dopo questo breve momento complottista la star di Arma letale ha rassicurato i fan con questa battuta:

ora va tutto bene, vado ancora in bagno da solo.

La notizia del ricovero di Mel Gibson era stata riportata per la prima volta dal quotidiano australiano The Daily Telegraph. Il quotidiano nel mese di luglio aveva scritto che l’attore era risultato positivo al Covid-19 ed era stato ricoverato ad aprile in ospedale, dove è era stato curato con il farmaco Remdesivir. Poi si è negativizzato ed ha sviluppato lentamente i primi anticorpi.

Mel Gibson ha anche parlato dell’esperienza di essere padre in piena pandemia di Covid-19

L’attore nell’intervista ad Extra ha anche raccontato che essere genitori di un bambino di quattro anni costretto in casa durante la pandemia è stata una esperienza diversa. Il bambino è figlio di Mel Gibson e Rosalinda Ross, che hanno cominciato a frequentarsi nel 2014. Lars Gerard, nato nel 2017, è il primo figlio di Rosalind Ross ed addirittura il nono di Mel Gibson.

Avere in casa un bambino di 4 anni che è un piccolo vichingo è una vera esperienza. Nonostante tutto, è stato meraviglioso trascorrere più tempo con lui!. Non importa se c’è una pandemia, non importa se lui è a casa, non importa se è in spiagge lontane, non importa.

Molti attori hanno dovuto affrontare il Covid-19, chi in maniera più leggera come Tom Hanks, chi più grave e tutti hanno voluto testimoniare la propria esperienza. Alcuni purtroppo sono morti come Nick Cordero, ne ho parlato in questo articolo: “Nick Cordero è morto dopo una lunga battaglia contro il coronavirus“. Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie, potete seguire il blog sui canali Facebook, Instagram e Twitter.

Se vi è piaciuto l’articolo “Mel Gibson sul Covid-19: “È la cosa più strana che abbia mai avuto”“, trovate questa ed altre notizie nella sezione del blog non son solo film: News sul cinema e le serie tv.

Luca Miglietta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dell’intrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta. Buona lettura e permanenza sul sito.