Monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun

Monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun

Monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun

Un personaggio importante della serie anime

Monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun, anime, serie tv, croce
Una scena di Trigun che ha come protagonista Nicholas D. Wolfwood
Sei qui: Home » Monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun

Oggi vi parlo del monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun. Nicholas D. Wolfwood è uno dei personaggi del manga Trigun e dell’anime che si ispira ad esso. Per quanto rigurda l’anime, Trigun, Wolfwood compare per la prima volta nell’episodio n. 9, intitolato “Murder Machine“. All’inizio dell’episodio incontra Vash the Stampede nel deserto. Lui è in sintonia con Stampede fin dalla prima volta che lo incontra perché entrambi hanno uno spiccato lato goliardico. I due però hanno comunque delle differenze caratteriali, ad esempio Vash è un idealista, Nicholas D. Wolfwood invece è un disilluso.

La serie anime Trigun è tratta dall’omonimo manga giapponese creato Yasuhiro Nightow. Parla di Vash the Stampede, il primo uomo nella storia dichiarato calamità naturale e chiamato “tifone umanoide”. Lo ritengono responsabile di disastri in molte città e per questo su di lui c’è una taglia di 60 miliardi di doppi dollari. Lui però è un tipo spensierato, oltre ad essere un pacifista convinto. E’ sempre pronto a salvare i più deboli, ed ha la passione per le belle donne e le ciambelle. Incontrerà presto il reverendo pistolero Nicholas D. Wolfwood.

L’intera vicenda di Trigun si svolge su Gunsmoke, un lontano e desertico pianeta, illuminato da due soli e circondato da cinque lune. È un mondo duro e selvaggio, in cui i coloni umani faticano a vivere serenamente a causa di faide tra antiche e potenti famiglie rivali. Ora vi lascio al monologo del reverendo Nicholas Wolfwood in Trigun.

L’interessante monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun

Ecco il monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun.

È permesso? Mi fermo solo un momento… Sai, nonostante faccia il predicatore non mi ero mai confessato prima d’ora. Io ho sempre pensato che in tempi come questi il mio primo dovere fosse quello di proteggere i bambini, e che questa fosse l’unica cosa giusta da fare. Nient’altro vale quanto loro, mi dicevo, e in nome di questa idea ho stroncato molte vite… eh. E alla fine è diventato un crimine troppo pesante, un peso impossibile da sostenere. Però… oggi credo che avrei potuto farcela. Se ora ne avessi la possibilità ci riuscirei, di modi per non far morire nessuno in fondo ce ne sono tanti, se uno ci pensa.

Chissà perché non l’ho capito subito! Signore, se dovessi rinascere, nella prossima vita mi piacerebbe finire in un posto un po’ più vivibile, un posto in cui si susseguano giorni tranquilli, un posto dove nessuno rubi e nessuno uccida: una specie di Paradiso, e in quel luogo io potrei vivere, con loro… e con lei. No, non voglio morire! Ci sono ancora moltissime cose che vorrei fare, io voglio restare ancora un po’ con loro! Perché non posso?! Tu pensi che non me lo meriti, non è così Signore? Io sono troppo sfrontato a chiederti di perdonare uno come me… e tu non sei abbastanza misericordioso.

Altre curiosità su Trigun

Non trovate interessante il monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun? Cosa ne pensate? Dopo aver letto quello il monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun, potete leggere anche questi interessanti pezzi sul film:

  • curiosità

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Inoltre se volete vedere il monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun lo trovate su diverse piattaforme streaming.

Vi è piaciuto questo articolo sul monologo di Nicholas Wolfwood in Trigun? Trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Occhiali – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.