Basic Instinct 2, film del 2006 con Sharon Stone

Basic Instinct 2, film del 2006 con Sharon Stone

Basic Instinct 2 di Michael Caton-Jones

Una pellicola del 2006 che ha come protagonisti Sharon Stone, David Morrissey, Charlotte Rampling, David Thewlis, Anne Caillon

Basic Instinct 2, 2006, Michael Caton-Jones, Sharon Stone, Catherine Tramell, divarica gambe, sexy, sedia
Una scena del film che ha come protagonista Sharon Stone nel ruolo di Catherine Tramell
Sei qui: Home » Basic Instinct 2, film del 2006 con Sharon Stone

In Basic Instinct 2 la scrittrice Catherine Tramell è ancora una volta nei guai con la legge, questa volta quella inglese. Scotland Yard nomina lo psichiatra Michael Glass per valutarla. Glass però come il detective Nick Curran prima di lui, è affascinato da Catherine Tramell e attirato dal suo gioco seducente.

Basic Instinct 2 è uscito nelle sale italiane il 31 marzo 2006 e ha ancora una volta protagonista Sharon Stone nel ruolo di Catherine Tramell, la perfida e perversa scrittrice bisex di romanzi gialli. Questo personaggio in Basic Instinct ha reso celebre celebre Sharon Stone. La scena di Basic Instinct in cui Sharon Stone accavalla le gambe è diventata un cult cinematografico.

Trama di Basic Instinct 2

Catherine Tramell si è trasferita a Londra dagli Stati Uniti. Si fa masturbare mentre è alla guida di un’auto lanciata a forte velocità, dal suo amante di turno. L’auto perde il controllo e la vettura cade nel Tamigi. L’uomo annega mentre lei si salva. L’ispettore Roy Washburn di Scotland Yard cerca di trovare un modo per arrestarla. La perizia psichiatrica della donna viene affidata a un noto analista, il dottor Michael Glass.

Catherine si sente attratta da lui e Michael capisce subito che la scrittrice è una donna intelligente, ma dipendente dal pericolo. I capi d’accusa contro Catherine Tramell cadono per insufficienza di prove, e lei viene prosciolta dall’accusa di omicidio. Washburn però continua a credere che Catherine Tramell sia un pericolo per tutti.

Michael Glass riceve la visita di Catherine nel suo studio perché lei vuole diventare una sua paziente. Lei infatti vuole scrivere un nuovo libro, che parla di un’assassina che stringe un morboso legame con il suo analista. Catherine Tramell durante le sedute stuzzica Michael, raccontandogli le sue avventure sessuali, i suoi orgasmi e le sue fantasie perverse. Michael presto capirà che Catherine Tramell non è andata da lui per farsi aiutare, ma solo per manipolarlo.

Basic Instinct 2, 2006, Michael Caton-Jones, Sharon Stone, Catherine Tramell, seno, vestito
Una scena del film che ha come protagonista Sharon Stone nel ruolo di Catherine Tramell

Basic Instinct 2, sequel del campione d’incassi diretto da Paul Verhoeven del 1992

Michael Caton-Jones nel 2006 dirige Basic Instinct 2, sequel di Basic Instinct, film cult campione d’incassi diretto da Paul Verhoeven del 1992. Si vede che gli anni passano per Sharon Stone, non ha più il fisico perfetto e prestante degli anni Novanta, gli anni passano e la vecchiaia è in agguato. Questa volta per le riprese più bollenti e sexy Sharon Stone non ha esitato a pretendere una controfigura. Non era accaduto in Basic Instinct in cui era la stessa Sharon Stone a comparire spesso completamente nuda nel film.

Nonostante gli sforzi dei truccatori e delle controfigure che hanno fornito glutei e le gambe l’attrice non riesce a raffigurare nuovamente una donna fatale. Sharon Stone veste ancora una volta abiti molto succinti, ma non sembra più una donna che fa perdere la testa ad un uomo. Questo probamente in gran parte a causa della pessima sceneggiatura di Basic Instinct 2, oltre che della regia.

Il Michael Glass di David Morrissey prende il posto di Nick Curran il detective di Michael Douglas, la precedente vittima predestinata di Catherine Tramell. David Morrissey dà però il volto ad un personaggio piuttosto banale, che sembra perfino bollito e non ha la personalità del Nick Curran di Basic Instinct. Michael Douglas d’accordo è un attore molto più bravo di David Morrissey, ma la differenza tra i due è imbarazzante, Glass ha la personalità di un comodino.

Basic Instinct 2, 2006, Michael Caton-Jones, Sharon Stone, Catherine Tramell
Una scena del film che ha come protagonista Sharon Stone nel ruolo di Catherine Tramell
Un film molto più soft di Basic Instinct

Come in Basic Instinct ci sono scene di sesso, anche se nel sequel non sono ben riuscite. Il film di Paul Verhoeven è tutto un’altra cosa rispetto a questo insipido seguito. Alcune scena che dovrebbero creare una tensione erotica provocano una discreta comicità involontaria. Basic Instinct 2 non ha sequenze cult come la scena di Basic Instinct in cui Sharon Stone accavalla le gambe.

La scena dell’accavallamento delle gambe è stata sostituita in Basic Instinct 2 con quella della divaricazione, ma con lo schienale della sedia davanti. Insomma qualcosa di molto più casto. Del resto è una Catherine Tramell completamente diversa da quella di molti anni prima, come aveva detto la stessa Sharon Stone alla presentazione italiana del film.

E’ stato molto interessante rivisitare questo personaggio. Nel tempo si cambia moltissimo, quindi ero curiosa di mettermi alla prova. Catherine investe tutta se stessa nell’osservazione, obbligando gli altri a rivelare i propri lati oscuri. E’ simile a un vampiro, intesse i suoi rapporti lentamente, poi aggredisce velocemente. Anche l’ambientazione in Europa ha significato un cambiamento importante nell’atmosfera, forse anche più fosca.

L’ambientazione londinese di Basic Instinct 2

Basic Instinct 2 è ambientato a Londra, ma lo si può intuire solo dopo un’ora e mezza di proiezione, quando il detective David Thewlis scende dalla sua auto da destra. Come sapete gli inglesi guidano nel verso opposto al nostro. Per tutto il resto del film non si può associare Basic Instinct 2 ad una determinata area geografica.

L’ambientazione, così come il film, è priva di anima e non si capisce dove si voglia andare a parare. Che senso ha girare un pellicola a Londra se l’intenzione è poi quella di nasconderlo? Perché una scelta così bizzarra? Il risultato è un confuso mix di grattacieli, cupe inquadrature notturne, bar e discoteche come probabilmente in ogni città americana. Non potevano girarlo direttamente in Nord America? Forse i costi in Inghilterra erano minori? Chissà.

Basic Instinct 2, 2006, Michael Caton-Jones, Sharon Stone, Catherine Tramell 2
Una scena del film che ha come protagonista Sharon Stone nel ruolo di Catherine Tramell
Perché vedere Basic Instinct 2?

Sharon Stone continua ad essere una bella donna e mantiene il suo solito magnetismo, ma pronuncia una serie di frasi di una banalità incredibile e a tratti il suo personaggio scivola nel ridicolo. La raggiunta maturità della star avrebbe meritato più attenzione e sviluppo erotico, invece di questo imbarazzante travestirsi da adolescente alla moda.

In Basic Instinct 2 non c’è tensione sessuale tra i personaggi e David Morissey non è convincente come amante perché sembra solo un patetico strizzacervelli. Basic Instinct 2 è un film da vedere forse se siete fan dell’attrice, anche se la visione potrebbe rovinarvi il ricordo che avete di lei.

Dati tecnici di Basic Instinct 2

Paese di produzione: Stati Uniti d’America
Anno: 2006
Durata: 109 min
Genere: thriller, erotico
Regia: Michael Caton-Jones

Sceneggiatura: Leora Barish, Henry Bean
Fotografia: Gyula Pados
Montaggio: István Király, John Scott
Musiche: John Murphy
Scenografia: Norman Garwood

Attori: Sharon Stone, David Morrissey, Charlotte Rampling, David Thewlis, Hugh Dancy, Anne Caillon, Iain Robertson.

Basic Instinct 2, 2006, Michael Caton-Jones, Sharon Stone, Catherine Tramell, divano, camino
Una scena del film che ha come protagonista Sharon Stone nel ruolo di Catherine Tramell
Curiosità su Basic Instinct 2
Genesi di Basic Instinct 2

Sharon Stone alla presentazione italiana del film aveva parlato della genesi di Basic Instinct 2.

Abbiamo lavorato tutti con una grande passione perché negli anni novanta Basic instinct ha significato un cambiamento totale nel cinema per quanto riguarda le scene di sesso, liberando i film da una certa uniformità. La cosa fondamentale che abbiamo fatto con quel film è stato rendere finalmente possibile esplorare sullo schermo, in pellicole di circuito commerciale, il sesso pericoloso, perverso, che fino ad allora non si rappresentava. In questo secondo film però, nonostante io stessa abbia insistito per il contrario, la censura ha operato molti tagli. Credo che non ci sia ancora un atteggiamento sereno sul sesso e la nudità.

Dovremmo prendere come una missione quella di liberarci di paure e vergogne. In questo senso il personaggio di Catherine, per esempio, a me come persona ha dato molto. Infatti prima di interpretarlo ero molto insicura di me stessa e del mio aspetto fisico, non mi consideravo affatto carina tantomeno in grado di poter essere un sex symbol. Da una parte Catherine Travell mi ha tolto completamente la privacy, però il fatto di aver capito solo a 32 anni di essere attraente mi ha fatto finalmente capire che c’era qualcosa di sbagliato nella società, nel modo di trattare le donne.

Il personaggio di Catherine Tramell

Sharon Stone alla presentazione italiana di Basic Instinct 2 aveva parlato anche del suo personaggio Catherine Tramell.

Attraverso gli anni e i tanti personaggi interpretato, ognuno diverso dall’altro, ho imparato anche a sentirmi più sicura nell’arte della recitazione. Il personaggio di Catherine mi piace perché è sottile e intelligente, una cosa non facile, perché se sei intelligente non puoi più nascondere nulla a te stesso. Credo al di là del cinema che la cosa fondamentale sia usare l’intelligenza per conquistare la saggezza.

Incassi di Basic Instinct 2

Basic Instinct 2 è costato circa 70 milioni di dollari, ma ha avuto incassi piuttosto deludenti. Per via dello scarso successo la produzione ha deciso di ritirare Basic Instinct 2 dalle sale americane dopo appena 17 giorni di programmazione. In quel momento gli incassi avevano raggiunto appena i 5,8 milioni di dollari. L’accoglienza nel resto del mondo è stata migliore, ma non ha comunque permesso a Basic Instinct 2 di raggiungere un incasso mondiale superiore ai 38,6 milioni.

Nell’aprile 2006 Sharon Stone ha detto che sarebbe stata interessata a dirigere un potenziale terzo episodio, ma il flop al botteghino ha impedito la cosa.

La scelta di David Morrissey

Prima di scegliere David Morrissey come protagonista maschile, il regista volle provinare anche Robert Downey Jr., ma all’epoca l’attore ebbe problemi per possesso di droga. La produzione pensò anche a Pierce Brosnan, Bruce Greenwood e Benjamin Bratt. A Brosnan però non piacevano alcuni elementi troppo “forti” nel copione. Bratt invece era stato scartato da Sharon Stone, che non lo riteneva un attore adatto.

La scelta di David Morrissey

Sharon Stone, prima di apparire nella scena di nudo frontale sul set di Basic Instinct 2, ha raccontato di aver chiamato un amico, facendogli guardare il primo capitolo di Basic Instinct. Durante la proiezione di Basic Instinct la Sharon Stone si era spogliata totalmente. Dopo Sharon Stone completamente nuda ha chiesto al suo amico se era ancora all’altezza del ruolo. Superò la prova.

Inizialmente Sharon Stone aveva dei dubbi sul fatto di girare o meno la pellicola. La produzione per tutelarsi considerò per il ruolo di Catherine Tramell anche Demi Moore e Ashely Judd. Sharon Stone accettò poi di riprendere il ruolo di Catherine Tramell facendo inserire nel suo contratto una clausola molto particolare secondo cui, anche se il film alla fine non fosse stato ultimato, lei sarebbe stata comunque pagata. Il suo cachet si aggirava attorno ai 14 milioni di dollari. Mica male!

I Razzie Awards

Basic Instinct 2 ha ricevuto quattro Razzie Awards nel 2006. Quello per il peggior film, la peggior attrice protagonista a Sharon Stone, la peggior sceneggiatura (Leora Barish e Henry Bean) e il peggior prequel o sequel.

Altre curiosità su Basic Instinct 2
  • Michael Douglas rifiutò di girare il film, ammettendo di essere troppo vecchio per la parte.
  • La splendida macchina guidata da Catherine Tramell nel film è una Spyker C8 Laviolette.
  • David Morrissey il protagonista maschile, ha girato una ventina di film nella sua carriera, ma nel nostro paese è famoso soprattutto per il ruolo del Governatore Philip Blake in The Walking Dead.
Colonna sonora di Basic Instinct 2

La colonna sonora originale di Basic Instinct 2 è stata creata dal compositore John Murphy. Lui precedentemente aveva lavorato alle colonne sonore di Lock & Stock – Pazzi scatenati, Snatch – Lo strappo, Colpevole d’omicidio e 28 giorni dopo.

Tracce della Colonna sonora di Basic Instinct 2
  1. Michael Reads Her Book (Theme from BASIC INSTINCT*) (0:56)
  2. 120 MPH SEX (Main Title-BASIC INSTINCT 2) (2:17)
  3. Not Yet / Courtroom* (2:07)
  4. Bodies Still Warm (1:41)
  5. Sex with Michelle (1:40)
  6. Adam Towers is Dead (1:26)
  7. Questions about Catherine (0:56)
  8. Catherine is Waiting (1:01)
  9. Legs Wide Open On A Chair (1:49)
  10. I Smell Blood* (1:19)
  11. Soho (1:23)
  12. If She Calls Again (1:08)
  13. Michael Argues with Michelle (0:54)
  14. Olympic Toilets / Saving Denise (3:01)
  15. Catherine at Police Station* (2:52)
  16. Sex With Catherine (1:30)
  17. Library (1:20)
  18. No Apologies (0:56)
  19. In The Car with Washburn (2:04)
  20. The Long Night of the Soul (1:29)
  21. Jacuzzi* (2:54)
  22. Reading “The Analyst”* (1:30)
  23. Racing To Miena’s (1:47)
  24. Michael at Miena’s (4:30)
  25. Washburn Dies* (1:47)
  26. Broadmoor (1:33)
  27. She Tells The Plot (1:24)
  28. She Kisses Him Goodbye* (1:21)
  29. Basic Instinct 2 – End Credits* (3:31)

BONUS TRACKS

  1. Yuppie Chill (2:01)
  2. Atlantic Bar (1:39)
  3. Orgy (1:13)
  4. Mozart Violin Concerto In A Major “Minuetto” (4:04)
Frasi citazioni e dialoghi tratte da Basic Instinct 2
Slogan promozionali di Basic Instinct 2

Sometimes Obsession Can Be Murder.

Everything interesting begins in the mind.

L’intrigo ha inizio nella mente.

Dedica sul libro a Michael

Catherine Tramell : A Michael.
Non ce l’avrei fatta senza di te.
Con amore,
Catherine.

Frasi di Catherine Tramell in Basic Instinct 2

Se si segue l’intersoggettività fino in fondo, allora non c’è da chiedersi chi sia il paziente e chi il dottore?

Più sono nervosa, più tutti pensano che io sia rilassata.

Frase di Milena Gardosh in Basic Instinct 2

Il bello di un comportamento asociale è che ti fa allontanare dalle persone, anche se per poco.

Trailer di Basic Instinct 2

Ecco lo streaming del trailer in italiano di Basic Instinct 2 su YouTube: Link

Ecco infine lo streaming del trailer in lingua originale di Basic Instinct 2 su YouTube: Link

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuta la recensione di Basic Instinct 2, trovate questa ed altre schede dei film in questa sezione: Recensione.

Luca Miglietta

Buono regalo Amazon – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.