Crea sito

Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?

Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?

L’attore ha speso bellissime parole sul suo personaggio nel 2014, intervistato da Sam Thielman

The Big Bang Theory, Jim Parsons, Sheldon Cooper, Kaley Cuoco, Penny, porta, orologio - Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?
Una scena di The Big Bang Theory, che ha come protagonisti Jim Parsons (Sheldon Cooper) e Kaley Cuoco (Penny)
Sei qui: Home » Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?

Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper? L’attore ha parlato del personaggio che interpretava in The Big Bang Theory in più occasioni, la più interessante una bellissima intervista rilasciata a Sam Thielman e pubblicata nel 2014 su Adweek. L’attore la settimana prima di essere intervistato aveva vinto il suo quarto Emmy Award per il ruolo di Sheldon Cooper nella celebre sitcom.

Sheldon Cooper è uno dei personaggi più amati dal pubblico, forse il vero cuore pulsante della serie tv. Un personaggio che ha dato un notevole notorietà a Jim Parsons e lo ha impegnato per ben 13 anni della sua vita. Sheldon Cooper è un personaggio molto intelligente, ma dai mille difetti: è esageratamente abitudinario, paranoico, asociale ed infantile. Bisogna però riconoscere che il personaggio ha avuto un’evoluzione nel corso delle dodici stagioni, che lo ha reso più maturo e capace di intrattenere relazioni con gli altri.

Le parole dell’attore su Sheldon

Jim Parsons sul suo personaggio ha detto delle bellissime parole e voglio riportarvi un estratto dell’intervista, fatta da Sam Thielman.

Interpretare Sheldon non mi annoia mai. Ci si abitua, il che va bene lo stesso. Può essere di aiuto con le cose più intense, ma è anche bello ricordare com’è stato entrare in un personaggio tanto straordinario. Voglio dire, dal primo momento in cui ho letto l’episodio pilota è stata la cosa che mi ha attratto di più. Non sarei in grado di dirvi se un pilot è bello o brutto leggendolo, ma potrei dirvi se quello è un personaggio che vorrei interpretare. E con lui è stato così sin dall’inizio. Dio sa perché.

L’articolo da cui ho estrapolato e tradotto le parole dell’attore è questo: Jim Parsons Hits the Stratosphere. Vi anticipo che potete accedervi e leggerlo tutto solo se siete abbonati al sito americano, cosa che immagino non siate, vi ho inserito il link solo per completezza e per citarvi la fonte.

The Big Bang Theory, Jim Parsons, Sheldon Cooper, Kaley Cuoco, Penny, pizza - Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?
Una scena di The Big Bang Theory, che ha come protagonisti Jim Parsons (Sheldon Cooper) e Kaley Cuoco (Penny)

Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper? Perché ha comunque deciso qualche anno dopo di abbandonare il personaggio e The Big Bang Theory?

Sembra incredibile pensare che a decidere di porre la parola fine a The Big Bang Theory sia stato proprio Jim Parsons. Gli altri attori dello show avrebbero ancora recitato per altre stagioni, ma lui ha voluto dire basta alla celebre sitcom. Senza di lui era impossibile andare avanti perché il personaggio di Sheldon Cooper era troppo importante per la serie.

In un primo momento Jim Parsons aveva raccontato che una delle ragioni che lo spinsero ad abbandonare The Big Bang Theory era quella di non avere più quell’entusiasmo iniziale nell’interpretare il suo personaggio. Molti fan avevano preso bene la notizia, felici che uno degli attori del cast avesse preferito chiudere in bellezza lo show, piuttosto che prolungarlo a dismisura come accade in molte altre occasioni per ricavare più denaro possibile dal prodotto.

Le vere ragioni della rinuncia a The Big Bang Theory

Tempo dopo, in una intervista al magazine People, l’attore aveva fornito una nuova versione dei fatti, spiegando in maniera più articolata il motivo dell’addio a The Big Bang Theory. La decisione era stata presa dopo un episodio in particolare, che nulla aveva a che fare con la serie. Durante un viaggio a New York, città in cui doveva prendere parte a uno spettacolo di Broadway e girare uno spot, il suo cane ha accusato un malore. Lui ha descritto così quell’episodio:

Ho iniziato a piangere, pensando che sarebbe morto perché io sono sempre fuori a causa del mio lavoro. Mi sono sentito malissimo.

Il cane stava molto male, così Jim Parsons e suo marito Todd Spiewak hanno deciso per l’eutanasia. Dopo la morte dell’animale l’attore si è isolato dal mondo per due giorni e si è reso conto che qualcosa non andava nella sua vita. In quei momenti di tristezza ha inoltre pensato a suo padre, morto a soli 52 anni. Jim ne avrebbe compiuti 46 al tempo della dodicesima stagione, il che lo ha spinto a pensare a come avrebbe voluto trascorrere gli eventuali ultimi sei anni di vita, se fosse vissuto come il padre.

Un cane molto importante per Jim Parsons e il marito

Il cane era molto importante per lui ed il marito perché lo avevano quasi da quando si son conosciuti.

Posso dire che è stata un’estate davvero intensa. Il cane è deceduto e aveva 14 anni, io e Todd stavamo insieme da 15. Posso dire che è stata la fine di un’era.

Jim Parsons ha cominciato a porsi mille domande sul futuro che lo hanno costretto a ragionare sulla sua quotidianità. Ha così capito che la sua vita era troppo condizionata da The Big Bang Theory e questo lo ha spinto ad allontanarsi dalla sitcom. La testimonianza a People fa capire che Sheldon Cooper è ormai parte di lui e Parsons si è stancato solamente della routine causata dalla riprese della serie.

La vita di dopo The Big Bang Theory

Jim Parsons ha voluto probabilmente anche evitare di farsi inghiottire dal suo personaggio come è accaduto ad altri colleghi di show televisivi, che son rimasti per sempre legati al loro alter ego virtuale. Chissà se ci riuscirà! L’attore ha comunque in questi anni partecipato a progetti diversi da The Big Bang Theory.

Nel 2016 ha interpretato la parte secondaria dell’ingegnere Paul Stafford nel film Il diritto di contare, diretto Theodore Melfi, e che racconta la storia vera della matematica e scienziata afroamericana Katherine Johnson. Ha ottenuto invece parti da protagonista in A Kid Like Jake, di Silas Howard (2018) e in The Boys in the Band, di Joe Mantello (2020)

Eravate dei fan di Sheldon Cooper? Amavate questo simpatico, anche se a tratti fastidioso personaggio? Avevate già letto di questi aspetti della vita dell’attore e cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo “Cosa pensa Jim Parsons di Sheldon Cooper?“, trovate questa ed altre curiosità nella sezione del blog non son solo film: Curiosità sul cinema.

Luca Miglietta

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dell’intrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta. Buona lettura e permanenza sul sito.