Il cibo nei film di Quentin Tarantino

Il cibo nei film di Quentin Tarantino

Il cibo nei film di Quentin Tarantino

Regista che fa un largo uso di vivande nelle sue pellicole come strumento per raccontare una storia

Pulp Fiction di Quentin Tarantino con John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Harvey Keitel, Jimmie Dimmick - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
Una scena di Pulp Fiction, che ha come protagonista Quentin Tarantino nei panni di Jimmie Dimmick
Sei qui: Home » Il cibo nei film di Quentin Tarantino

L’utilizzo del cibo nei film di Quentin Tarantino è molto più evidente che in altri cineasti. Il regista utilizza le vivande a volte come pretesto per raccontare una determinata vicenda, altre per ricreare delle dinamica di potere tra i personaggi. E’ stato lo stesso Tarantino a spiegare più volte che il suo utilizzo del cibo spesso serve per sottolineare le dinamiche di potere, che sia il colonnello delle SS Hans Landa che usa lo strudel come tecnica di interrogatorio, Jules Winnfield che mangia l’hamburger davanti al malcapitato scagnozzo di Marsellus Wallace o siano altri personaggi.

Alcune delle scene più importanti della sua filmografia avvengono durante i pasti, in cui si fanno interrogatori, si escogitano piani, si discute di tematiche importanti o si cazzeggia su argomenti leggeri. Insomma il cibo nei film di Quentin Tarantino ha una funzione piuttosto importante in qualsiasi suo film.

Questo vale in tutte le sue pellicole indipendentemente dal luogo e dall’epoca storia in cui sono ambientate. Gli alimenti compaiono sia che il film abbia luogo nel vecchio west, nella Los Angeles dei nostri giorni, in Europa durante la seconda guerra mondiale, in una baita di montagna in cui si può mangiare solo uno stufato o si stia discutendo in una tavola calda sulle mance e le inclinazioni sessuali di Madonna mentre si organizza una rapina.

Django Unchained, 2012, Quentin Tarantino, cameo
Una scena di Django Unchained, che ha come protagonista Quentin Tarantino

Il cibo nei film di Quentin Tarantino appare in quasi tutte le sue pellicole ed ha una rilevanza fondamentale

Le iene (1992)

Nel suo primo film, Le Iene del 1992, troviamo l’iconica scena in cui gli otto rapinatori, mentre stanno mangiano in un bar, discutono di musica anni ’70, della canzone Like a Virgin di Madonna e poi della politica delle mance. Ho parlato della scena in cui parlando della canzone della popstar americana in questo articolo: Interpretazione di Tarantino della canzone Like a Virgin.

Questa non è l’unico esempio di scena delle iene in cui compaiono alimenti, perché più avanti Mr. Orange (Tim Roth), che in realtà è il poliziotto sotto copertura Freddy Newandyke, incontra il detective Holdaway in una tavola calda. Deve aggiornarlo sui suoi progressi nell’infiltrarsi nella banda di criminali. Mentre Freddy gli spiega come sta andando la sua indagine sotto copertura, Holdaway sta facendo una abbondante colazione a tarda notte.

Il detective sta mangiando un piatto con quattro grandi frittelle e delle salsicce. Lui ha anche ordinato un grande frappè alla fragola. Una scena perfetta di cui parlare analizzando come viene descritto il cibo nei film di Quentin Tarantino.

Le iene, 1992, ristorante, cibo, Quentin Tarantino, Harvey Keitel, Lawrence Tierney, Tim Roth - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
Una scena delle Iene, che ha come protagonisti Quentin Tarantino, Harvey Keitel, Lawrence Tierney e Tim Roth

Pulp fiction (1994)

La tavola calda

Il film è perfetto per parlare del cibo nei film di Quentin tarntino. Nella prima scena di Pulp fiction, due rapinatori, Zucchino (Tim Roth) e Yolanda (Amanda Plummer), bevono un caffè e discutono di rapinare il ristorante.

La stessa tavola calda in cui entrano molte scene dopo Vincent Vega (John Travolta) e Jules Winnfield (Samuel L. Jackson). I due nel locale son protagonisti della scena in cui mentre Jules parla di Dio, della sua redenzione e dei miracoli Vincent mangia frittelle con a lato della pancetta. Vincent offre educatamente a Jules un po’ di pancetta dato che ha troppa nel piatto. Jules però rifiuta.

Vincent, mentre imburra le sue frittelle, allora gli chiede se per caso è ebreo. Jules, che ha preso solo un grande muffin di mais, gli risponde che semplicemente non mangia carne di maiale. I due però vengono interrotti da Zucchino e Yolanda, che estraendo le pistole e li distraggono dal loro pasto.

Pulp Fiction di Quentin Tarantino con John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Harvey Keitel, Tim Roth, Vincent Vega e Jules Winnfield colazione in maglietta
Una scena di Pulp Fiction, che ha come protagonisti John Travolta e Samuel L. Jackson
Il Jack Rabbit Slim

Marsellus Wallace (Ving Rhames) chiede a Vincent di uscire con sua moglie mentre lui è via, e Mia Wallace (Uma Thurman) lo porta al “Jack Rabbit Slim“. Si tratta di un locale in stile anni ’50 con tanto di camerieri sosia di Ed Sullivan, Ricky Nelson e Marilyn Monroe.

Mia e Vincent ordinano del cibo da un cameriere (Steve Buscemi) che assomiglia a Buddy Holly. Vincent prende una bistecca “Douglas Sirk” e una Coca-Cola alla vaniglia, Mia invece sceglie un hamburger “Durward Kirby” e il famoso Milk Shake da cinque dollari. Un frullato molto economico, ma a quanto pare buonissimo.

Pulp Fiction di Quentin Tarantino con John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Mia Wallace mangia - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
Una scena di Pulp Fiction, che ha come protagonista Uma Thurman
La colazione di Fabienne

Butch Coolidge (Bruce Willis) in Pulp fiction è un pugile sul libro paga di Marsellus Wallace ed è legato sentimentalmente a Fabienne (Maria de Medeiros). Lei racconta a Butch della colazione che desiderava mangiare quella mattina:

Voglio mangiare un bel piattone di frittelle di mirtillo con tanto sciroppo di acero sopra, uova strapazzate e anche cinque salsicce. […] E voglio bere un bicchierone di succo d’arancia e una tazza di caffè forte. E poi voglio una gran fetta di crostata.

Questo episodio non si vede ma era giusto citare la frase tra le scene in cui compare il cibo nei film di Quentin Tarantino.

Pulp Fiction di Quentin Tarantino con John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Harvey Keitel, Tim Roth, Bruce Willis, Butch Coolidge taxi di Esmeralda Villalobos
Una scena di Pulp Fiction, che ha come protagonisti Bruce Willis e Esmeralda Villalobos
Il Big Kahuna Burger

Ma ora veniamo ad una delle scene clou di Pulp fiction quella dell’hamburger Big Kahuna. Si tratta di un appetitoso panino farcito che si mangia solo al “Big Kahuna Burger”. Lo sappiamo da Jules che in questa scena dice

Al Big Kahuna Burger! Dove gli hawaiani fanno gli hamburger! Dicono che sono saporiti i loro hamburger, io non li ho mai assaggiati, personalmente.

Del resto come dice Jules qualche battuta prima prima, l’hamburger è “la colonna portante di ogni colazione vitaminica!”. Poche battute dopo Jules assaggia il Big Kahuna Burger, prima di interrogare Brett (Frank Whaley) su dove è finita la valigetta. La scena continua e Jules Winnfield cita il celebre finto passo biblico “Ezechiele 25:17” e scarica una serie di pallottole sul povero malcapitato. Forse la miglior scena per descrivere l’importanza del cibo nei film di Quentin Tarantino.

Pulp Fiction di Quentin Tarantino con John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Amanda Plummer, Jules Winnfield mangia cheeseburger - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
Una scena di Pulp Fiction, che ha come protagonista Samuel L. Jackson

Kill Bill: Volume 1 (2003)

Nella pellicola la Sposa (Uma Thurman) va in Giappone, a Okinawa, per incontrare Hattori Hanzō (Sonny Chiba), che le forgerà la spada che le permetterà di vendicarsi di Bill (David Carradine). Lui ha cercato di ucciderla, nonostante fosse incinta e si trattasse del giorno del suo matrimonio, ma lei rimane appesa tra la vita e la morte e si salva.

A Okinawa la sposa si reca da Hattori Hanzō, che gestisce un locale dove prepara e serve sushi e sakè.
La sposa e Hattori parlano e lui le fa i complimenti su come lei parli bene il giapponese. Questo dialogo cortese viene interrotto più volte da scambi in giapponese fra Hattori e il suo cameriere che protesta su chi deve portare il pesce e chi il sakè.

La sposa quando Hattori Hanzō gli serve il primo piatto di sushi fa un’espressione di estuiamo e voglia di gustare la gustosa preparazione. Il cibo nei film di Quentin Tarantino insomma non manca mai.

Kill Bill Volume 1, Quentin Tarantino, Uma Thurman, Sonny Chiba, Hattori Hanzō, sushi
Una scena di Kill Bill Volume 1, che ha come protagonisti Uma Thurman e Sonny Chiba

Kill Bill: Volume 2 (2004)

Nell’esaminare il cibo nei film di Quentin Tarantino, non si può non parlare della preparazione del panino di Bill in Kill Bill 2. Bill prepara il sandwich con pane bianco americano della marca “Bimbo”, aggiungendo prima una fetta di formaggio americano a cui ne segue una di svizzero. Poi è il momento di una fetta di tacchino e di una fetta di prosciutto. La preparazione non è finita qui perché Bill usa il suo enorme coltello da chef per aggiungere al panino anche la maionese “Best Foods” e la senape gialla.

Un panino che non sarà fatto con ingredienti selezionati, ma semplici formaggi e salumi presi da confezioni del supermercato, eppure sembra molto appetitoso.

Kill Bill Volume 2, Quentin Tarantino, David Carradine, Uma Thurman, coltello, panino, maionese, senape - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
Una scena di Kill Bill Volume 2, che ha come protagonisti David Carradine e Uma Thurman

A prova di morte (2007)

Se si parla di cibo nei film di Quentin Tarantino non si può non pensare ai Nachos di Stuntman Mike (Kurt Russell) in A prova di morte. Al “Texas Chili Parlor” il protagonista Stuntman Mike mangia avidamente il suo piatto di Nachos. Si tratta di semplice cibo spazzatura o come direbbero glia americani “junk food”, ma sembra un piatto molto appetitoso con tutto quel formaggio fuso.

Si vede che Mike è entusiasmata di mangiare i Nachos fatti con chips di mais, formaggio giallo e bianco fusi, panna acida e probabilmente pomodori, olive nere e carne macinata.

Grindhouse - A prova di morte, 2007, Quentin Tarantino, Rose McGowan, Kurt Russell, bar
Una scena di Grindhouse – A prova di morte, che ha come protagonisti Rose McGowan e Kurt Russell

Bastardi senza gloria (2009)

Anche Bastardi senza gloria offre una serie di spunti per parlare del cibo nei film di Quentin Tarantino. Una scena che rimane impressa ad esempio è quella in cui il tenente Aldo Raine (Brad Pitt) mangia un panino mentre il sergente Donnie Donowitz, detto anche “L’Orso Ebreo” (Eli Roth) massacra con una mazza da baseball un nazista in uniforme. Sembra un sandwich davvero gustoso a vedere l’espressione che fa Aldo mangiandolo.

Forse la scena in cui il cibo ha una funzione più rilevante è però quella dello strudel in cui lo spietato colonnello Hans Landa, rincontra senza saperlo Shoshanna, dopo che lui anni prima aveva massacrato la sua famiglia. Shoshanna si trova per caso a dover dialogare con lui cercando di non farsi scoprire.

Si tratta di una conversazione a tavola dall’attissima tensione e da un livello massimo di suspense. Lei prova odio profondo per l’uomo ma deve nascondere la cosa in tutti i modi, mentre mangia assieme a Hans Landa un gustosissimo strudel con panna. Una scena girata benissimo di cui parlo in questo articolo: Ricetta dello strudel di Bastardi Senza Gloria.

Bastardi senza gloria, 2009, Quentin Tarantino, Brad Pitt, tenente Aldo Raine, panino, sandwich - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
una scena di Bastardi senza gloria, che ha come protagonista Brad Pitt

Django Unchained (2012)

In una delle ultime scene di Django Unchained, prima dell’epilogo drammatico vediamo protagonista la White Cake di cui è goloso Calvin Candie. Calvin J. Candie (Leonardo DiCaprio) offre la torta al dott. King Schultz (Christoph Waltz) e a Django Freeman (Jamie Foxx).
Si tratta, come potrete intuire dal nome, di un dolce completamente bianco. Una torta che, come spesso accade, al cibo nei film di Quentin Tarantino ha un significato simbolico. E’ un dolce dal colore candido che nell’idea del perfido schiavista vuole ancora una volta affermare la supremazia del bianco sul nero.

Nonostante questa torta sia protagonista di una scena poco allegra si tratta comunque di un dolce buonissimo, che per il suo colore bianchissimo viene utilizzato spessissimo per i matrimoni negli Stati Uniti.

Django Unchained di Quentin Tarantino con Jamie Foxx, Christoph Waltz, Leonardo DiCaprio, Samuel L. Jackson, Kerry Washington, James Remar, primo incontro
Una scena di Django Unchained, che ha come protagonisti Jamie Foxx e Christoph Waltz

The Hateful Eight (2015)

Se si parla del cibo nei film di Quentin Tarantino, la mente va anche allo stufato di Minnie in The Hateful Eight. Una delle migliori scene del film è quella in cui gli otto uomini si ritrovano ad un grezzo tavolo di legno di una locanda sperduta tra la neve a mangiare lo stufato della donna. Non si tratta di semplici uomini perché tra di loro ci sono criminali, semplici viaggiatori ed un cacciatore di taglie.

Loro mangiano e chiacchierano davanti a grandi scodelle di stufato dall’aspetto delizioso. Sembra quasi di sentire il profumo che emana questo piatto, che sembra molto nutriente e caldo, la cosa migliore da mangiare durante una tormenta di neve ed un clima gelido. Visto che si tratta di una baita sperduta nel nulla è probabile che lo stufato sia stato cucinato utilizzando selvaggina locale ed avrà sicuramente anche delle carote e delle patate per dargli più gusto.

Sarà il Magg. Marquis Warren (Samuel L. Jackson) che, proprio grazie a questo piatto, riuscirà a scoprire cosa sta accadendo intorno a lui. Lo stufato di Minnie normalmente ha sempre lo stesso gusto, perché può cambiare il tipo di carne o gli ingredienti ma il suo sapore rimane immutato, quindi è strano che in quella circostanza sia diverso. Qualcosa non quadra perché non può averlo fatto, come sempre, la donna.

Bastardi senza gloria, 2009, Quentin Tarantino, Christoph Waltz, Hans Landa, Mélanie Laurent, Strudel - Il cibo nei film di Quentin Tarantino
Una scena di Bastardi senza gloria, che ha come protagonisti Christoph Waltz e Mélanie Laurent
Non rimarrete mai delusi dalla rappresentazione del cibo nei film di Quentin Tarantino

Siete fan di questo ecclettico e mai banale regista? Avevate mai riflettuto su come viene rappresentato il cibo nei film di Quentin Tarantino?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo “Il cibo nei film di Quentin Tarantino“, trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terninator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Link Utili
Contatti blog Chi sono Note legali

Informazioni utili

----- Telegram: Canale su Telegram su cui trovare gli aggiornamenti del blog -----

----- WhatsApp: Canale e gruppo WhatsApp su cui trovare gli aggiornamenti del blog ----

Ecco invece gli account Instagram, Twitter e Facebook dove seguire le ultime notizie sul cinema, le serie Tv, la musica ed i videogiochi. Inoltre troverete tutti gli aggiornamenti del blog e gli ultimi articoli sulle curiosità collegate a film e serie ed approfondimenti su interessanti argomenti. Ovviamente non mancherà uno sguardo alle ultime uscite nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme streaming Amazon Prime Video, Netflix, Disney+ e Now TV.

Avvertenze

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dellintrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta.
Non mi resta che augurarvi una buona navigazione e permanenza sul sito non son solo film ed ovviamente una buona lettura!