Crea sito

Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing

Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing

L’attore considerava la frase “nessuno può mettere Baby in un angolo”, troppo banale

Dirty Dancing - Balli proibiti con Jennifer Grey, Patrick Swayze di Emile Ardolino 1987 scena lago - Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing
Una scena di Dirty Dancing – Balli proibiti, che ha come protagonisti Jennifer Grey e Patrick Swayze
Sei qui: Home » Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing

Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing, “nessuno può mettere Baby in un angolo” proprio non gli piaceva. Il film che ebbe un grande successo, e diventò col passare del tempo un vero e proprio cult tra le ragazze. Dirty Dancing – Balli proibiti è diretto Emile Ardolino ed è interpretato da Patrick Swayze (Johnny Castle) e Jennifer Grey (Frances ‘Baby’ Houseman). La pellicola ebbe fin dall’inizio il favore del pubblico sia al botteghino che in videocassetta, nonostante gli attori protagonisti all’epoca non fossero molto famosi ed il budget fosse di soli 6 milioni di dollari.

(I’ve had) the time of my life“, il brano portante della colonna sonora di Dirty Dancing – Balli proibiti, ha vinto l’Oscar ed il Golden Globe come miglior canzone originale e continua a far ballare ancora oggi intere generazioni.
“Nessuno può mettere Baby in un angolo”, è una delle citazioni più iconiche della storia del cinema, tanto da essere inserita al numero 98 nelle 100 migliori citazioni di film di tutti i tempi dall’American Film Institute. Una frase diventata così pop da essere citata in altre pellicole, serie TV, fumetti e romanzi eppure all’attore proprio non andava giù. Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing, sembra incredibile!

Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing, addirittura una volta parlò del fatto che la odiava

Eleanor Bergstein la scrittrice newyorchese, autrice di Dirty Dancing, ha raccontato all’Huffington Post che Patrick Swayze non voleva pronunciare questa battuta nel film perché la considerava troppo banale.

Patrick non voleva dirlo, quindi gli ho detto, “Bene, dillo solo una volta e poi la prossima volta, sali e fai tutto il resto del discorso e forse non useremo questa frase”. Ma abbiamo deciso di usarla.

Col passare del tempo Patrick Swayze cambiò idea sulla frase

Nel libro “The Time Of My Life“, scritto dallo stesso Patrick Swayze con la moglie Lisa Niemi, l’attore confermò. Anni dopo però Swayze si rese conto che la citazione era molto romantica e la utilizzò lui stesso parlando della sua lotta contro il cancro. Disse infatti che il tumore non poteva metterlo in un angolo “nessuno può mettere il pancreas di Patrick in un angolo”. Ecco cosa aveva detto Patrick Swayze:

Abbiamo riscritto molto della grande scena finale, ma una frase che odiavo è rimasta. Non riuscivo a convincermi a dire: “Nessuno può mettere Baby in un angolo”. Sembrava così banale ma, vedendo il film finito, ho dovuto ammettere che ha funzionato. E ovviamente è diventata una delle battute più citate del film. Ne cito io stesso una versione in questi giorni. Quando le persone chiedono come sto affrontando il cancro che mi ha colpito da tempo, rispondo: “Nessuno può mettere il pancreas di Patrick in un angolo”.

Una battaglia che purtroppo Patrick Swayze non ha vinto perché il cancro lo ha sconfitto e l’attore è deceduto 14 settembre 2009 nella Città degli angeli.

La maledizione di Dirty Dancing

Il film ebbe parecchi sfortune tanto che fu coniata la definizione “maledizione di Dirty Dancing”, come approfondisco meglio in questo articolo che vi consiglio di leggere: Dirty Dancing film maledetto? Una affascinante teoria | non son solo film.

Posso sinteticamente dirvi che ad esempio la Vestron Video, casa produttrice della pellicola, dopo Dirty Dancing produsse una serie di flop e dichiarò bancarotta solo tre anni dopo nel 1990. Tra gli attori Jennifer Grey non riuscì più a far decollare la propria carriera e fece diversi interventi di chirurgia plastica, Patrick Swayze morì nel 2009, a 57 anni per tumore al pancreas, Max Cantor (Robbie Gould) morì per overdose di eroina nel 1991, a soli 32 anni, mentre una delle ballerine professioniste del film, Jennifer Stahl, fu uccisa nel 2001. Anche il regista Emile Ardolino scomparve nel 1993 malato di AIDS.

Questi sono solo alcuni motivi per cui Dirty è considerato un film maledetto e per questo vi consiglio di leggere l’approfondimento.

La trama di Dirty Dancing

Nell’estate del 1963, la famiglia Houseman va in vacanza nelle Catskill Mountains. Nel corso della villeggiatura la figlia minore, la diciassettenne Frances “Baby” Houseman conosce Johnny Castle, il maestro di ballo degli ospiti dell’Hotel. Baby rimane affascinata da lui comincia a frequentarlo. Johnny e Baby si innamoreranno al ritmo di danze sfrenate.

Molti di voi, soprattutto le lettrici del blog, avranno visto Dirty Dancing migliaia di volte. Eravate a conoscenza di questa curiosità su Patrick Swayze?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuto l’articolo “Patrick Swayze non amava una frase di Dirty Dancing“, trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dell’intrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta. Buona lettura e permanenza sul sito.