L’orso di Revenant – Redivivo con cui combatte DiCaprio

L’orso di Revenant – Redivivo con cui combatte DiCaprio

L’orso di Revenant – Redivivo con cui combatte DiCaprio

L’animale è stato ricostruito in digitale grazie a due stuntman che ricreavano i movimenti

L'orso di Revenant - Redivivo con cui combatte DiCaprio, Alejandro González Iñárritu, Leonardo DiCaprio, Hugh Glass, montagne
Una scena di Revenant – Redivivo, che ha come protagonista Leonardo DiCaprio nel ruolo di Hugh Glass
Sei qui: Home » L’orso di Revenant – Redivivo con cui combatte DiCaprio

L’orso di Revenant – Redivivo è uno dei grizzly più famosi della storia del cinema. Dell’orso si parlava spesso sui social all’uscita del film, dicendo per scherzo che avrebbe soffiato l’Oscar a Leonardo DiCaprio. L’animale stato interpretato da due stuntman. I due tramite l’usuale tuta blu hanno permesso di ricreare artificialmente il grizzly.

Si diceva che avrebbe vinto l’Oscar l’orso perché Leonardo DiCaprio prima di Revenant – Redivivo, non era mai riuscito a vincere l’agognato Oscar, pur avendo fatto grandi interpretazioni. Parlando dell’orso di Revenant – Redivivo, la rivista cinematografica The Hollywood Reporter aveva messo in risalto la figura dell’animale.

Sta sullo schermo per appena sei minuti, ma la femmina di grizzly che attacca l’esploratore Hugh Glass è diventata una delle più discusse star dell’anno.

Come hanno creato l’orso di Revenant – Redivivo?

Glenn Ennis, uno dei due stuntman che aveva dato vita al grosso grizzly con i suoi movimenti, intervistato nel 2016 dal Global News, aveva spiegato come era stato ricreato l’orso. La CGI è venuta in soccorso della produzione, che aveva ricreato l’animale interamente in digitale.

C’erano due stuntman che si sono occupati delle prove. Uno è finito in ospedale per sfinimento e spossatezza. Si tratta di prendere una persona, scaraventarla in giro, ribaltarla e attaccarla. Correre sulle tue mani e piedi per dieci metri non è così semplice se sei di corporatura imponente. Inoltre è un processo non-stop di ben due minuti. Quando questo tizio è finito in ospedale, ho ricevuto una telefonata da Vancouver in cui mi chiedevano se potevo raggiungere il set.

Ho imparato la routine velocemente. Era richiesta autenticità e la capacità di replicare i movimenti di un orso. Forse le mie esperienze nella recitazione mi hanno aiutato. In ogni caso, per evitare lo sfinimento fisico, era impossibile che a girare la scena fosse una persona sola. Ma io sono stato l’orso numero uno… Durante le prove indossavo una tutta blu con la testa di un orso. Inarritu è stato chiaro fin dal principio circa il realismo che questa scena richiedeva.

Glenn Ennis ha descritto anche una situazione che al pubblico, ma non a lui può far scappare una risata

Lo stuntman nella lunga intervista ad un certo punto ha raccontato come poteva essere complicato per lui girare la scena in cui l’orso attaccava Leonardo DiCaprio, concedendosi anche una battuta.

Per il 20% del tempo ho fatto proprio quello. La parte divertente è questa: se fate caso alla testa dell’orso nell’immagine… Volevano che la sua testa, la sua bocca fosse nella parte bassa della schiena di DiCaprio. Dovevo afferrare la sua giacca con la mano per far sì da dare l’impressione che l’orso gli stesse lacerando la giacca. Per far sì che la testa della bestia si trovasse in quella posizione, fondamentalmente la mia testa doveva stare fra le sue chiappe. La mia faccia è stata a stretto contatto col sedere di DiCaprio per un buon quantitativo di tempo. Capisco che per molte persone ciò sia come un sogno, ma per me non lo è stato!.

L'orso di Revenant - Redivivo con cui combatte DiCaprio, 2015, Alejandro González Iñárritu, Leonardo DiCaprio, Hugh Glass, gelo, neve
Una scena di Revenant – Redivivo, che ha come protagonista Leonardo DiCaprio nel ruolo di Hugh Glass
Perchè usare la CGI?

L’orso di Revenant – Redivivo è stato interamente creata in Computer Grafica, una tecnologia che permette di creare immagini digitali che sembrano identiche a quelle reali.

Alejandro González Iñárritu nelle interviste aveva spiegato che all’inizio aveva pensato di utilizzare almeno per alcune inquadrature dei veri grizzly. Poi però si è reso conto che era complicato filmare in natura o negli zoo i grizzly ed era inoltre più sicuro per attori e controfigure ricreare l’animale in digitale.

Alejandro González Iñárritu a voluto girare l’intera scena in piano sequenza

A complicare le cose è stata la decisione del regista Alejandro González Iñárritu di girare l’intera scena in piano sequenza. Grazie al piano sequenza ed alla bravura degli attori la scena è super realistica e spettacolare. Fa immergere lo spettatore al centro della vicenda e fa sembrare davanti a lui nella realtà la lotta tra il grosso animale e l’Hugh Glass di Leonardo DiCaprio.

DiCaprio in Revenant – Redivivo divide la scena con uno straordinario Tom Hardy che per l’interpretazione del villain John Fitzgerald ha ricevuto la candidatura a miglior attore non protagonista agli Oscar.

Il make up a cui si è sottoposto Leonardo DiCaprio

Leonardo DiCaprio per girare la scena in cui combatte con l’orso e viene ridotto in fin di vita ha dovuto sottoporsi a diverse sedute di make up. Oltre 5 ore ore interminabili di trucco. Descrivo come l’abile truccatore Duncan Jarman è riuscito a rendere molto realistiche le ferite provocate dal grizzly al corpo di Hugh Glass in questo articolo: Il trucco di Leonardo DiCaprio in Revenant.

Se avete visto il film vi sarà sicuramente rimasta impressa la scena in cui l’orso di Revenant – Redivivo attacca DiCaprio, vi è piaciuta? Come vi è sembrato il piano sequenza voluto da Alejandro González Iñárritu?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Se vi è piaciuto l’articolo sull’orso di Revenant – Redivivo, trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Magliette di DiCaprio – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terninator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Link Utili
Contatti blog Chi sono Note legali

Informazioni utili

----- Telegram: Canale su Telegram su cui trovare gli aggiornamenti del blog -----

----- WhatsApp: Canale e gruppo WhatsApp su cui trovare gli aggiornamenti del blog ----

Ecco invece gli account Instagram, Twitter e Facebook dove seguire le ultime notizie sul cinema, le serie Tv, la musica ed i videogiochi. Inoltre troverete tutti gli aggiornamenti del blog e gli ultimi articoli sulle curiosità collegate a film e serie ed approfondimenti su interessanti argomenti. Ovviamente non mancherà uno sguardo alle ultime uscite nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme streaming Amazon Prime Video, Netflix, Disney+ e Now TV.

Avvertenze

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dellintrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta.
Non mi resta che augurarvi una buona navigazione e permanenza sul sito non son solo film ed ovviamente una buona lettura!