Fight Club di David Fincher, scheda film

Fight Club di David Fincher, scheda film

Fight Club, film del 1999 di David Fincher

Pellicola che ha come attori Brad Pitt, Edward Norton, Helena Bonham Carter, Jared Leto, Meat Loaf, Zach Grenier e David Andrews

Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Brad Pitt, Tyler Durden
Una scena di Fight Club che ha come protagonisti Edward Norton e Brad Pitt
Sei qui: Home » Fight Club di David Fincher, scheda film

Fight club è il quarto film di David Fincher, dopo Alien³ (1992), Seven (1995) e The Game – Nessuna regola (1997). La pellicola presenta un cast che comprende Edward Norton, Brad Pitt, Helena Bonham Carter, Jared Leto e Meat Loaf. Fight club quando uscì fu un grande fiasco al botteghino, ma grazie al mercato home-video il film si prese la sua rivincita, diventando un vero e proprio cult nel corso degli anni.

Il pubblico forse inizialmente non capì il film a causa del fatto che Fight club è una pellicola spiazzante ed un po’ folle. Insomma un film che necessita di tempo per essere apprezzato. Fight Club infatti fa una riflessione sulla nostra società occidentale, in cui il consumismo e il dio denaro son l’unica cosa a cui pensa la gente.

Un mondo in cui le persone non sembrano avere altro obbiettivo che comprare qualcosa, sia questa una casa, un’automobile od un particolare mobile all’Ikea. Ora capite perché la tematica non è così leggera!

Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Helena Bonham Carter, lavanderia, lavatrici
Una scena del film che ha come protagonisti Edward Norton e Helena Bonham Carter
La trama di Fight club

Il protagonista, del quale non si fa mai alcun accenno al nome, è un consulente assicurativo di una casa automobilistica che viaggia per gli Stati Uniti a supervisionare le scene degli incidenti stradali che coinvolgono modelli di vetture prodotti dalla sua azienda. La vita del perito assicurativo procede monotona tra giornate sempre uguali, interminabili spostamenti aerei, una vita sociale ridotta all’osso e notti insonni.

Quando la mancanza di sonno comincia a diventare un problema, non ricevendo nessun aiuto dalla medicina, si finge malato e inizia a frequentare gruppi di ascolto anonimi per persone affette da malattie terminali. Riesce cosi a trovare un po’ di pace interiore, circondato da persone che hanno problemi peggiori dei suoi. Un giorno il protagonista però scopre che una ragazza di nome Marla frequenta i gruppi di ascolto per il suo stesso motivo, non avendo alcuna malattia, se non una strana tendenza suicida e questo lo fa ripiombare nell’insonnia e nella disperazione.

Durante uno dei suoi interminabili viaggi di lavoro, conosce Tyler Durden, un originale ed eccentrico produttore e venditore di sapone, che lo coinvolgerà nella nascita del Fight Club, una palestra segreta nella quale uomini di tutte le estrazioni sociali ed età prendono parte a violenti combattimenti tra loro per dare sfogo alle proprie frustrazioni e insoddisfazioni accumulate durante la vita quotidiana. Poco per volta il Fight Club comincerà ad attrarre sempre più gente desiderosa di fuggire dalla quotidianità e degenererà in un progetto sovversivo di ribellione contro il sistema, chiamato Progetto Mayhem, caratterizzato da una serie di atti terroristici.

Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Brad Pitt, Tyler Durden, chimica
Una scena di Fight Club che ha come protagonisti Edward Norton e Brad Pitt

Fight Club un film spiazzante tratto dal romanzo di esordio di Chuck Palahniuk

Tratto dall’omonimo romanzo di Chuck Palahniuk, Fight Club è una sfrontata, anarchica e disinibita riflessione sulla società occidentale contemporanea. Società dove è il consumismo a muovere le fila, e dove le persone non sembrano avere altro obbiettivo che comprare qualcosa sia. Sia questo una casa, un’automobile o un mobile all’Ikea.

Questa critica è alla società è sintetizzata in queste frasi del Narratore protagonista:

Come tanti altri anch’io ero diventato schiavo della tendenza al nido IKEA. […] Se vedevo qualcosa di ingegnoso come un tavolinetto a forma di yin yang dovevo averlo. Il componibile personale per ufficio della Klipsk, la cyclette della Hovetrekke, il divano Ohamshab a strisce verdi della Strinne, perfino le lampade Ryslampa fatte di carta non candeggiata per un ambiente rilassante. Sfogliavo quei cataloghi e mi domandavo “quale tipo di salotto mi caratterizza come persona?”. Avevo tutto.

Una situazione che non può che corrompere le menti e i sensi delle persone rendendoli quasi schiavi. Ed è per combattere questa condizione delle persone che nasce il “Fight club“. Il Fight club, che dà il titolo alla pellicola, è un piccolo circolo dove le persone possono dare sfogo ai propri istinti e trovare, tramite duri combattimenti, di nuovo se stessi.

Fight Club, 1999, David Fincher, Helena Bonham Carter, Marla Singer, gambe, letto
Una scena di Fight Club che ha come protagonista Helena Bonham Carter
Il cast di Fight Club

Fight Club può contare sulle ottime interpretazioni di Brad Pitt, che ritrova il regista dopo Seven ed Edward Norton. Il primo veste i panni dell’anticonformista Tyler Durden, fondatore del Fight Club, che si descrive in questo modo “Respingo i principi base della civiltà, specialmente l’importanza dei beni materiali”, il secondo quelli dell’anonimo protagonista, anche voce narrante del film, insoddisfatto e afflitto da una perenne insonnia.

Buona prova anche per Helena Bonham Carter nelle vesti di Marla Singer, che frequenta le riunioni dei gruppi di sostegno assieme al protagonista, perché “..costa meno del cinema e il caffè è gratis”.

Fight Club, 1999, David Fincher, Brad Pitt, Tyler Durden, aereo
Una scena di Fight Club che ha come protagonista Brad Pitt
Perchè vedere Fight club?

Guardando Fight club ci immergiamo in mondo “underground”, grazie alla maestria alla regia Fincher e grazie alla genialità presente nel libro di Chuck Palahniuk da cui il film è tratto. Una pellicola che ormai è diventato un cult con molte scene e dialoghi che sono entrate a fare parte della storia del cinema. Dialoghi che potete trovare in questo articolo: Frasi e citazioni di Fight Club.

In Fight club gli eventi che si susseguono con un gran ritmo e lasciano lo spettatore incollato allo schermo. Non voglio farvi spoiler, ma c’è un colpo di scena finale che viene anticipato agli spettatori più attenti per tutta la durata della pellicola con una serie di indizi e messaggi subliminali. Ne parlo in questo articolo: Curiosità su Fight Club, film di David Fincher.

Un film da vedere perché non ne rimarrete assolutamente delusi. Vi consiglio anche di leggere il libro di Chuck Palahniuk. Si tratta infatti del bellissimo romanzo di esordio di uno degli scrittori più interessanti, visionari ed innovati del periodo contemporaneo.

Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Helena Bonham Carter, Marla Singer
Una scena di Fight Club che ha come protagonisti Edward Norton e Helena Bonham Carter
Curiosità su Fight Club
Le tematiche

Fight Club è ricco di tematiche, come ad esempio il disagio esistenziale profondo che caratterizza la società moderna, che porta all’alienazione dell’essere umano. Il film lancia un messaggio antimaterialista perché Fight Club presenta una società dove l’uomo è completamente schiavo dei beni materiali, come direbbe Tyler: “Le cose che possiedi, alla fine ti possiedono” oppure “La pubblicità ci mette nell’invidiabile posizione di desiderare auto e vestiti, ma soprattutto possiamo ammazzarci in lavori che odiamo per poterci comprare idiozie che non ci servono affatto”.

Fight Club parla anche di come il nostro cervello, soprattutto quando quando è sottoposto a stress, possa andare fuori controllo. Un meccanismo che è difficile da prevedere per la complessità del cervello umano.

Le differenze con il libro

Il film riproduce molto fedelmente il romanzo, vi sono solo alcune differenze di poco conto come ad esempio il fatto che nel libro il Progetto Mayhem venga chiamato Progetto Caos, oppure si può citare la scena in cui nel film il protagonista si picchia da solo per incastrare il suo capo ufficio, nel libro questo accade per poter incolpare un’altra persona: il capo dell’albergo nel quale l’assicuratore lavora con Tyler.

Cosa pensava Palahniuk dl film

Chuck Palahniuk ha elogiato il fedele adattamento cinematografico del suo romanzo e ha trovato la trama del film più snella di quella del suo libro. 

Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Brad Pitt, Tyler Durden, aereo
Una scena di Fight Club che ha come protagonisti Edward Norton e Brad Pitt
La voce fuori campo

Jim Uhls ha iniziato a lavorare su una bozza della sceneggiatura di Fight Club adattata dal libro di Palahniuk, che escludeva una voce fuori campo. Quando Fincher si è unito al film, ha pensato che la pellicola avrebbe dovuto avere una voce fuori campo, credendo che l’umorismo del film provenisse dalla voce del narratore.

David Fincher ha detto che il film senza voce fuori campo era “triste e patetico”. Fincher e Uhls hanno così rivisto la sceneggiatura e nel 1997 hanno riscritto una terza bozza.

Le riprese

Le riprese sono durate 138 giorni dal luglio del 1998 al dicembre dello stesso anno. Durante le riprese Fincher ha girato moltissimo: ha usato più di 1.500 rullini, tre volte la media di un film di Hollywood. Le location erano per lo più a Los Angeles e dintorni e in set costruiti nello studio di Century City.

L’esterno della casa di Tyler Durden è stato costruito a Wilmington, nella zona del porto di Los Angeles in California, mentre l’interno su un palcoscenico nella sede dello studio.

L’appartamento di Marla Singer si basava su fotografie di appartamenti nel centro di Los Angeles.

Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Helena Bonham Carter
Una scena del film che ha come protagonista Helena Bonham Carter
Casting

Il produttore Ross Bell aveva incontrato l’attore Russell Crowe per discutere la parte di Tyler Durden. Il produttore Art Linson ha invece incontrato Pitt per lo stesso ruolo. Linson era però il produttore senior tra i due, quindi lo studio ha scelto Pitt invece di Crowe.

Per il ruolo del narratore senza nome, lo studio voleva Matt Damon per aumentare le prospettive commerciali del film ed ha anche considerato Sean Penn. Fincher invece voleva Norton dopo aver visto la sua performance nel film del 1996 Larry Flynt – Oltre lo scandalo.

La prima scelta di Fincher per il ruolo di Marla Singer era Janeane Garofalo. I produttori hanno considerato anche Courtney Love e Winona Ryder. Lo studio aveva pensato anche a Reese Witherspoon, ma Fincher riteneva che fosse troppo giovane. Alla fine la scelta è caduta su Helena Bonham Carter basandosi sulla sua interpretazione nel film del 1997 Le ali dell’amore.

Altre curiosità su Fight Club
  • Nel 2009, in occasione del decimo anniversario dell’uscita del film, il New York Times lo ha soprannominato il “film cult definitivo del nostro tempo”.
  • Le altre le trovate in questo articolo: Curiosità su Fight Club.
Fight Club, 1999, David Fincher, Edward Norton, Helena Bonham Carter, Marla Singer, cucina
Una scena del film che ha come protagonisti Edward Norton e Helena Bonham Carter
Colonna sonora di Fight Club

La colonna sonora di Fight Club è stata quasi interamente prodotta dai Dust Brothers. Le tracce della colonna sonora del film fanno parte dell’album “Fight Club (Original Motion Picture Score)” che è stato pubblicato a partire dal 28 settembre del 1999.

Fincher era preoccupato che le band con esperienza nella scrittura di colonne sonore per film non sarebbero state in grado di legare insieme i temi, cercò quindi una band che non avesse mai registrato per il cinema. Voleva i Radiohead, ma il cantante Thom Yorke ha rifiutato. Fincher commissionò così la colonna sonora di Fight Club ai Dust Brothers.

Where Is My Mind?” dei Pixies che fa invece da sottofondo all’ultima scena del film e ai titoli di coda. Questa hit del gruppo rock alternativo statunitense non fa però parte della colonna sonora di Fight Club.

Tutti i brani della colonna sonora di Fight Club
  1. Who Is Tyler Durden? – Dust Brothers
  2. Homework – Dust Brothers
  3. What Is Fight Club? – Dust Brothers
  4. Single Serving Jack – Dust Brothers
  5. Corporate World – Dust Brothers
  6. Psycho Boy Jack – Dust Brothers
  7. Hessel, Raymond K. – Dust Brothers
  8. Medulla Oblongata – Dust Brothers
  9. Jack’s Smirking Revenge – Dust Brothers
  10. Stealing Fat – Dust Brothers
  11. Chemical Burn – Dust Brothers
  12. Marla – Dust Brothers
  13. Commissioner Castration – Dust Brothers
  14. Space Monkeys – Dust Brothers
  15. Finding the Bomb – Dust Brothers
  16. This Is Your Life (feat. Tyler Durden) – Dust Brothers
Non fa parte invece dell’album Fight Club: Original Motion Picture Score che contiene la colonna sonora di Fight Club

Where Is My Mind? – Pixies

Fight Club, 1999, David Fincher, Brad Pitt, Tyler Durden, film, Chuck Palahniuk
Una scena del film che ha come protagonista Brad Pitt

Dati della pellicola

Lingua originale: inglese

Paese di produzione: Stati Uniti

Anno: 1999

Durata: 139 min

Colore: colore

Audio: sonoro

Genere: drammatico, thriller

Regia: David Fincher

Attori: Edward Norton, Brad Pitt, Helena Bonham Carter, Meat Loaf Aday, Zach Grenier, Jared Leto, David Andrews, Ezra Buzzington, Christina Cabot, Tim De Zarn, George Maguire, Rachel Singer, Richmond Arquette

Soggetto: Chuck Palahniuk (romanzo)

Sceneggiatura: Jim Uhls

Fotografia: Jeff Cronenweth

Montaggio: James Haygood

Effetti speciali: Rob Bottin

Musiche: Dust Brothers

Scenografia: Alex McDowell

I Trailer di Fight Club

Streaming del trailer in italiano se non riuscite a vedere l’anteprima del video di YouTube: link trailer in itliano

Ecco infine il link del trailer in lingua originale: link trailer HD in inglese

Altre informazioni a proposito della pellicola presenti sul blog – Fight Club recensione

Citazioni e dialoghi: Frasi e citazioni di Fight Club

Curiosità ed errori presenti nel film: Curiosità su Fight Club, film di David Fincher.

Colonna sonora: la trovate in questo articolo

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter. Se vi è piaciuta la recensione di Fight Club, trovate questa ed altre schede dei film in questa sezione: Recensione.

Luca Miglietta

Libro da cui è tratto il film

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terninator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Link Utili
Contatti blog Chi sono Note legali

Informazioni utili

----- Telegram: Canale su Telegram su cui trovare gli aggiornamenti del blog -----

----- WhatsApp: Canale e gruppo WhatsApp su cui trovare gli aggiornamenti del blog ----

Ecco invece gli account Instagram, Twitter e Facebook dove seguire le ultime notizie sul cinema, le serie Tv, la musica ed i videogiochi. Inoltre troverete tutti gli aggiornamenti del blog e gli ultimi articoli sulle curiosità collegate a film e serie ed approfondimenti su interessanti argomenti. Ovviamente non mancherà uno sguardo alle ultime uscite nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme streaming Amazon Prime Video, Netflix, Disney+ e Now TV.

Avvertenze

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dellintrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta.
Non mi resta che augurarvi una buona navigazione e permanenza sul sito non son solo film ed ovviamente una buona lettura!