Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due

Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due

Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due

L’attrice si era sentita in imbarazzo nel girare questa sequenza

Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due. Una poltrona per due, 1983, John Landis, Jamie Lee Curtis, Ophelia
Una scena di Una poltrona per due, che ha come protagonista Jamie Lee Curtis nel ruolo di Ophelia
Sei qui: Home » Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due

Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due. L’attrice ha rivelato di essersi sentita in imbarazzo nel girare una scena dall’alto contenuto erotico nel film di di John Landis. Jamie Lee Curtis nella pellicola del 1983 divide lo schermo con Dan Aykroyd, Eddie Murphy e Ralph Bellamy, Don Ameche e Denholm Elliott. Se le chiedessero di rigirare una scena simile ora l’attrice, più matura, ammette che direbbe di no. L’attrice lo ha riferito in una recente intervista a People tv.

Avevo ventun’anni e la parte richiedeva che Ophelia si levasse il vestito. Mi è piaciuto farlo? No. Mi sono sentita in imbarazzo mentre lo facevo? Sì. Sembrano stare bene? Certo. Sapevo quello che stavo facendo? Sì. Mi è piaciuto? No. L’ho fatto perché si trattava del mio lavoro? Sì, non lo rifarei oggi. Anzi è proprio l’ultima cosa al mondo che farei adesso. Sono stata sposata per 37 anni, mentre allora – al tempo delle riprese del film – non lo ero. Sono anche madre. Assolutamente no, non lo rifarei.

Ophelia è il personaggio che Jamie Lee Curtis interpreta in Una poltrona per due. Si tratta di una giovane prostituta che era stata assoldata da Beeks per screditare Winthorpe (Dan Aykroyd). Lei però sentendosi in parte responsabile della decide di aiutare Winthorpe e lo invita a casa sua. In una scena lei si spoglia davanti a Winthorpe. Tutti gli appassionati di cinema ricorderanno almeno una scena in cui si vede Jamie Lee Curtis in topless. Sì, parlo al plurale perché non c’è una sola scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due.

Scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due è passata alla storia

Ha esordito al cinema nel 1978 nel film horror Halloween – La notte delle streghe di John Carpenter. E’ poi tornata ad interpretare un ruolo in una pellicola del maestro dell’orrore nel 1980 in Fog. Jamie Lee Curtis ha interpretato anche Un pesce di nome Wanda di Charles Crichton e True Lies di James Cameron, ma il film per cui l’attrice verrà sempre ricordata è proprio Una poltrona per due.

Tutti la ricordano in Una poltrona per due, una commedia diventata negli anni un classico film natalizio in tutto il mondo. Nel nostro paesi il film va da anni va regolarmente in onda su Italia uno la vigilia di Natale.

Gli ultimi film di Jamie Lee Curtis

Jamie Lee Curtis negli ultimi anni ha preso parte a Halloween (2018) e Halloween Kills, entrambi diretti da David Gordon Green in cui l’attrice riprende il suo ruolo storico di Laurie Strode. L’attrice recita anche in An Acceptable Loss – Decisione estrema di Joe Chappelle (2018) e Cena con delitto – Knives Out di Rian Johnson (2019).

Sicuramente ricorderete la scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due. Avreste girato questa scena foste stati al suo posto?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Se vi è piaciuto questo articolo sulla scena di nudo di Jamie Lee Curtis in Una poltrona per due, trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Fire stick tv – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terminator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.