7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi

7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi

Attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi

Altri avevano rifiutato la parte che poi è andata a loro e li ha resi famosi

7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi. Blade Runner, 1982, Ridley Scott, Harrison Ford, Rick Deckard, cibo, bacchette, cinese
Una scena di Blade Runner, che ha come protagonista Harrison Ford nel ruolo di Rick Deckard
Sei qui: Home » 7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi

Sono molti gli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi e hanno conquistato un parte importante in un film. Chi ha rifiutato il ruolo poi magari si è mangiato le mani per la scelta sbagliata, ne parlo in questo articolo: Quando gli attori sbagliano e rifiutano i ruoli importanti.

Erano attori che non erano subito stati chiamati per la parte ed ritenuti la seconda, terza o quarta scelta. In alcuni casi si pensava che gli attori poi alla fine scelti per il ruolo fossero addirittura la persona sbagliata per interpretare quel personaggio nella pellicola. Non sempre le decisioni sbagliate prese a Hollywood da attori, registi e produttori sono irreparabili perché possono dare spazio ad interpreti meno conosciuti e desiderosi di emergere.

Gli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi nella storia del cinema sono molti, ecco i principali

1) Bruce Willis in Die Hard

Tra gli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi bisogna mettere al primo posto Bruce Willis perché grazie alla scelta dei colleghi recitando in Die Hard è diventato una star.

Richard Gere avrebbe dovuto interpretare John Mc Lane in Die Hard, ma non amava la parte. Dopo di lui, sono stati presi in considerazione Arnold Schwarzenegger, Sylvester Stallone, Burt Reynolds, Mel Gibson e Harrison Ford. Tutti rifiutarono la parte. Bruce Willis era addirittura la settima scelta per la parte di John Mc Lane in Die Hard!

I produttori, dopo il rifiuto di così tanti attori, avevano davanti a loro due scelte, o mettere da parte il progetto o correre il rischio con Willis, che non era ancora così famoso come attore cinematografico. L’attore aveva recitato solamente in ruoli minori e nella serie tv Moonlighting. Un’ottima scelta quella dei produttori perché il film fu un successo al botteghino e lanciò la carriera di un giovane Bruce Willis.

Die Hard - Trappola di cristallo, 1988, John McTiernan, Bruce Willis, Alan Rickman 20
Una scena di Die Hard – Trappola di cristallo, che ha come protagonista Bruce Willis

2) Harrison Ford in Indiana Jones

Tra gli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi c’è anche Harrison Ford. Tom Selleck avrebbe dovuto interpretare Indiana Jones ed aveva persino girato alcune scene del film. Durante il casting era considerato perfetto per questa parte. 

I produttori di Magnum, PI non hanno però concesso a Tom Selleck di prendere parte al film di Steven Spielberg perché volevano che l’attore si concentrasse sul loro telefilm. Fortunatamente la parte è andata al carismatico Harrison Ford che ha reso il personaggio iconico nell’immaginario collettivo. Ford a aveva già interpretato personaggi passati ala storia pensate a Rick Deckard in Blade Runner o Ian Solo in Star Wars.

Ford anche la parte in Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza l’aveva ottenuta dopo che colleghi avevano rifiutato, trovate la cosa in questo articolo: 5 attori che hanno rinunciato ad una parte in Star Wars.

3) Julia Roberts in Pretty Woman

Anche Julia Roberts fa parte degli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi.

Julia Roberts era solo la terza, quarta o quinta scelta per Pretty Woman. È stata fortunata che le altre attrici scelte prima di lei considerassero il ruolo pericoloso per la loro carriera. Non pensavano infatti fosse opportuno per loro interpretare la prostituta Vivian Ward. Molly Ringwald, Meg Ryan, Darryl Hannah e Michelle Pfeiffer hanno rifiutato e Wynona Ryder era troppo giovane per i produttori. 

Christopher Reeve, Denzel Washington, Al Pacino e Daniel Day-Lewis avevano rifiutato il ruolo di Edward Lewis, prima che venisse scelto Richard Gere. Bisogna comunque precisare che il film originariamente non doveva essere una commedia. I produttori per paura che il film fosse un flop al botteghino cambiarono a trama della pellicola che divenne una commedia.

7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi. Pretty Woman, Garry Marshall, Richard Gere, Julia Roberts
Una scena di Pretty Woman, che ha come protagonisti Richard Gere e Julia Roberts

4) Patrick Swayze in Dirty Dancing

Tra i 7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi c’è anche Patrick Swayze.

Patrick Swayze originariamente era considerato un errore dai produttori di Dirty Dancing, pesavano di dare la parte a Val Kilmer. In produttori dopo il rifiuto di Kilmer si sono rivolti a Billy Zane come suo sostituto. Lui però non sapeva ballare bene, un problema per un film incentrato sulla danza, e non riusciva ad andare d’accordo con Jennifer Gray.

Andare d’accordo con Jennifer Gray non era facile, anche Swayze trovò poi difficoltà con l’attrice. Dopo una lunga discussione con Jennifer Gray, i due attori principali si sono chiariti e Dirty Dancing è diventato un successo mondiale.

5) Sharon Stone in Basic Instinct

Anche Sharon Stone fa parte dei 7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi.

Sharon Stone non doveva inizialmente partecipare a Basic Instinct, perché prima di lei si era pensato a Kim Basiger, Meg Ryan, Geena Davis, Michelle Pfeiffer e Kathleen Turner. Tutte hanno però rifiutato il ruolo per le troppe scene erotiche. Kim Basiger non voleva accettare un nuovo film in cui appariva spesso nuda avendo girato poco prima Nove settimane e mezzo.

Sharon Stone divenne una star dopo Basic Instinct e una scena del film divenne iconica, ne parlo in questo articolo: Scena di Basic Instinct in cui Sharon Stone accavalla le gambe.

Basic Instinct Paul Verhoeven con Michael Douglas, George Dzundza, Jeanne Tripplehorn, Sharon Stone sexy streaming 38
Una scena di Basic Instinct

6) Tom Hanks in Philadelphia

Anche Tom Hanks fa parte degli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi.

Tom Hanks ha ottenuto un ruolo in Philadelphia per cui ha anche vinto un Oscar dopo il rifiuto del collega Daniel Day-Lewis. Daniel Day-Lewis non voleva interpretare Andrew Beckett, l’avvocato malato di AIDS. 

Daniel Day-Lewis ha comunque vinto ben tre Oscar grazie a Il mio piede sinistro, Il petroliere e Lincoln. È l’unico attore ad aver vinto tre Oscar per il miglior ruolo da protagonista maschile e se recitava in Philadelphia, poteva averne 4!

7) Keanu Reeves in The Matrix

Infine tra gli attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi c’è il buon Keanu Reeves.

I fratelli Wachowski hanno dichiarato di aver pensato subito a Brandon Lee come possibile interprete di Neo. Il ruolo è poi andato a Keanu Reeves a causa della morte di Brandon e delle rinunce di altri attori.

La parte di Neo era stata successivamente offerta a Tom Cruise, Johnny Depp e Will Smith. quest’ultimo rifiutò perché non capiva il senso del film. Smith ha però anche detto di non essersi pentito di aver rifiutato la parte perché Keanu Reeves ha recitato perfettamente nella parte di Neo.

Chissà come sarebbero stati questi film con le prime scelte

Sapevate di questi 7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi? Trovate la scelta finale giusta?

Infine vi ricordo che, per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie riguardanti film, serie TV, musica e cartoni animati, potete seguire il blog sui social. Non sono solo film ha un canale Telegram e pagine su Facebook, Instagram e Twitter.

Se vi è piaciuto l’articolo sui 7 attori che hanno approfittato del rifiuto di colleghi, trovate articoli simili nella sezione del blog non son solo film dedicata alle curiosità.

Luca Miglietta

Attrezzatura fitness – sponsorizzato

Pubblicato da Luca Miglietta

Luca Miglietta, classe 1988, nato a Torino, appassionato di cinema e di tutto il mondo che lo circonda. Cresciuto fin da piccolo con la passione per il grande schermo guardando saghe come Ritorno al Futuro, Star Wars ed Indiana Jones. Difficile dire quale sia il mio film preferito in assoluto, perché generalmente non mi affeziono a un singolo film a parte quelli sopracitati che sono legati alla mia infanzia. Se dovessi però dirne qualcuno penserei a: Blade Runner, Terninator o Apocalypse Now. Non amo solamente il cinema, ma anche la letteratura e la fotografia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Link Utili
Contatti blog Chi sono Note legali

Informazioni utili

----- Telegram: Canale su Telegram su cui trovare gli aggiornamenti del blog -----

----- WhatsApp: Canale e gruppo WhatsApp su cui trovare gli aggiornamenti del blog ----

Ecco invece gli account Instagram, Twitter e Facebook dove seguire le ultime notizie sul cinema, le serie Tv, la musica ed i videogiochi. Inoltre troverete tutti gli aggiornamenti del blog e gli ultimi articoli sulle curiosità collegate a film e serie ed approfondimenti su interessanti argomenti. Ovviamente non mancherà uno sguardo alle ultime uscite nelle sale cinematografiche e sulle piattaforme streaming Amazon Prime Video, Netflix, Disney+ e Now TV.

Avvertenze

Non son solo film non è una testata giornalistica registrata, ma un blog indipendente sul mondo del cinema, delle serie tv, della musica e dellintrattenimento in generale. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti presenti sul blog non son solo film non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2021 non son solo film a cura di Luca Miglietta.
Non mi resta che augurarvi una buona navigazione e permanenza sul sito non son solo film ed ovviamente una buona lettura!